LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le traduzioni a stampa delle sculture berniniane
Daniela Vinci (dandanvin@yahoo.it)
universit della Tuscia- Viterbo
Conservazione dei beni culturali, indirizzo storico-artistico area moderna
Relatori: Daniela Cavallero Gallavotti

131080

Le traduzioni a stampa delle sculture berniniane Daniela Vinci

Se la fortuna critica su Gian Lorenzo Bernini non risulta ancora sistematica nonostante la numerosa quantit di scritti noti da tempo agli studi, la fortuna visiva delle sue opere un capitolo tralasciato o trattato con parzialit. Non esiste ad oggi una catalogazione completa delle stampe che traducono le sue realizzazioni.
Con il presente lavoro si cercato di dare organicit a questo tema con esempi noti e meno noti, contemporanei o pi tardi, che ritraggono le sculture berniniane romane. La ricerca non ha comunque la pretesa di essere esaustiva, attestando la vasta produzione incisoria che si interessata al Bernini senza soluzione continuit.
La ricerca del materiale grafico e delle fonti mi ha portato a confrontarmi con numerose tematiche. Innanzitutto la fortuna visiva delle sculture di Gian Lorenzo Bernini non trascura alcuna parte della sua carriera, mantenendo vivo linterresse per questo artista e per le sue creazioni. sintomatico che le sue opere, appena realizzate, siano oggetto di traduzioni che testimoniano un immediato confronto con lopera e la loro conseguente diffusione affidata al mezzo incisorio. stato poi di fondamentale importanza confrontarsi con casi in cui la realizzazione berniniana tradotta nel suo aspetto originario prima cio che successivi interventi, di carattere censorio o legati al gusto del tempo, ne alterassero lequilibrio. Le vedute che ritraggono le fontane enfatizzano l imponenza e la monumentalit di queste fantasiose creazioni ed ebbero da subito una vasta diffusione commerciale.
Tramite le incisioni si delinea una storia dellopera, degli interventi subiti nel corso dei secoli e dellimportanza che le imprese del Bernini hanno costantemente mantenuto ma anche degli interessi commerciali, del gusto estetico e delle variabili ma costanti finalit delle traduzioni che le stamperie romane producevano.
La tesi si articola in un capitolo introduttivo alla tematica delle stampe di traduzione con una casistica delle incisioni poi trattate nel catalogo, un accenno alla personalit degli incisori e alle tecniche utilizzate e una breve storia degli stampatori a Roma dal Seicento . Il successivo catalogo si articola invece con una breve introduzione per ogni opera trattata(32 soggetti) seguita dalle relative schede delle stampe censite. In considerazione del numero delle stampe stesse(113), si deciso di procedere per soggetto. Per limpostazione della scheda si fatto riferimento al volume a cura di Marina Carta sulle incisioni della collezione Apollonj Ghetti edito nel 2003.
La scheda si articola in una parte tecnica ed analitica in cui vengono riportate: la collocazione, la tecnica, le misure, la datazione, le indicazioni di responsabilit, le sottoscrizioni editoriali, le iscrizioni e le notizie sul libro, nel caso in cui la stampa faccia parte di un testo. Vi infine una parte discorsiva relativa alla descrizione della stampa e alle notizie storico- critiche che la riguardano.
La ricerca ha dunque raccolto in una sorta di museo cartaceo le opere berniniane, scultoree e monumentali, disseminate per Roma offrendo un metodo di fruizione diverso ed alternativo complementare alla visione diretta delle opere.





news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news