LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Castiglioncello: addio macchia mediterranea!
25-03-2009
il GRILLETTO

A Castiglioncello, dalla parte opposta del mare,dove ci sono le colline verdi,vi è un monte che si chiama Monte Pelato. Vedendolo da Castiglioncello,ha la forma di un trangolo. In cima c'è un ripetitore o qualcosa di simile. Solo due strade mulattiere portano lassu',almeno credo. Una proviene da Castelnuovo. Tutte le volte che ci sono stato mi e' capitato di sentire, sempre, la stessa emozione e cioè sensazione di libertà, purezza e serenità nel vedere il panorama da lassù ma subito dopo una profonda tristezza perchè questo posto,prima o poi sarà trasformato in peggio. Adesso possiamo vedere le cartucce dei sempre eterni cacciatori o distruttori, fate voi. Qualche bottiglia buttata lì da un civile bipede umano amante del degrado. Qualche montagnola di calcinacci perchè sempre, in Italia, il verde ricorda la discarica. Ci arrabbiamo ma con lo sguardo verso il mare ci tranquilliziamo.
Avevo ragione nel sentire quella tristezza della futura trasformazione per alcuni,devastazione per me.
In cima,stando alle cronache e al malcontento dei cittadini,sorgerà un albergo e ristorante, le strade saranno allargate e transitate. Le zone alberate pianeggianti,saranno eliminate e trasformate in parcheggi assolati. Il silenzio darà spazio al rumore.
Bravi amministratori.Perchè questa trasformazione non l'avete promessa alle elezioni scorse? Poichè fra poco,probabilmente non sarete più lì e andrete a casa,lo fate adesso di sorpresa e all'insaputa dei cittadini che sono gli eterni illusi e pagatori di tasse, questo atto offensivo al paesaggio.
L'aria che tira in questa zona marittima ha sempre più lo stesso odore e colore. Non è il blu o il verde e il profumo di mare,caro sindaco e relativa giunta, ma il grigio del cemento e il puzzo delle marmitte. Voi sareste di sinistra? Voi sareste per l'ambiente? Via, siate più seri e ditelo francamente che queste cose non vanno di moda e sono costose. Come possiamo tirare avanti con i tagli fatti dal Governo? Senza più l'ici? L'ambiente è una cosa superflua che va trasformata in degrado cementificato come per esempio vedasi il porto senza un albero ma solo cemento e rumore.
Complimenti!

il GRILLETTO



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news