LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Direttiva generale del Ministro sull'azione amministrativa e sulla gestione per l'anno 2003 (II parte)
2003-02-18

Direttiva generale del Ministro sull'azione amministrativa e sulla gestione per l'anno 2003, emanata ai sensi degli articoli 4 e 14 del D.Lgs.vo 30 marzo 2001, n.165 (registrata dalla Corte dei Conti il 26 marzo 2003, Registro 1 foglio 243)


continua



DIREZIONE GENERALE PER LO SPETTACOLO DAL VIVO


SPTV 1 Obiettivo strategico:
Incrementare e migliorare l'attivit di vigilanza sugli Enti di settore.


SPTV 1.1 - Obiettivo operativo:
monitorare l'attivit di vigilanza sugli Enti di settore.


SPTV 1.1.1 - Indicatore:
iniziative di vigilanza attivate;
relazione sui risultati conseguiti.


SPTV 1.2 - Obiettivo operativo:
monitorare la partecipazione dei privati nelle Fondazioni Lirico-Sinfoniche e valutare i requisiti posseduti.


SPTV 1.2.1 - Indicatore:
n. di Fondazioni con partecipazione di privati/totale fondazioni.



SPTV 2 Obiettivo strategico:
Migliorare l'offerta dei servizi resi agli operatori del settore attraverso una maggiore efficienza interna.


SPTV 2.1 - Obiettivo operativo:
adeguare e potenziare il sistema informativo, proseguendo l'informatizzazione dei Servizi.


SPTV 2.1.1 - Indicatori:
n. servizi informatizzati / totale servizi;
n. PC / n. dipendenti.


SPTV 2.2 - Obiettivo operativo:
semplificare il processo di assegnazione dei fondi del FUS: possibilit di accesso al sito con la disponibilit della modulistica, anche quella delle autocertificazioni in applicazione della normativa.


SPTV 2.2.1 - Indicatore:
n. modelli on line / totale modelli.


SPTV 2. 3 - Obiettivo operativo:
studio di fattibilit per la presentazione on line delle istanze (nella fase conclusiva dell'obiettivo precedente).


SPTV 2.3.1 - Indicatore:
verifica dei tempi di attuazione a scadenza trimestrale.


SPTV 2.4 - Obiettivo operativo:
predisporre elementi per standard di efficacia, efficienza, economicit mediante l'avvio dell'analisi dei processi.


SPTV 2.4.1 - Indicatore:
n. processi analizzati / totale processi.


SPTV 2.5 -Obiettivo operativo:
monitoraggio sulle procedure di assegnazione delle risorse.


SPTV 2.5.1 Indicatore:
tempo medio di liquidazione dei singoli finanziamenti.


SPTV 2.6 - Obiettivo operativo:
introduzione del protocollo informatico.


SPTV 2.6.1 - Indicatore:
n. documenti informatizzati in uscita / totale documenti in uscita;
n. documenti informatizzati in entrata / totale documenti in entrata.


SPTV 2.7 - Obiettivo operativo:
inizio monitoraggio delle attivit finanziate mediante l'analisi delle tipologie finanziate nei vari settori, anche in rapporto alle aree geografiche.


SPTV 2.7.1 - Indicatore:
n. tipologie per settori;
n. tipologie per aree geografiche.



SPTV 3 Obiettivo strategico:
Potenziare l'attivit di promozione della cultura italiana dello spettacolo.


SPTV 3.1 - Obiettivo operativo:
istituire l'Ufficio per la comunicazione e la promozione delle relazioni nazionali e internazionali, partecipare a eventi, seminari, accordi culturali e di cooperazione, e relativo adeguamento del sito.


SPTV 3.1.1 - Indicatore:
n. attivit nazionali e internazionali.


SPTV 4 Obiettivo strategico
Qualificare la presenza italiana in ambito europeo.


SPTV 4.1 - Obiettivo operativo:
Iniziative realizzate in funzione del semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea.


SPTV 4.1.1 - Indicatore:
numero iniziative realizzate (distinte per tipologia).




DIREZIONE GENERALE PER IL CINEMA



CINE 1 Obiettivo strategico:
Ridefinizione in chiave di agevole ed efficace fruizione dei sostegni previsti dalla legge in favore del cinema.


CINE 1.1 - Obiettivo operativo:
semplificazione delle procedure di accesso.


CINE 1.1.1 - Indicatore:
n. procedure analizzate / n. totale procedure.


CINE 1.2 Obiettivo operativo:
snellimento delle fasi istruttorie.


CINE 1.2.1 - Indicatore:
tempo medio per istruttoria.


CINE 1.3 Obiettivo operativo:
rimodulazione dell'iter di liquidazione e monitoraggio delle attivit oggetto dell'intervento delle Amministrazione.


CINE 1.3.1 - Indicatore:
attivit liquidate/totale attivit oggetto di intervento.


CINE 1.4 Obiettivo operativo:
realizzazione di un modello di analisi e verifica dell'impatto dei meccanismi di sostegno alla produzione, distribuzione, esercizio.


