LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Due Regge, due storie diverse. Persano e Venaria
20-07-2009
Mariantonietta Sorrentino

Venaria lo spettacolo della Corte nel rito della Caccia. E fin qua ci si arriva facilmente anche via web: una certezza la stretta connessione storico-logistica tra la citt, la Reggia sabauda e La Mandria , alias una tenuta con i numeri di una maggiorata fisica. A questo spettacolo Bellitalia, Rai 3 sede di Firenze,ha dedicato, a ragione, pi di un suo servizio. Ma i palazzi per i piaceri del Re, con relative tenute, non sono monopolio solo del Piemonte. Anche i Borbone del Regno di Napoli avevano il culto della caccia, poco importa se si trattava di selvaggina o di belle signore. Centro per l'allevamento e la riproduzione di cavalli di razza destinati ai sovrani sabaudi e alla pratica venatoria, la tenuta piemontese una realt invidiabile perch tutelata. Ma se La Mandria di Torino conserva, tra le altre cose, il pi significativo esempio di foresta planiziale ancora presente nella regione, diversa sorte toccata alla nostra Persano ( Sa) che aveva i numeri per piacere e poteva diventare volano di sviluppo se solo la Campania avesse avuta la stessa cura per i Beni Culturali dimostrata dalla Regione Piemonte.
Cos non stato, ahim. Quanto i Borbone hanno amato ed hanno lasciato non stato fatto oggetto di tutela. La realt della Reggia di Persano (Sa) stata quasi cancellata dallincuria, dalle depredazioni , insomma dagli eventi successivi lUnit di Italia. E quando una tessera di pregio si perde lintero territorio ne viene danneggiato, si depaupera, smarrendo un tratto del suo volto. Nella localit lussureggiante, adagiata ai piedi dei monti Alburni, ancora insiste quanto rimane di quel Casino di Caccia reale, progettato dall ingegnere militare spagnolo Juan Domingo Piana, migliorato dal genio di Luigi Vanvitelli e, soprattutto, fortemente voluto dalla passione venatoria del Re e non solo da quella. La Reggia oggi ospita un Comando Militare dellEsercito Italiano. Un tempo era solo feudo di Persano, ossia sinonimo di caccia e di cavalli reali. L nel 1763 Carlo III di Borbone ordin l'inizio di una pianificata opera di miglioramento della pregiata razza equina esistente. Molti ignorano che il simbolo rampante della Ferrari fu mutuato proprio dal cavallo di Persano, una razza scelta ottenuta da stalloni arabi ed inglesi, destinata alle unit di Cavalleria e di Artiglieria nonch all'attivit equestre dell'Esercito. Amaro finale di partita per un territorio che, con il Fusaro, Caserta e Carditello, fu scelto dai Borbone per lo svago.
Le puntate che Bellitalia Rai 3 ha dedicato alla realt sabauda ci ricorda la nostra perdita. Qua nel salernitano non stato possibile tessere un servizio giornalistico, made by Rai.
Venaria, Persano. Due regge, due storie diverse per esito, ma non per genesi.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news