LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trieste, una torre nella Barcola
25-09-2009
Elpidio Fiano

Nella nostra Barcola, biglietto da visita di Trieste,
esiste un monumento architettonico di grande valore storico; al numero 11 di via Nicolodi, e di fronte esattamente alla grande costruzione che fu della nobile famiglia Giuliani, del patriziato triestino, possibile ammirare una torre circolare, di forma, cio cilindrica, a due piani; coronata da una
balconata in legno e con copertura a capanna in tegole. Questa costruzione, ora monumento tutelato dal Ministero dei Beni Culturali, quindi monumento nazionale, in passato fu parte della dimora dei Giuliani come pertinenza, forse ad uso granaio; risale, in effetti, a molti secoli addietro; anche senza
documenti la tradizione popolare, che la definisce torre turca, la vuole come torre di avvistamento contro le scorribande dei pirati saraceni; almeno 1400 dunque. Se giungiamo al 1800 il tavolare asburgico la definisce stalla.
Insomma, le supposizioni sono molte, ma la stessa era ancora abitata negli anni 50 del secolo scorso.
Allinizio di questanno il monumento stato
restaurato in maniera, mi permetto di dire, non del tutto adeguata, secondo il mio parere, alla sua funzione storica. Dal confronto delle immagini, possibile osservare come la stessa appariva prima del restauro e come appare ora.
In sostanza, le facciate, per cui era prevista nel progetto la
conservazione secondo le metodologie degli originali, sono ora ricoperte di malta (di colore giallo) ma le stesse, prima erano in pietra arenaria. Vuol dire questo dunque, conservare lo stato simile alloriginale?
Mi domando e vi domando: nel 1400 era in uso forse la malta, e per di pi di colore giallo?
Il fatto che la superficie della torre ora appare molto diversa da prima. Lo stesso dicasi per la zoccolatura, ora fatta con tecnica modernissima; ed il tipo tradizionale di riferimento previsto sul progetto dove finito?
Questo tutto; in una zona, tra laltro, quella di Barcola, del tutto vincolata a livello ambientale e paesaggistico, simili variazioni dello stato originale, tra laltro a mio parere non affatto necessarie, costituiscono un lento degrado
della storicit dellambiente cittadino.

Elpidio Fiano



news

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

Archivio news