LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Atlante topografico informativo della citt di Nola
Maria Carmela Polisi (mcpolisi@tiscali.it)
Conservazione dei Beni Culturali, Archeologico
Relatori: Stefania Quilici Gigli

Topografia e GIS

Questo progetto di tesi ha avuto come presupposto, la realizzazione di un GIS archeologico. Il lavoro stato strutturato in diversi momenti.
La prima fase della tesi si concentrata sullanalisi geomorfologia del territorio interessato, tenendo conto dei condizionamenti che possono derivare dalla morfologia e dalla geologia del sito al fine di comprendere i motivi che hanno spinto gli antichi abitanti di questo territorio a sceglierlo da pi di 4000 anni, com testimoniato dallevidenza archeologica.
Nella seconda fase ha concentrato lattenzione sullo studio delle fonti letterarie ed epigrafiche che hanno notevolmente contribuito allanalisi storico archeologica dellarea, partendo dal testo del nolano Ambrogio Leone risalente al 1514, fino ai nostri giorni, con le opere di Donceel e Bonghi Jovino.
La terza fase stata indirizzata nella raccolta dei dati disponibili, relativi alle scoperte avvenute nella citt e dei resti ancora riconoscibili. Lo studio si propone come limiti cronologici il periodo compreso tra let del Bronzo antico, quando compaiono i segni di un insediamento stabile ad Ovest della citt, e lo sviluppo del territorio in epoca imperiale .
La complessit della raccolta dei dati provata dal fatto che la citt di Nola presenta una storia delle scoperte archeologiche molto antica, risalente alla met del 1500, e che proseguita ininterrottamente fino ai nostri giorni, tant che molti siti risultano ancora non pubblicati.
Si proseguito comunque nelloperare una lettura complessiva dei dati, tenendo conto delle diverse epoche storiche che si susseguono nel territorio, dei limiti che spesso derivano da pochi ritrovamenti, come per esempio per let del ferro e arcaica, dalla morfologia del terreno, e dai rinvenimenti archeologici dei paesi limitrofi che spesso indicano i limiti urbani del nolano .
La lettura dei dati archeologici e letterari raccolti, ha cos permesso di condurre una ricostruzione topografica e di poter comprendere gli spostamenti e le evoluzioni della citt di Nola.
La quarta fase ha visto la realizzazione del progetto GIS diviso in due viste :
1-Carta archeologica ( fig. 1);
2- Carta di fase ( fig. 2 ).
La divisione in due viste stata scelta per consentire una pi facile lettura dellevidenza archeologica sia nel complesso, cio prendendo in considerazione tutti i rinvenimenti dellarea e creando in questo modo una carta archeologica, sia dividendo i siti in base alle fasi storiche : Et del Bronzo, Et del ferro e arcaica, Et repubblicana e infine, Et imperiale.
Ci ha consentito di effettuare uno studio topografico della citt, e di osservare le mutazioni urbane che si sono succedute nel corso dei secoli e , analizzando i resti allesterno del circuito urbano, comprenderne i limiti territoriali.



news

21-04-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 aprile 2019

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

Archivio news