LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/04022
2015-03-24

ATTO CAMERA
INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/04022
Dati di presentazione dell'atto

Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 330 del 12/11/2014

Firmatari

Primo firmatario: MANNINO CLAUDIA
Gruppo: MOVIMENTO 5 STELLE
Data firma: 12/11/2014
Elenco dei co-firmatari dell'attoNominativo co-firmatario Gruppo Data firma
FRACCARO RICCARDO MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
BUSTO MIRKO MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
DAGA FEDERICA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
DE ROSA MASSIMO FELICE MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
MICILLO SALVATORE MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
SEGONI SAMUELE MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
TERZONI PATRIZIA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
ZOLEZZI ALBERTO MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
CANCELLERI AZZURRA PIA MARIA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
CURRO' TOMMASO MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
DI BENEDETTO CHIARA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
DI VITA GIULIA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
D'UVA FRANCESCO MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
GRILLO GIULIA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
LOREFICE MARIALUCIA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
LUPO LOREDANA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
MARZANA MARIA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
NUTI RICCARDO MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
RIZZO GIANLUCA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014
VILLAROSA ALESSIO MATTIA MOVIMENTO 5 STELLE 12/11/2014

Commissione assegnataria

Commissione: VII COMMISSIONE (CULTURA, SCIENZA E ISTRUZIONE)

Destinatari

Ministero destinatario:

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO delegato in data 12/11/2014

Stato iter:
IN CORSO
Fasi iter:

MODIFICATO PER COMMISSIONE ASSEGNATARIA IL 12/11/2014
SOLLECITO IL 17/12/2014
SOLLECITO IL 15/01/2015
SOLLECITO IL 12/02/2015

Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-04022
presentato da
MANNINO Claudia
testo di
Mercoled 12 novembre 2014, seduta n. 330

MANNINO, FRACCARO, BUSTO, DAGA, DE ROSA, MICILLO, SEGONI, TERZONI, ZOLEZZI, CANCELLERI, CURR, DI BENEDETTO, DI VITA, D'UVA, GRILLO, LOREFICE, LUPO, MARZANA, NUTI, RIZZO e VILLAROSA.

Al Ministro dei beni e delle attivit culturali e del turismo.

