LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Esperimento burlone ma verosimile
23-12-2009
Francesco Floccia

Riferiscono le agenzie web la notizia dello spot che il Mibac ha realizzato per fare pubblicit al patrimonio artistico italiano col fine di attirare pubblico e visitatori. “Aiuto, portano via il Colosseo. Campagna choc per l'arte” (Marco Morello ne “il Giornale”, 18/12/2009) il contenuto di un’immagine, tra altre, che mostra la demolizione del monumento accompagnata dal messaggio Se non lo visiti, lo portiamo via. Sperando che non ci siano animi scherzosi che condividano cinicamente il minacciato smantellamento – si sa che il mondo web e quello dei media composto anche da lettori sarcastici, macabri umoristi, ironici o comunque distaccati – viene da pensare che forse non era il caso di fare al gi celeberrimo anfiteatro romano ulteriore pubblicit seppur in questo caso minacciosamente punitiva per noi cittadini che, se pigri o renitenti nel visitarlo, ne verremmo privati for ever. Si sa bene che il Colosseo e l’area archeologica romana hanno gi di per s notevoli pic chi di affluenza turistica e pertanto sarebbe bene che ulteriori spot (forse gi previsti) rendessero noti ai pi i tanti altri nascosti musei e luoghi artistici che caratterizzano l’Italia pi ignorata. Reclamizzare ci che gi conosciuto universalmente pu essere un lancio per una inedita campagna pubblicitaria di un marchio ad ampi contenuti e prodotti ma, come suole dirsi, in alcuni casi il prodotto vincente marcia da solo anche senza richiami propagandistici; n pu far conto la grande istituzione Mibac, gestore di tanto patrimonio, esclusivamente sui fatturati economici e di prestigio che gli derivano dai soliti quattro/cinque rinomatissimi siti di rilevanza nazionale (Brera, Uffizi, Borghese/cult, Pompei, Roma nel suo complesso). Sono i prodotti senza mercato che tendono a scomparire cos come oggi rischiano l’oblio musei senza pubblico, materie culturali senza cultori, cose d’arte senza curiosi, bellezze paesaggistiche senza turisti, professori senza carisma, polit ici senza idee, artisti senza notoriet. Gallerie d’arte antica piccole e preziose, musei a temi anticlassici, siti archeologici scomodi, inaccessibili e senza visibilit necessitano di richiami mediatici ancor pi di ci che gi a tutti noto: se si smonta metaforicamente il Colosseo, la notizia vola; se mettessero in disarmo un museo dell’ EUR (quartiere di Roma), la notizia creerebbe schok solo in coloro che vi lavorano. E’ poi la nostra una societ che rimpiange in modo duraturo ci che scompare? E se la rimozione forzata del Colosseo fosse goliardicamente - o a parere di pragmatici e possibili punti di vista – l’occasione migliore per risolvere problemi di parcheggio o di svago o di accoglienza per turisti accaldati e con voglia di souvenir, grazie proprio alla costruzione di un confortevole rest house modernamente finestrato e ancora multipiano? Siamo certi che – anche la sola idea - della demolizione/scomparsa di cose antiche creerebbe effettivamente scandalo, sent imenti di riscossa, sussulto culturale, orgogliosa volont nella maggioranza della popolazione di richiederne invece strenuamente il recupero? Ne dubito. Nessuno rimpiange la TV in bianco e nero, n il giradischi, n la “600” o il telefono a gettoni o men che mai la ‘Spina di Borgo’, i quartieri antichi che gravavano sulle aree dei ‘Fori Imperiali, n la serrata rete urbanistica antecedente la realizzazione del romano Corso Rinascimento. Il Colosseo smontato, il Davide trasmigrato, gli Uffizi rifondati all’estero per fatale globalizzazione prossima ventura delle cose d’arte oltre che delle persone, a lungo andare susciteranno nei ricordi di chi apparterr agli eterogenei ricambi generazionali del domani momentanee nostalgie, non certamente recriminazioni. 19/12/2009



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news