LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Due Regge, due storie diverse. Persano e Venaria
20-07-2009
Mariantonietta Sorrentino

Venaria lo spettacolo della Corte nel rito della Caccia. E fin qua ci si arriva facilmente anche via web: una certezza la stretta connessione storico-logistica tra la citt, la Reggia sabauda e La Mandria , alias una tenuta con i numeri di una maggiorata fisica. A questo spettacolo Bellitalia, Rai 3 sede di Firenze,ha dedicato, a ragione, pi di un suo servizio. Ma i palazzi per i piaceri del Re, con relative tenute, non sono monopolio solo del Piemonte. Anche i Borbone del Regno di Napoli avevano il culto della caccia, poco importa se si trattava di selvaggina o di belle signore. Centro per l'allevamento e la riproduzione di cavalli di razza destinati ai sovrani sabaudi e alla pratica venatoria, la tenuta piemontese una realt invidiabile perch tutelata. Ma se La Mandria di Torino conserva, tra le altre cose, il pi significativo esempio di foresta planiziale ancora presente nella regione, diversa sorte toccata alla nostra Persano ( Sa) che aveva i numeri per piacere e poteva diventare volano di sviluppo se solo la Campania avesse avuta la stessa cura per i Beni Culturali dimostrata dalla Regione Piemonte.
Cos non stato, ahim. Quanto i Borbone hanno amato ed hanno lasciato non stato fatto oggetto di tutela. La realt della Reggia di Persano (Sa) stata quasi cancellata dallincuria, dalle depredazioni , insomma dagli eventi successivi lUnit di Italia. E quando una tessera di pregio si perde lintero territorio ne viene danneggiato, si depaupera, smarrendo un tratto del suo volto. Nella localit lussureggiante, adagiata ai piedi dei monti Alburni, ancora insiste quanto rimane di quel Casino di Caccia reale, progettato dall ingegnere militare spagnolo Juan Domingo Piana, migliorato dal genio di Luigi Vanvitelli e, soprattutto, fortemente voluto dalla passione venatoria del Re e non solo da quella. La Reggia oggi ospita un Comando Militare dellEsercito Italiano. Un tempo era solo feudo di Persano, ossia sinonimo di caccia e di cavalli reali. L nel 1763 Carlo III di Borbone ordin l'inizio di una pianificata opera di miglioramento della pregiata razza equina esistente. Molti ignorano che il simbolo rampante della Ferrari fu mutuato proprio dal cavallo di Persano, una razza scelta ottenuta da stalloni arabi ed inglesi, destinata alle unit di Cavalleria e di Artiglieria nonch all'attivit equestre dell'Esercito. Amaro finale di partita per un territorio che, con il Fusaro, Caserta e Carditello, fu scelto dai Borbone per lo svago.
Le puntate che Bellitalia Rai 3 ha dedicato alla realt sabauda ci ricorda la nostra perdita. Qua nel salernitano non stato possibile tessere un servizio giornalistico, made by Rai.
Venaria, Persano. Due regge, due storie diverse per esito, ma non per genesi.



news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news