Per sapere
premesso che:
con il decreto-legge 12 settembre 2014 n. 133, all'articolo 25, stata apportata l'ennesima modifica all'articolo 146 del codice dei beni culturali e del paesaggio che regola il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica;
l'articolo 25, al comma 3 del decreto-legge n. 133 del 2014 dispone la soppressione del primo e del secondo periodo del comma 9 dell'articolo 146 e la riscrittura del terzo periodo, in base al quale l'amministrazione competente (la regione ovvero l'ente subdelegato) una volta decorsi 60 giorni dalla ricezione della documentazione relativa alla domanda di autorizzazione da parte del soprintendente, senza che quest'ultimo abbia espresso il parere prescritto provvede sulla stessa domanda di autorizzazione;
in base allo stesso articolo 146 del Codice dei beni culturali, al comma 5, il parere del Soprintendente all'esito dell'approvazione delle prescrizioni d'uso relative ai beni paesaggistici oggetto delle dichiarazioni di notevole interesse pubblico effettuate dalla regione ovvero di quelli individuati dal piano paesaggistico nonch dell'accertamento, da parte dello stesso Ministero, dell'avvenuto adeguamento dei piani urbanistico-territoriali alle stesse prescrizioni assume natura obbligatoria non vincolante, e viene reso entro il termine di 45 giorni dalla ricezione degli atti, decorsi i quali l'amministrazione competente provvede sulla domanda di autorizzazione;
la riformulazione dell'articolo 146 comma 9 del Codice dei beni culturali e del paesaggio operata con il richiamato articolo 25 comma 3 del decreto-legge n. 133 del 2014 punta a sancire la prescindibilit del parere dei soprintendenti in tutti i casi, annullando di fatto la differenza tra il regime normativo vigente nel casi, di cui al comma 5, nei quali il parere del soprintendente ha natura obbligatoria e non vincolante, e quello che trova applicazione nei casi restanti, ossia quando non sono state ancora approvate le prescrizioni e i piani paesaggistici e non stata verificato, da parte del Ministero dei beni e delle attivit culturali, l'effettivo adeguamento rispetto a quest'ultimi dei piani urbanistico-territoriali;
ad esito della riformulazione del comma 9 dell'articolo 146 del Codice dei beni culturali e del paesaggio, disposta dall'articolo 25 del decreto legge n. 133 del 2014, lo stesso articolo 146, infatti, dispone che nei casi nei quali il parere del soprintendente ha natura obbligatoria non vincolante, l'amministrazione competente adotta la decisione rispetto alla domanda di autorizzazione, dopo 45 giorni dalla ricezione dei documenti da parte del Soprintendente, nei casi nei quali quest'ultimo non abbia reso il parere prescritto, mentre negli altri casi e dunque quando il parere del Soprintendente dovrebbe restare obbligatorio e vincolante l'amministrazione competente provvede sulla domanda di autorizzazione, in modo analogo, solo dopo 60 giorni;
lo statuto della regione siciliana, all'articolo 14, stabilisce che l'Assemblea regionale ha la legislazione esclusiva, tra le altre materie, su turismo, vigilanza alberghiera e tutela del paesaggio e conservazione delle antichit e delle opere artistiche;
con decreto del Presidente della Repubblica 30 agosto 1975 n. 637 (di seguito decreto del Presidente della Repubblica n.637/1975) sono state dettate le norme di attuazione dello statuto della Regione Siciliana in materia di tutela del paesaggio e di antichit e belle arti, stabilendo che l'amministrazione regionale esercita nel territorio della regione tutte le attribuzioni delle amministrazioni centrali e periferiche dello Stato in materia di antichit, opere artistiche e musei, nonch di tutela del paesaggio;
con lo stesso decreto del Presidente della Repubblica n. 637 del 105, stato stabilito che tutti gli atti previsti dalle leggi 1o giugno 1939, n. 1089 e 29 giugno 1939, n. 1497 successivamente confluite nel Codice dei beni culturali e del paesaggio e da ogni altra disposizione comunque concernente le materie indicate al punto precedente sono adottati dall'amministrazione regionale, e che la stessa amministrazione ha per l'obbligo di darne comunicazione bimestrale per conoscenza al Ministero allora denominato per i beni culturali ed ambientali, ora all'attuale Ministero dei beni e delle attivit culturali e del turismo;
l'articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica n. 637 del 1975 ha stabilito, a questo scopo, che gli uffici periferici del Ministero per i beni culturali e ambientali allora esistenti nel territorio della regione siciliana, competenti in materia di protezione dei beni culturali e del paesaggio, passassero alle dipendenze della medesima regione Siciliana ed entrassero a far parte integrante della sua organizzazione amministrativa;
le soprintendenze statali trasferite per effetto del decreto del Presidente della Repubblica 637 del 1975 all'interno della regione siciliana sono state sostituite, in base alla legge regione siciliana 1o agosto 1977 n. 80, dalle soprintendenze uniche per i beni culturali ed ambientali che integrano le competenze spettanti alla soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio e quelle per i beni archeologici;
il ruolo del soprintendente che in base al citato articolo 146 del Codice dei beni culturali e del paesaggio tenuto a partecipare al procedimento finalizzato al rilascio dell'autorizzazione paesaggistica con le modalit descritte nello stesso articolo particolarmente delicato e rilevante al fine di garantire una corretta e autonoma valutazione degli effetti sui beni paesaggistici indotti dagli interventi di trasformazione urbanistico-edilizia;
ci garantito anche dal fatto che lo stesso soprintendente sia funzionalmente dipendente da un soggetto il Ministero dei beni e delle attivit culturali terzo rispetto all'amministrazione competente al rilascio dell'autorizzazione paesaggistica che , di norma, la regione ovvero un ente subdelegato da quest'ultima;
in Sicilia, a differenza di quanto accade nelle regioni ordinarie, le soprintendenze per i beni culturali ed ambientali sono funzionalmente dipendenti dalla regione e dunque dalla stessa amministrazione competente rispetto al rilascio dell'autorizzazione paesaggistica, alla quale come noto sono attribuite anche competenze relative all'urbanistica e pi in generale all'uso e alla trasformazione del territorio;
, dunque, particolarmente necessario verificare e valutare quali effetti possa avere in Sicilia una disposizione normativa, come quella introdotta con l'articolo 25 del decreto-legge n. 133 del 2014, in base alla quale l'amministrazione competente (e dunque la Regione ovvero l'ente subdelegato) adotta la determinazione conclusiva sulla domanda di autorizzazione presentata, in mancanza del parere del soprintendente, in tutti i casi nei quali quest'ultimo non pervenga entro 60 giorni a decorrere dalla ricezione della documentazione relativa alla domanda di autorizzazione;
in sede di conversione in legge del decreto 12 settembre 2014 n. 133, il Governo ha accolto l'ordine del giorno n. 149 del deputato Fraccaro, con il quale la Camera impegna lo stesso Governo ad assicurare la regolare pubblicazione in una sezione del sito web del Ministero dei beni e delle attivit culturali e del turismo delle comunicazioni bimestrali della regione siciliana :
se nel rispetto delle prerogative costituzionalmente garantite della regione siciliana in materia di tutela dei beni culturali e del paesaggio intenda assicurare un esame pi attento delle comunicazioni bimestrali degli atti e dei provvedimenti in materia di tutela dei beni culturali e del paesaggio, di cui all'articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica n. 637 del 1975, che la stessa regione siciliana tenuta a trasmettere al Ministero, alla luce delle modifiche al procedimento per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica, apportate con l'articolo 25 del decreto legge n. 133 del 2014;
se, e con quale tempistica, intenda dare le disposizioni necessarie affinch le comunicazioni bimestrali di cui all'articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica 637 del 1975 trasmesse dalla regione siciliana vengano rese pubbliche anche attraverso il sito web del Ministero dei beni e delle attivit culturali e del turismo;
se, sempre nel rispetto delle citate prerogative costituzionalmente garantite della regione siciliana sulla base delle comunicazioni bimestrali, di cui all'articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica 637 del 1975, intenda prendere in esame i risultati dell'applicazione dell'articolo 146 del Codice dei beni culturali e del paesaggio che presuppone l'esistenza di un'amministrazione regionale competente e di un soggetto terzo (il soprintendente) con il compito di esprimere il proprio parere sulla proposta di provvedimento trasmessa dalla citata amministrazione competente in una realt amministrativa, come quella siciliana, all'interno della quale la soprintendenza dipende funzionalmente dalla stessa amministrazione regionale. (5-04022)

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=27507&stile=7&highLight=1&par


news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news