LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Interrogazione a risposta in commissione 5-02709 [sentieri storici Negrar]
2014-04-29


Atto Camera
presentato da
ZARDINI Diego
testo di
Marted 29 aprile 2014, seduta n. 220

  ZARDINI. Al Ministro dei beni e delle attivit culturali e del turismo . Per sapere premesso che:
nel comune di Negrar (Verona), al centro della Valpolicella, esiste una rete di sentieri storici che nell'anno 2006 stata tracciata, recuperata, ripulita, tabellata e descritta/raccontata in una pubblicazione, il tutto a cura e spese del comune, della provincia e della regione;
tali sentieri sono tutti regolarmente descritti nelle carte CAI e per una parte importante si identificano e si intrecciano con il cosiddetto sentiero europeo E5, uno del percorsi escursionistici pi conosciuti e apprezzati in Europa, che unisce il Lago di Costanza all'Adriatico;
negli ultimi tre-quattro anni la manutenzione della rete di sentieri stata trascurata e ora essa versa in uno stato di abbandono e degrado;
la rete dei sentieri storici costituisce un rilevante valore aggiunto per l'economia della zona, e, specialmente in un momento di grande difficolt come l'attuale, rappresenta un elemento insostituibile perch possa crescere e consolidarsi un turismo di qualit, come negli obiettivi dichiarati di tutta l'attivit di pianificazione territoriale anche dell'attuale amministrazione comunale;
uno dei sentieri pi rinomati, denominato traverso del Fontesan, stato di recente oggetto di una richiesta di cancellazione dell'uso pubblico da parte dei proprietari del terreno;
la mancata cancellazione dell'uso pubblico stata sin qui determinata dalla considerazione che il sentiero ha una storia plurisecolare, collocandosi sulla tratta che gli antichi abitanti della zona percorrevano per raggiungere dal Nord la piana di Verona, tramite un percorso naturalistico di notevole rilevanza;
dal sentiero del Fontesan si gode tra l'altro di una vista mozzafiato sulla pianura Padana, sulla citt di Verona, su tutta la Valpolicella e su gran parte del lago di Garda;
il sentiero del Fontesan anche l'unico percorso che consente di raggiungere il sito archeologico del Monte Roccolo, sulla cui sommit gli antichi abitanti dell'et dei metalli, secondo gli studiosi, avevano collocato uno dei loro luoghi di culto pi importanti;
il consiglio comunale di Negrar, nella seduta del 19 giugno 2013, ha cancellato l'uso pubblico del sentiero, nonostante nella precedente seduta la delibera fosse stata ritirata e fosse stato deciso dai consiglieri di formare una commissione sui percorsi e sentieri storici, con il compito di riesaminare la situazione complessiva dei sentieri presenti sul territorio comunale e di intraprendere un percorso di valorizzazione e salvaguardia;
la cancellazione dell'uso pubblico avvenuta nonostante tutti i frontisti e i vicini abbiano formalmente espresso la loro totale contrariet all'iniziativa e nonostante l'iniziativa di denuncia, convocata nella frazione di Montecchio domenica 9 giugno 2013, da parte di numerosi gruppi escursionistici e ambientalisti della zona: Colline Veronesi, CTG, CAI, Comitato Gruppi alpinistici, Gruppo escursionistico El Capel, Emozioni in movimento, Piromacogno, Il Carpino, Legambiente Verona, WWF Verona, WWF sud-ovest veronese, Ambiente Lessinia Archeologia, Valpolicella 2000, Fumane futura;
risulta quindi incomprensibile ai cittadini di Negrar una decisione assunta contro la volont manifesta di molti di loro e che rappresenta un danno alla collettivit senza alcuna compensazione nota :
di quali elementi disponga il Ministro in ordine a quanto esposto in premessa, se la cancellazione dell'uso pubblico del sentiero pregiudichi la fruizione del sito archeologico del Monte Roccolo e quali eventuali iniziative, per quanto di competenza, intenda assumere per salvaguardare beni pubblici di rilevante valore storico, paesaggistico e turistico come quelli sopra indicati. (5-02709)



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news