LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Danilo De Girolamo
31-03-2009
Pagamento delle parcelle professionali per i collaudatori

All’On. Sandro Bondi
Ministro per i Beni e le Attività Culturali Via del Collegio Romano, 27 00100 Roma e,
p.c. al Prof. Giuseppe Proietti, Segretario Generale del Ministro per i Beni e le Attività Culturali Via del Collegio Romano, 27 00100

Roma Oggetto: Pagamento delle parcelle professionali per i collaudatori.

Signor Ministro, ci rivolgiamo a Lei per sanare una gravissima ingiustizia perpetrata nei confronti degli ingegneri, architetti e geometri che, oltre alla normale attività d’istituto, esercitano le proprie competenze professionali nell’esecuzioni di collaudi per conto ed incarico dell’amministrazione. Tale attività di “collaudo” o di “regolare esecuzione” all’interno della propria stazione appaltante, veniva parzialmente incentivata da una frazione del famoso 2% della Merloni, ormai ridotto allo 0,5% a seguito del provvedimento legislativo attuato dal Governo di cui Lei è autorevole membro, rendendolo assolutamente irrisorio, transeat. Mentre per quanto concerne i collaudi al di fuori della stazione appaltante, così come avviene per altre amministrazioni, il collaudo va remunerato a parcella professionale secondo le modalità di legge. Il Ministero nel tentativo di essere “più realista del Re” nel 2004 ha emanato una circolare a firma dell’arch. Roberto Cecchi, con la quale si sosteneva che il Ministero per i beni e le attività culturali doveva intendersi come un’unica stazione appaltante, questa interpretazione capziosa è stata da noi impugnata e depositata il 12/05/2004 presso il TAR Lazio con n. 4832/2004 per “ANNULLAMENTO CIRCOLARE N. 20/04: ART. 188 CO. 3 E ART. 210 CO. 1 E 2 DPR 554/99 - COMPENSI SPETTANTI AI PROFESSIONISTI PUBBLICI DIPENDENTI INCARICATI DI ESEGUIRE OPERAZIONI DI COLLAUDO”. Tra la data di deposito del ricorso e quella della discussione dell’udienza cautelare, il Ministero dava corso alle procedure di riorganizzazione interna, sfociate nel d.p.r. n. 173/2004. Con questo regolamento, è stato sancito che il Ministero non è un’unica stazione appaltante, ma è diviso in tante stazioni appaltanti per quante sono le Direzioni Regionali (e, verrebbe da aggiungere, per quante sono le istituzioni indipendenti dalle direzioni regionali, ad es.: l’Istituto Centrale per la Demoetnoantrologia). In sostanza, da una stazione appaltante si è passati a tante stazioni appaltanti, una per ogni Direzione Regionale. A seguito del d.p.r. n. 173/2004, la scrivente organizzazione sindacale ha provveduto a presentare al TAR lazio in data 26 ottobre 2004 una “dichiarazione del ricorrente” per chiedere che il ricorso venisse ovviamente dichiarato improcedibile per sopravvenuta carenza d’interesse. Il TAR ha ritenuto corretta la nostra interpretazione e, di conseguenza, ha dichiarato (subito) l’improcedibilità del ricorso per sopravvenuta carenza di interesse, con integrale compensazione delle spese di giudizio. Poiché il Ministero non ha impugnato questo decreto al TAR, appare del tutto evidente che ogni qual volta un professionista dipendente viene incaricato di svolgere un’attività professionale di collaudo al di fuori della Direzione Regionale di appartenenza deve essere retribuito a parcella, secondo le modalità previste dalla normativa. Ciò nonostante, i colleghi non riescono a far valere i propri diritti, per la costante pervicace determinazione di alcuni apparati amministrativi a non riconoscere il dovuto, atteggiamento che non può essere ancora tollerato a distanza di 5 anni dalla determina del TAR di cui sopra. È per quanto sopra rappresentato che siamo costretti a rivolgerci a Lei, affinché voglia invitare gli uffici e le Direzioni preposte ad emanare un’apposita circolare esplicativa, che chiarisca una volta per tutte, il diritto al giusto compenso degli ingegneri, architetti e geometri del Suo Ministero.

Architetto Danilo De Girolamo
Segretario Generale Roma, 21 marzo 2004



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news