LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

S.Fortunata:una chiesa rupestre nel territorio di Sutri
Giuseppe Finocchio (giusfi81@yahoo.it)
Universit degli studi della Tuscia Viterbo
Conservazione dei Beni Culturali, Archeologia medievale
Relatori: E.De Minicis

rupestre

Loggetto della mia ricerca il sito di S.Fortunata presso Sutri,analizzato come emblema del riuso di precedenti emergenze funerarie rupestri da parte di comunit monastiche, a partire dallaltomedioevo ;con la conseguente trasformazione di queste ultime in in esempi abitativi legati ad esigenze cultuali.
La scelta dellarea sutrina come fulcro del mio interesse stata motivata dal fatto che in questa zona, cos ben attestante il suddetto fenomeno,ad eccezione dei numerosi interventi sulle emergenze rupestri antiche del periodo etrusco romano e sulla chiesa mitreo di S.Maria del Parto,non si proceduti di molto nello studio e nellapprofondimento.
La focalizzazione del mio studio sulla chiesa di S.Fortunata, scaturita dal fatto che questultima presenta notevoli spunti dinteresse sotto diversi profili:la posizione topografica,la tipologia planimetrica,la decorazione pittorica ed il fenomeno di modifica e riuso di ambienti appartenenti al periodo antico.
La tesi si compone di quattro capitoli :il primo capitolo,dopo aver inquadrato larea esamaninata allinterno della fascia geologica del territorio viterbese,ne definisce poi lo sviluppo topografico prima del medioevo,da me compreso sotto il termine di preesistenze.
A questo proposito,si analizzano i primi fenomeni antropici del territorio sutrino,a partire dallet preistorica e fino alla piena et romana e si conclude con lindicazione delle principali testimonianze architettoniche presenti nella citt e nei suoi immediati dintorni riguardanti questultimo periodo storico.
Il secondo capitolo fornisce un supporto di tipo storico,attraverso un dettagliato quadro dinsieme, sia riguardo allo sviluppo topografico che alla storia della citt attraverso i secoli.
Sutri viene cos documentata nel suo passaggio dalle modeste origini al primo grande periodo romano; si passa poi allanalisi della sua partecipazione al cristianesimo, e alla grande stagione medievale con la messe di eventi e di documenti che la riguardano.Chiude questo secondo capitolo la crisi della citt sopraggiunta in et moderna, a seguito delle distruzioni ad opera di capitani di ventura, ed al cambiamento della viabilit,con la perdita, da parte della citt,della sua antica e preminente posizione lungo la Cassia.
Il terzo capitolo analizza tutte le emergenze rupestri di carattere medievale di Sutri e dei suoi dintorni con un primo accenno al sito di S. Fortunata ed in modo particolare alla sua probabile decorazione architettonica come possibile elemento datante.
Il quarto ed ultimo capitolo, infine, analizza il sito di S.Fortunata sotto tutte le sue componenti. Nella prima parte la chiesa viene analizzata attraverso la sua attestazione nella documentazione medievale e nelle visite pastorali, senza tralasciare limportante aspetto dellintitolazione che chiude questo primo intervento.
Nella seconda parte invece,si passa allanalisi della chiesa rupestre e di tutti i suoi annessi.
Per lanalisi di tutte le componenti della chiesa mi sono servito di una serie di sopralluoghi volti ad una sempre pi completa conoscenza delledificio rupestre e del suo contesto,della rielaborazione di una pianta,dellesecuzione di due prospetti, e di unampia documentazione fotografica.
Nelle conclusioni,dopo aver ipotizzato le dinamiche di sviluppo del sito ho cercato di istituire dei confronti tra la chiesa di S.Fortunata e le altre chiese rupestri del territorio nazionale,con particolare riferimento a quelle dellarea viterbese catalogate dalla Raspi Serra ;ho cos strutturato una griglia di contesto architettonico e stilistico che potesse fornire ulteriori riferimenti per linquadramento stilistico del monumento e per una sua eventuale datazione.
Durante i miei sopralluoghi non ho potuto fare a meno di rammaricarmi nel notare come il monumento, pur trovandosi di fronte al Parco Archeologico della citt, versi in uno stato dinspiegabile abbandono.
La mia tesi vuole essere un piccolo contributo per la conoscenza di questaffascinante episodio rupestre sutrino, e spero abbia anche unutilit nella sua futura valorizzazione,in concomitanza con una mostra che si dovrebbe organizzare nei prossimi mesi.




news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news