LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Se si restaura anche il brutto ricordo
13-09-2010
Francesco Floccia

Se vero l’assioma secondo cui i giovani di norma tendono a spendere e gli anziani a risparmiare (cfr. Vittorio Carlini, “La popolazione invecchia? Azioni e case perdono valore”, www.ilsole24ore.com, 5/8/2010) ci vuol dire che l’intera societ grazie ai primi diventa dinamica mentre con i secondi si mostra quieta, economicamente asfittica, statica; e allora - come si legge nell’intervento delle news di Patrimoniosos (7/9/2010) “Abruzzo/ricostruzione: dimore storiche, le criticita' per il recupero” - sono solo “le problematiche amministrativo-finanziarie legate alla ricostruzione ed al restauro delle residenze storiche aquilane” o la “carenza normativa per gli interventi sull'edilizia privata in centro storico e dalle incertezze sugli indennizzi per le grandi dimore storiche aquilane” a rendere difficile, lenta e problematica la ricostruzione del terremotato patrimonio monumentale abruzzese? Come scrivono oggi sul “Corriere della Sera” Sergio Rizzo e G. Antonio Stella nell’a rticolo “La citt in briciole che ha paura di perdere l’identit” all’Aquila, prima del terremoto, “c’erano 27 mila universitari, per met fuori sede”, giovani studenti che consentivano alla vita cittadina vivacit, un certo benessere, pragmatismo politico e sociale. Ora, cambiata la situazione, i molti problemi da sciogliere naturalmente sono anche le distruzioni specie quelle parziali degli edifici e particolarmente di quelli storici, le “strade piene di macerie”, tutte le ipotesi legate alla ricostruzione o al ripristino di ci che recuperabile nella visione ottimistica del ritorno della citt alle condizioni del pre-sisma: ma sono effettivamente le “problematiche amministrativo-finaziarie” o le numerose opinioni e norme che regolamentano il “restauro” dei monumenti e anche dei palazzi urbani – che, non so ma suppongo, in buona parte saranno normali abitazioni distribuite in tagli diversi – i primi aspetti a doversi affrontare per impiantare tra le tante questioni che richiede la ricostruzione della citt anche - e forse in primo luogo - l’onnipresente tema della “tutela” del patrimonio culturale? Perch non possibile invece cercare una nuova e moderna identit sociale che certamente gi in nuce giacch un terribile avvenimento quale stato quello del sisma 2009 non pu non avere modificato nel profondo comportamenti, consuetudini, stati d’animo e aspettative in tutti i protagonisti di quel drammatico teatro di morte, di distruzione, di ansie psicologiche. Il termine “restauro” esteso – in tal caso – all’esigenza del recupero strutturale e urbanistico dell’area, significa mantenere vivo o comunque mai cancellabile anche l’evento naturale che cos violentemente ha modificato la realt antropica aquilana e del circondario: se valeva lo “slogan ‘com’era, dove era’” (cfr.”La difesa del patrimonio artistico”, testi per ‘Italia Nostra’, Oscar Mondadori, 1978, p. 156) – formula peraltro evocata anche nel sottotitolo del citato articolo del “Corriere della Sera”- tale imperativo storico/culturale rimandava alla situazione italiana dei “danni bellici” post Seconda guerra mondiale. Teorizzare nell’attuale contesto dell’evento sismico naturale una ricostruzione urbana secondo tale slogan invece anacronismo formale e non percezione e occasione di conoscenza di una identit individuale e collettiva comunque nuova e attualizzata e che, seppur legata alle tradizioni, non potr mai conservare tutte le memorie e i ricordi di ci che stato.

11/9/2010
Francesco Floccia



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news