LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia: campo golf degli Alberoni
09-12-2008
Teresa Croze Mariutti

Il Campo di golf di Venezia agli Alberoni, all'estremità sud dell'isola del Lido, è senz'altro uno dei più belli e conosciuti d'Italia. Da molti anni è fra i 10 più bei campi della penisola.

Questa rinomanza gli deriva senz'altro dalle sue qualità tecniche, ma anche dall'incantevole ambiente in cui le 18 buche si snodano.

Vale la pena ricordare che il paesaggio in cui sorge si è originato dal nulla, poiché gran parte del terreno ora occupato dal Golf si trova sull'area di ripascimento venutasi a creare dopo la costruzione della Diga Nord degli Alberoni, voluta dall'imperatore Ferdinando 1°.

Negli anni seguenti alla sua inaugurazione avvenuta nel 1930, l'ambiente si è andato evolvendo, prima con specie pioniere (populus alba, tamarix), poi con conifere piantate e quindi con altre essenze spontanee, valga ad esempio per tutte il ginepro, che hanno creato biotopi di grande valore.

Il campo di golf, che copre una superficie di 56 ettari, agli inizi sorgeva infatti in un ambiente quasi deserto, e solo col passare degli anni ha visto crescere ai margini delle buche sulle aree dunose boschetti con varia vegetazione, che hanno creato stupendi habitat per la fauna.

Negli ultimi quarant'anni questa tendenza è stata assecondata, anche perché tali zone non sono interessate dal gioco.

E' una politica che ha pagato anche sotto il profilo economico, dato che il Demanio Marittimo, proprietario dell'area, ha esentato il Circolo Golf Venezia dal pagamento del canone di affitto per tali aree.

Ora sono iniziati lavori, con la pretesa di rendere "golfistiche" anche queste superfici; si è fresata parte dell'antica duna, seminandola per farvi crescere il prato, si sono iniziati i lavori per eliminare gran parte di un boschetto con un meraviglioso e folto sottobosco, composto da "ailantum altissima" e "ulmus minor", di cui sono stati lasciati solo pochi esemplari.

Crediamo che tale politica di distruzione, che a dire dei responsabili si ha in animo di proseguire, annullerà il ruolo di polmone naturale che il campo di golf degli Alberoni ha negli anni assunto.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news