LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Interrogazione a risposta scritta 4-04156 [Taverna Catena]
2014-03-21


Atto Camera

presentato da
DI MAIO Luigi
testo di
Venerd 21 marzo 2014, seduta n. 195

  LUIGI DI MAIO.
Al Ministro dei beni e delle attivit culturali e del turismo. Per sapere
premesso che:
nel 1967 il Ministero della pubblica istruzione (che allora aveva competenza anche per i beni culturali), pronunciandosi in via definitiva sull'esatta localizzazione dello storico incontro tra Giuseppe Garibaldi e Vittorio Emanuele II, avvenuto il 26 ottobre 1860 nei pressi della Casa bianca (cos definita dallo scrittore garibaldino Giuseppe Cesare Abba nel suo famoso Diario dei Mille), dichiar il suddetto immobile conosciuto anche come Taverna Catena, nel comune di Vairano Paternora in provincia di Caserta, di interesse particolarmente importante sottoponendolo alle disposizioni della legge n. 1089 del 1939;
a tal proposito, occorre altres ricordare che il modesto cippo lapideo posto davanti alla Casa bianca al fine di ricordare il celebre incontro sopra citato, fu inaugurato contemporaneamente al Vittoriano, in occasione delle manifestazioni celebrative per il cinquantenario dell'Unit d'Italia nel 1911;
attualmente il complesso monumentale di Taverna Catena, che rappresenta con tutta evidenza un luogo di fondamentale importanza per la memoria collettiva e l'identit comune degli italiani, versa in una penosa e preoccupante situazione di degrado;
la tutela di tale complesso monumentale appare del tutto inadeguata con conseguenti rischi di ulteriore degrado e crolli delle ampie strutture interne. Peraltro, occorre segnalare il reiterato scempio architettonico fatto di superfetazioni e continui abusi che ne hanno alterato persino la configurazione esterna originaria, cos come si pu facilmente verificare da un reportage fotografico a disposizione dell'interrogante;
peraltro, la Soprintendenza per i beni ambientali, architettonici, artistici e storici per le province di Caserta e Benevento con la nota prot. n. 21103 del 7 dicembre 1987 ha espresso parere favorevole alla richiesta di sanatoria presentata per lavori abusivi riguardanti l'immobile denominato Taverna Catena;
tale nota stata poi annullata dalla IV sezione del TAR Campania con sentenza del 12 ottobre 2005 n. 19204/05 Reg. Sent.;
le motivazioni di tale sentenza, che definisce sicuramente contraddittorio e ingiustificato e privo di congrua motivazione il parere annullato, testimonia con evidenza ad avviso dell'interrogante un problema di omesso controllo da parte del Ministero nei confronti della Soprintendenza;
appare sempre pi necessario procedere con un puntellamento e con la messa in sicurezza del complesso monumentale di Taverna Catena :
quali siano le informazioni in possesso del Ministro interrogato in merito alla situazione del complesso monumentale di Taverna Catena;
se il Ministro interrogato non ritenga doveroso procedere con urgenza alla messa in sicurezza delle ampie strutture interne (laterali e retrostanti) del complesso minacciate da cedimenti, intervento indispensabile per evitare il ripetersi di situazioni di crollo come quelle che si verificano periodicamente presso il sito archeologico di Pompei;
se la Soprintendenza per i beni ambientali, architettonici, artistici e storici per le province di Caserta e Benevento abbia imposto al proprietario, possessore o detentore gli interventi necessari per assicurare la messa in sicurezza e la conservazione del bene culturale, ai sensi dell'articolo 32 del codice dei beni culturali e del paesaggio e successive modificazioni e integrazioni;
se la Soprintendenza per i beni ambientali, architettonici, artistici e storici per le province di Caserta e Benevento, vista l'assoluta urgenza, non ritenga, opportuno adottare direttamente le misure conservative necessarie a salvaguardare il bene architettonico da ulteriori danni;
se il Ministro, attraverso la direzione generale per l'organizzazione, gli affari generali, l'innovazione, il bilancio ed il personale, non ritenga prioritario assumere iniziative per lo stanziamento di un finanziamento straordinario per avviare immediatamente un primo, indispensabile lotto di lavori delle fabbriche di Taverna Catena nel comune di Vairano Paternora (Caserta), rivalendosi successivamente in danno al proprietario, possessore o detentore, cos come prevedono gli articoli 33-34 del codice dei beni culturali e del paesaggio;
se il Ministro interrogato non ritenga doveroso altres impegnarsi affinch siano garantite risorse finanziarie aggiuntive per restaurare e restituire definitivamente alla collettivit un bene culturale simbolo di un periodo storico e di un evento di fondamentale importanza, anche in considerazione del fatto che l'intera struttura pu rappresentare un importante e strategico luogo di approfondimento delle grande questioni di fondo italiane come la questione meridionale. (4-04156)

http://aic.camera.it/


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news