LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quel pasticciaccio brutto dellurbanistica lucchese
17-06-2009
Cecilia Carmassi e Serena Mammini

A nome del gruppo consiliare inviamo una nota sul Consiglio comunale di ieri sera.

Grazie.

Quel pasticciaccio brutto dellurbanistica lucchese parafrasando Gadda (che, ironia della sorte, era pure ingegnere) si descrive perfettamente lo stato cui versa la materia urbanistica del nostro comune: un libro a cui si continuano ad aggiungere capitoli su capitoli confusi a scapito della cittadinanza.
Lultimo capitolo sgrammaticato stato scritto ieri (gioved 16 giugno) in Consiglio comunale dove si discuteva la cosiddetta Variantina urbanistica.
Interi articoli sono stati nuovamente rimandati al prossimo consiglio per palesi contraddizioni allinterno della maggioranza che, come al solito, risolve le difficolt rinviando il problema.
Mai ci saremmo aspettati che il Consiglio si incartasse pure sulle norme transitorie: quella parte del provvedimento pi atteso dai cittadini perch regolamenta la situazione di coloro che si sono trovati a realizzare un intervento edilizio a cavallo tra vecchia e nuova normativa.
Gi dal febbraio 2008 il nostro gruppo aveva formalizzato un odg in cui si chiedeva lintroduzione di una norma transitoria che definisse il regime giuridico da applicare a coloro che, ad esempio, avessero avviato una ristrutturazione o nuova costruzione in base al regolamento urbanistico del 2004 e che, dovendo regolarizzare lievi modifiche al progetto, si trovavano impossibilitati a farlo perch nel frattempo erano state modificate alcune norme.
In qualsiasi altra citt italiana lamministrazione avrebbe immediatamente ammesso la dimenticanza della norma transitoria ed avrebbe subito provveduto a colmare la lacuna: al Comune di Lucca si dovuto attendere pi di un anno per discutere la questione e, quando abbiamo evidenziato, con un emendamento a firma di Celestino Marchini, che la formulazione predisposta dagli uffici necessitava di unintegrazione, abbiamo assistito alla commedia dellassurdo.
Se da un lato un consigliere, competente nel settore, come Marco Baccelli ha immediatamente riconosciuto la fondatezza dellemendamento Marchini sottoscrivendolo, per contro la maggioranza entrata in fibrillazione non accettando lidea di approvare una proposta di buon senso avanzata dallopposizione, preferendo un ulteriore rinvio a discapito dellinteresse della collettivit.
Questo accaduto per una semplice integrazione migliorativa di una norma condivisa nel merito dallintera commissione mesi fa e poi inspiegabilmente modificata allatto della stesura formale. Non osiamo immaginare di quali imbarazzi, assenze strategiche e arrampicate sugli specchi ancora dovremo essere spettatori quando torneranno in Consiglio le altre norme rinviate che riguardano le cosiddette trasformazioni delle serre sulle quali in questi due anni abbiamo sentito dire tutto ed il contrario di tutto.
Piccola nota di colore: tutti si sono accorti del particolare interesse mostrato dallassessore Buonriposi per questa variante urbanistica, vogliamo augurarci che la stessa solerzia e passione la sappia trovare anche per ledilizia scolastica.


Cecilia Carmassi e Serena Mammini
A nome del Gruppo Consiliare LUlivo-Pd



news

20-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news