LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

COSTITUZIONE: IL GIORNO DELLA VERGOGNA
15-11-2005
di Antonio V. GELORMINI


Mercoled 16 novembre, al termine di un assalto prolungato e sciagurato, che ha visto vendere al diavolo anche le anime pi moderate e pi garantiste presenti in Parlamento, sar portato a termine lo scippo agli italiani della Carta Costituzionale; per consegnarla stravolta, lacerata e geneticamente modificata a un vanaglorioso e acciaccato Generale che, con spudorata arroganza, potr levarla al cielo e mostrarla ai seguaci in segno di barbara vittoria.

Avverr in diretta televisiva, come si conviene da qualche tempo ad ogni manifestazione di volgarit, dopo che per mesi al silenzio della grande stampa ha fatto eco unelusiva informazione televisiva.

E avverr sotto locchio vigile di Silvio Berlusconi, che per la seconda volta cancella un viaggio istituzionale allestero, per fare da spauracchio ai senatori della Cdl. Dopo il Giappone, toccher ad Israele attendere invano larrivo del Presidente del Consiglio italiano.

Da secoli, per quella gente lattesa messianica unabitudine quotidiana: ma stavolta la decisione rischia dessere colma di cattivi presagi. Questa volta, infatti, mancare la visita in Terra Santa, in qualit di autoreferenziale unto del Signore, potrebbe rivelarsi davvero fatale. Un governo allo sfascio, ormai minoranza nel Paese, in una sindrome diffusa da cupio dissolvi, arriva a compiere il gesto estremo e irrispettoso nei confronti del popolo italiano: barattare il bene comune Costituzione. Poco importa se quella Carta costata sacrifici, ha mosso ideali e favorito la pace sociale.

E il caposaldo dellidentit e dellunit nazionale. La falce padana non pu risparmiarla. Una dose massiccia di verde rancore ne far steppa per stalle ed ovili. Un dazio pesantissimo che il governo si appresta a pagare, dopo il patto scellerato condiviso tra tutti i compari della maggioranza.

Fini, Casini, Buttiglione o Giovanardi hanno di che vergognarsi pensando a De Gasperi, Moro, Calamandrei, La Pira o Terracini, ma alla vergogna va aggiunta vergogna per aver scelto di rendere onore alle cravatte e alle pochette verdi di Calderoli, Castelli, Speroni o Borghezio e aver concesso lavallo ai sogni di Bossi.

E un giorno di lutto per le istituzioni italiane, ma soprattutto per quel popolo alla cui sovranit sar comunque affidata la decisione finale su questa triste vicenda. La gravit del momento, intanto, esige una testimonianza altrettanto forte da parte di tutti. Il Paese in lutto.

Allora, una fascia nera potrebbe essere apposta per due giorni al braccio di tutti quegli italiani sensibili alla difesa della Carta Costituzionale. Una protesta silenziosa che nel contempo avvierebbe quel meticoloso processo di partecipazione, necessario alla preparazione di un referendum confermativo, che dovr spazzare via tanta tracotanza e ogni velleit revisionistica della legge fondamentale della nostra Repubblica. Restituire la Costituzione agli italiani. Questo sar lobiettivo dei prossimi mesi. Essa costituisce un patrimonio che non pu essere disperso, cos come non pu essere dispersa la memoria storica che ne testimonia il valore e consente di trasmetterlo di generazione in generazione. Ne siamo tutti consapevoli e sapremo farne tesoro anche per il nostro futuro.

(gelormini@katamail.com)



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news