LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La cultura degli “Istituti” e quella “liquida”
00-00-0000
Francesco Floccia

Grandi polemiche in queste ore sulla stampa per l’abrogazione dei finanziamenti pubblici a una fitta lista di Istituti Culturali italiani attuata da parte del Ministero dell’Economia: lo stesso ministro Bondi si dichiara contro “i tagli indiscriminati alla cultura” (varie notizie web). Ma nel 2010 ancora l’”Istituto culturale” a rappresentare la scienza, il sapere, la ufficialit e la severit di ci che appunto si chiama – oggi - “Cultura”? E’ noto il concetto abbastanza recente di “cultura liquida”: “La cultura di oggi fatta di offerte, non di norme. Come aveva gi notato Pierre Bourdieu, la cultura vive di seduzione, non di disciplina normativa, di pubbliche relazioni, non di elaborazione di politiche” (vedi: “spazioblog.progettoculturale, Zygmunt Bauman – Avvenire, 21 febbraio 2010”). “L’elemento ludico nella cultura moderna” citato da Johan Huizinga (“Homo ludens”, Leida 1938) da considerarsi tuttora vivo e dinamicamente proficuo per produrre o acquisire notizie, n ozioni, inedite o svelate sicch la gente comune, l’opinione pubblica nel suo complesso, grazie a tanta informazione da pi parti intercettata, riceve comunque molteplici conoscenze che diventano inevitabilmente ‘cultura’ per tutti. Al di l degli “Istituti” dalle finalit culturali la societ italiana ha un numero alto di fonti di apprendimento (radio, tv, web, carta stampata, scambi interpersonali, il capillare sistema di comunicazione pubblica e privata) che consentono a chiunque lo voglia di accedere liberamente e secondo il proprio stile di vita a tutto ci che suole definirsi, seppur incompletamente, cultura: possesso di nozioni e soprattutto modo di essere intimo e palese. I musei italiani in grande maggioranza hanno un numero scarso di visitatori salvo riempirsi in rade circostanze ma sempre grazie a massicci battages pubblicitari: necessitano allora le postazioni storiche rappresentate da strutture culturali seppur ufficiali, dotte e severe oppure bene mettere da parte per un p di tempo, come disse Erasmo da Rotterdam, il “Sapiente…silenzioso e accigliato” che ”non solo non ha nessuna pratica delle cose pi comuni, ma lontano le mille miglia dalle opinioni e dalle istituzioni popolari”? (vedi E. da R.., “Elogio della pazzia”, Einaudi editore 1964, pp. 40-41). Probabilmente la societ italiana nel suo complesso alla ricerca di nuovi sistemi di apprendimento e diffusione di cultura e con quella attualmente definibile “liquida” sta sperimentando una cosa nuova. Non devono essere i “tagli” quindi ad allarmare la politica ma deve invece suscitare interesse la vivace e spontanea attenzione che l’opinione pubblica ha nei riguardi di tutto ci che stimolo per una propria individuale capacit creativa e di immediata accessibilit alla conoscenza.

30/5/2010
Francesco Floccia



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news