LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nuovi modelli di gestione museale
ANTONELLA FLECCA (anto.flesh@libero.it)
UNIVERSIT DI TORINO
SCIENZE POLITICHE, AMMINISTRATIVO
Relatori: LUIGI BOBBIO

GESTIONE ORGANIZZATIVA MUSEALE, FONDAZIONI, MUSEO EGIZIO, TORINO

Dalla nascita delle prime collezioni pubbliche nel XVIII secolo listituzione museale non ha mai riscontrato linteresse, il successo, il riconoscimento sociale di questi ultimi anni.

Testimonianze di questa nuova primavera del museo a livello internazionale sono osservabili con il fiorire di sempre nuove iniziative: istituzione di nuovi e particolari musei, testimoni del mutamento sociale e della maggiore attenzione rivolta alle aspettative del nuovo pubblico; riapertura di vecchie strutture finalmente rivalorizzate; arricchimento e diversificazione dei servizi offerti.

Contemporaneamente, viene percepita in maniera sempre maggiore, la necessit e lopportunit di sperimentare nuovi modelli organizzativi pi efficaci, efficienti e confacenti alle funzioni e specificit di queste istituzioni. Sono perci al vaglio politico e istituzionale nuove formule e possibilit: la partecipazione dei privati al finanziamento delle iniziative culturali; il riconoscimento di una maggiore autonomia organizzativa, finanziaria, contabile; lapertura al mercato per lerogazione dei servizi offerti.

Lelaborazione del presente lavoro prevede uno studio articolato in tre filoni. Ad ognuno sar dedicato un preciso capitolo.
Il primo capitolo consiste in unintroduzione al moderno concetto di museo, alla sua controversa evoluzione nel corso degli anni e in particolare il suo inscindibile legame con il peculiare ordinamento giuridico nazionale.
Il secondo capitolo dedicato alla via italiana alla gestione dei musei. Viene presentata unanalisi puntuale e documentata delle varie forme di gestione delle strutture museali: dai modelli tradizionali alle nuove frontiere organizzative prospettate dalla recente nuova normativa in materia di beni culturali; dalla gestione pubblica ai pi efficienti musei privati, individuando di volta in volta identit e differenze, problematiche e possibili prospettive. Attraverso il caso della Regione Umbria, ad esempio, possibile comprendere concretamente le potenzialit che le reti museali offrono, osservando in azione le leve del cambiamento istituzionale, organizzativo e manageriale.
Il terzo filone di indagine restringe il campo alla prospettiva imprenditoriale: la gestione dei musei come aziende. Lo scopo quello di analizzare come, pur mantenendo inalterata la tutela e rispettando le particolari caratteristiche del bene museo, possibile raggiungere con successo ampliamenti delle dimensioni del business in termini di fatturato, occupazione, gradimento e interesse del pubblico fruitore.
Tale obiettivo potrebbe essere raggiunto dando ai beni culturali, e in particolare alle istituzioni museali, un carattere gestionale di tipo privatistico, favorendo liniziativa e il coinvolgimento dei privati a sostegno della cultura anche e soprattutto a livello amministrativo e gestionale.
In questottica viene presentato il particolare caso del Museo Egizio di Torino, secolare vanto indiscusso della citt ed ora vero e proprio laboratorio di sperimentazione per nuove forme collaborate di gestione museale nellottica del project financing, la finanza di progetto che convoglia fondi pubblici e privati in progetti comuni.

La Fondazione Museo delle Antichit Egizie di Torino il primo tentativo attuato in Italia di gestione mista dei beni culturali, dato il coinvolgimento del Ministero, degli Enti locali e di realt del mondo privato. Lobiettivo, nelle parole dei promotori, il rilancio di unistituzione che gi dispone di grande professionalit e di uninestimabile patrimonio storico-scientifico e che ora intenzionata a rendersi maggiormente fruibile ad un pubblico ancora pi ampio.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news