LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Se si restaura anche il brutto ricordo
13-09-2010
Francesco Floccia

Se è vero l’assioma secondo cui i giovani di norma tendono a spendere e gli anziani a risparmiare (cfr. Vittorio Carlini, “La popolazione invecchia? Azioni e case perdono valore”, www.ilsole24ore.com, 5/8/2010) ciò vuol dire che l’intera società grazie ai primi diventa dinamica mentre con i secondi si mostra quieta, economicamente asfittica, statica; e allora - come si legge nell’intervento delle news di Patrimoniosos (7/9/2010) “Abruzzo/ricostruzione: dimore storiche, le criticita' per il recupero” - sono solo “le problematiche amministrativo-finanziarie legate alla ricostruzione ed al restauro delle residenze storiche aquilane” o la “carenza normativa per gli interventi sull'edilizia privata in centro storico e dalle incertezze sugli indennizzi per le grandi dimore storiche aquilane” a rendere difficile, lenta e problematica la ricostruzione del terremotato patrimonio monumentale abruzzese? Come scrivono oggi sul “Corriere della Sera” Sergio Rizzo e G. Antonio Stella nell’a rticolo “La città in briciole che ha paura di perdere l’identità” all’Aquila, prima del terremoto, “c’erano 27 mila universitari, per metà fuori sede”, giovani studenti che consentivano alla vita cittadina vivacità, un certo benessere, pragmatismo politico e sociale. Ora, cambiata la situazione, i molti problemi da sciogliere naturalmente sono anche le distruzioni specie quelle parziali degli edifici e particolarmente di quelli storici, le “strade piene di macerie”, tutte le ipotesi legate alla ricostruzione o al ripristino di ciò che è recuperabile nella visione ottimistica del ritorno della città alle condizioni del pre-sisma: ma sono effettivamente le “problematiche amministrativo-finaziarie” o le numerose opinioni e norme che regolamentano il “restauro” dei monumenti e anche dei palazzi urbani – che, non so ma suppongo, in buona parte saranno normali abitazioni distribuite in tagli diversi – i primi aspetti a doversi affrontare per impiantare tra le tante questioni che richiede la ricostruzione della città anche - e forse in primo luogo - l’onnipresente tema della “tutela” del patrimonio culturale? Perché non è possibile invece cercare una nuova e moderna identità sociale che certamente è già in nuce giacché un terribile avvenimento quale è stato quello del sisma 2009 non può non avere modificato nel profondo comportamenti, consuetudini, stati d’animo e aspettative in tutti i protagonisti di quel drammatico teatro di morte, di distruzione, di ansie psicologiche. Il termine “restauro” esteso – in tal caso – all’esigenza del recupero strutturale e urbanistico dell’area, significa mantenere vivo o comunque mai cancellabile anche l’evento naturale che così violentemente ha modificato la realtà antropica aquilana e del circondario: se valeva lo “slogan ‘com’era, dove era’” (cfr.”La difesa del patrimonio artistico”, testi per ‘Italia Nostra’, Oscar Mondadori, 1978, p. 156) – formula peraltro evocata anche nel sottotitolo del citato articolo del “Corriere della Sera”- tale imperativo storico/culturale rimandava alla situazione italiana dei “danni bellici” post Seconda guerra mondiale. Teorizzare nell’attuale contesto dell’evento sismico naturale una ricostruzione urbana secondo tale slogan è invece anacronismo formale e non percezione e occasione di conoscenza di una identità individuale e collettiva comunque nuova e attualizzata e che, seppur legata alle tradizioni, non potrà mai conservare tutte le memorie e i ricordi di ciò che è stato.

11/9/2010
Francesco Floccia



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news