LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Castel dell'Ovo spento (come tutti i monumenti)
08-09-2009
Angelo Forgione

Da qualche tempo, troppo ormai, l'impianto di illuminazione del Castel dell'Ovo fuori uso. Il panorama in notturna della citt ha perso il suo "gioiello". Perch?

Sabato sera, la sfilata dei carri di Piedigrotta si svolta in uno scenario, quello del lungomare, tetro e poco consono ad una festa. Sullo sfondo, il Castel dellOvo buio, indefinibile nei suoi contorni se non allesplodere dei fuochi di mezzanotte. Eppure proprio quello un monumento legato a doppio filo al mito della Crypta Neapolitana, e questo deve far riflettere sulla coscienza e cognizione storica di ci che si festeggiato.

Il Comune di Napoli e la Regione spieghino perch quell'impianto di illuminazione tanto decantato alla sua installazione non pi in funzione. Era stato realizzato a ridosso del 2000 con un corretto gioco di luci gestito da una centrale operativa (DigiLux VM 3000) e garantiva variazioni di colore ogni quindici minuti grazie a due proiettori posti alla destra del pontile daccesso e da cinque proiettori dello stesso tipo posti a circa 300 metri di distanza, sugli scogli in prossimit del lungomare. Limpianto non funziona pi da tempo e la cartolina notturna di Napoli ha perso il suo magico castello sullacqua. Questo vale per la gran parte dei monumenti di Napoli, consegnati alloscurit della notte. Non cos che si valorizza la citt, non cos che si attrae il turismo. Unitamente a Castel dell'Ovo, sono abbandonati al buio della notte il Palazzo Reale e tutto il Plebiscito, e Castel Sant'Elmo e Castel Nuovo non godono di sorte migliore.

A che serve "utilizzare" i fondi dell'Unione Europea per concerti di richiamo internazionale se poi ci sono situazioni basilari sulle quali non si interviene, pregiudicando l'immagine di Napoli che si intende invece valorizzare?

Singolare l'episodio di un turista che nel mese di Luglio si piazzato con macchina fotografica e trepiedi su Via Partenope e per buona mezz'ora al buio ha atteso invano che si illuminasse il castello. Poi, stufo, al sottoscritto che vi si intratteneva piacevolmente, ha chiesto: <> . A seguire la mortificazione nell'informarlo che il castello "muore" al tramonto.

Si attendono risposte affinch anche su questa vicenda non si taccia e si restituisca al panorama della citt la sua bellezza in notturna.

Nelle foto allegate, Castel dell'Ovo nelle versioni illuminato e spento durante la sfilata dei carri (come da tanti mesi a questa parte).
Angelo Forgione
Movimento V.A.N.T.O.
(Valorizzazione Autentica Napoletanit a Tutela dell'Orgoglio)



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news