LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli - Sos Chiesa di San Giacomo degli Spagnoli
03-12-2009
Laura Giuliano

Sos Chiesa di San Giacomo degli Spagnoli



La chiesa di San Giacomo degli Spagnoli il caso emblematico delle condizioni in cui si trovano quegli edifici religiosi di Napoli che non rientrano nelliter turistico e per tale motivo non meriterebbero, secondo alcuni, la medesima cura ed il medesimo interesse dei pi gettonati.

Il che si manifesta innanzi tutto in una chiusura al pubblico quasi permanente, comportando una mancata fruizione e una sottrazione del luogo e allo studio e alla semplice curiosit del comune visitatore; un problema sul quale si dovrebbe riflettere seriamente, risolverlo o almeno spiegarne i motivi.

Nel caso in questione lo scenario che si presenta davanti agli occhi di colui che ha la fortuna di entrare in San Giacomo degli Spagnoli inaccettabile e improponibile.

La chiesa infatti presenta seri problemi di umidit su buona parte della struttura delledificio e sulle opere pittoriche ivi presenti, mi riferisco a lavori di artisti importanti quali la Crocifissione e la tavola con la Madonna col Bambino e i Santi Antonio e Francesco da Paola entrambe di Marco Pino, altra tavola la Madonna appare a San Girolamo di Michele Curia, il Martirio di San Giacomo di Domenico Antonio Vaccaro e la Deposizione di Giovan Bernardo Lama, per citarne alcune. Ebbene queste ed altre opere sono accomunate da uno stesso destino, che senza entrare nellambito tecnico del restauro- credo si possa classificare come un fenomeno di decomposizione della materia pittorica, iniziato da chiss quanto tempo, campanello dallarme di un prossimo annullamento delle rappresentazioni. Non dimentichiamo poi che si tratta di una chiesa che testimonia un capitolo molto importante della storia partenopea, la Napoli dei Vicer, e luogo in cui si conferivano le insegne dellordine di San Giacomo della Spada.

Detto ci, c da chiedersi se qualcuno si sia gi reso conto della distruzione cui vanno incontro queste opere e, se s, cosa stato fatto. Perch sono state abbandonate? Perch non si intervenuti sullumidit delle pareti? Perch bisogna sempre giungere a sperare che almeno si salvi il salvabile?

Non irrilevante un altro dato: questa chiesa nel 1819 stata inglobata nellala destra dellomonimo palazzo, tuttora sede del Municipio di Napoli; fatto bizzarro -verrebbe da pensare- dato che il problema lo si ha sotto il naso e non si muove un dito. O forse la soluzione stata gi presa: chiudere gli occhi, anzi chiudere la chiesa che il motivo principale per il quale non ho potuto portare avanti la mia ricerca su questo caso.

Dal canto mio lamore per larte, per Napoli, la mia etica e il rispetto, limportanza che attribuisco alla conservazione del nostro passato, delle nostre radici e delle tracce lasciate dai maestri ma anche dai piccoli artisti di bottega, minducono a denunciare laccaduto e a sperare che questo primo passo non sia vano. E poi cosa direbbe Marco Pino, che si scelse Napoli per patria come racconta tra il vero e il fantasioso Bernardo De Dominici, se vedesse le sue opere cos bistrattate?

Laura Giuliano



news

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

15-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 OTTOBRE 2017

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

Archivio news