LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia: campo golf degli Alberoni
09-12-2008
Teresa Croze Mariutti

Il Campo di golf di Venezia agli Alberoni, all'estremit sud dell'isola del Lido, senz'altro uno dei pi belli e conosciuti d'Italia. Da molti anni fra i 10 pi bei campi della penisola.

Questa rinomanza gli deriva senz'altro dalle sue qualit tecniche, ma anche dall'incantevole ambiente in cui le 18 buche si snodano.

Vale la pena ricordare che il paesaggio in cui sorge si originato dal nulla, poich gran parte del terreno ora occupato dal Golf si trova sull'area di ripascimento venutasi a creare dopo la costruzione della Diga Nord degli Alberoni, voluta dall'imperatore Ferdinando 1.

Negli anni seguenti alla sua inaugurazione avvenuta nel 1930, l'ambiente si andato evolvendo, prima con specie pioniere (populus alba, tamarix), poi con conifere piantate e quindi con altre essenze spontanee, valga ad esempio per tutte il ginepro, che hanno creato biotopi di grande valore.

Il campo di golf, che copre una superficie di 56 ettari, agli inizi sorgeva infatti in un ambiente quasi deserto, e solo col passare degli anni ha visto crescere ai margini delle buche sulle aree dunose boschetti con varia vegetazione, che hanno creato stupendi habitat per la fauna.

Negli ultimi quarant'anni questa tendenza stata assecondata, anche perch tali zone non sono interessate dal gioco.

E' una politica che ha pagato anche sotto il profilo economico, dato che il Demanio Marittimo, proprietario dell'area, ha esentato il Circolo Golf Venezia dal pagamento del canone di affitto per tali aree.

Ora sono iniziati lavori, con la pretesa di rendere "golfistiche" anche queste superfici; si fresata parte dell'antica duna, seminandola per farvi crescere il prato, si sono iniziati i lavori per eliminare gran parte di un boschetto con un meraviglioso e folto sottobosco, composto da "ailantum altissima" e "ulmus minor", di cui sono stati lasciati solo pochi esemplari.

Crediamo che tale politica di distruzione, che a dire dei responsabili si ha in animo di proseguire, annuller il ruolo di polmone naturale che il campo di golf degli Alberoni ha negli anni assunto.



news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news