CINE 1.4.1 - Indicatore:
emissione di un primo rapporto di analisi con set di indicatori.



CINE 2 Obiettivo strategico:
Comunicazione interna ed esterna attraverso l'informatizzazione dei flussi documentali.



CINE 2.1 Obiettivo operativo:
avvio ed introduzione di un protocollo informatico rispondente alle specificit della Direzione e compatibile con il modello unico dell'Amministrazione.


CINE 2.1.1 - Indicatori:
n. documenti in uscita informatizzati / n. documenti in uscita;
n. documenti in entrata informatizzati / n. documenti in entrata;
n. servizi con protocollo informatico / n. totale servizi.


CINE 2.2 - Obiettivo operativo:
introduzione della possibilit di accedere ai servizi della Direzione Generale attraverso il sito internet con la disponibilit della modulistica on line e dei servizi interattivi d'informazione.


CINE 2.2.1 - Indicatori:
percentuale modulistica on line;
procedure con faq / totale procedure.



CINE 3 Obiettivo strategico:
Incremento del posizionamento strategico della Direzione Generale negli Organismi internazionali deputati al presidio del settore cinematografico.


CINE 3.1- Obiettivo operativo:
coordinamento operativo e dinamico con gli Enti e le Istituzioni internazionali coinvolti nel settore cinematografico, con gli altri settori della Pubblica Amministrazione e con gli operatori di comparto.


CINE 3.1.1 - Indicatori:
n. Enti e attivit internazionali rilevati;
n. Enti in cui rappresentata la Direzione Generale / n. Enti e attivit internazionali rilevati.


CINE 3.2 Obiettivo operativo:
realizzazione di un modello di analisi e verifica dell'impatto delle iniziative di promozione per il cinema in Italia ed all'estero sostenute dalla Direzione Generale.


CINE 3.2.1 - Indicatori:
n. iniziative nazionali e internazionali;
predisposizione di un primo rapporto di analisi.



CINE 4 Obiettivo strategico:
Incrementare e migliorare l'attivit di vigilanza sugli Enti di settore con particolare riguardo ai fondi assegnati.


CINE 4.1 - Obiettivo operativo:
monitorare l'attivit di vigilanza sugli Enti di settore.


CINE 4.1.1 - Indicatore:
iniziative di vigilanza attivate;
relazione sui risultati conseguiti.


CINE 4.2 -Obiettivo operativo:
monitoraggio sulle procedure di assegnazione delle risorse.


CINE 4.2.1 - Indicatore:
tempo medio di liquidazione dei singoli finanziamenti.



CINE 5 Obiettivo strategico
Qualificare la presenza italiana in ambito europeo


CINE 5.1 - Obiettivo operativo:
Iniziative realizzate in funzione del semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea.


CINE 5.1.1 - Indicatore:
numero iniziative realizzate (distinte per tipologia).




DIREZIONE GENERALE PER IL PATRIMONIO STORICO ARTISTICO E DEMOETNOANTROPOLOGICO


PSAD 1 Obiettivo strategico:
Potenziare e migliorare l'offerta dei servizi resi al pubblico.


PSAD 1.1 Obiettivo operativo:
definire un progetto per attuare il pieno funzionamento dei Poli Museali.


PSAD 1.1.1 - Indicatore:
presentazione del progetto entro il 30 settembre 2003.


PSAD 1.2 Obiettivo operativo:
programmare l'allargamento degli orari di apertura e le aperture speciali dei Musei.


PSAD 1.2.1 - Indicatori:
numero musei interessati/numero musei totale;
numero di ore di apertura erogate 2003/ numero di ore di apertura 2002;
numero di visitatori 2003/ numero di visitatori 2002;
spese correnti 2003/spese correnti 2002.



PSAD 1.3 Obiettivo operativo:
incentivare l'attivit didattica.


PSAD 1.3.1 - Indicatori:
numero insegnanti comandati;
numero delle convenzioni e degli accordi attivati con le scuole;
numero degli Istituti periferici coinvolti.


PSAD 1.4 Obiettivo operativo:
rilevare lo stato di adeguamento delle strutture museali ai criteri tecnico - scientifici e agli standards di funzionamento previsti dal D.M. 10.05.2001.


PSAD 1.4.1 Indicatore:
numero istituti periferici monitorati/totale istituti monitorabili.


PSAD 1.5 Obiettivo operativo:
predisporre un programma di iniziative di rilevante interesse culturale in Italia e all'Estero.


PSAD 1.5.1 - Indicatore:
presentazione del programma entro il 28 febbraio 2003.


PSAD 1.6 Obiettivo operativo:
verificare le condizioni per la concessione a soggetti diversi dallo Stato della gestione dei servizi finalizzati al miglioramento della funzione della Direzione Generale.


PSAD 1.6.1 - Indicatore:
numero delle concessioni attivate.



PSAD 2 Obiettivo strategico:
Incrementare la conoscenza del patrimonio storico artistico e demoetnoantropologico.


PSAD 2.1 Obiettivo operativo:
Implementare la precatalogazione e la catalogazione dei beni storico, artistici e demoetnoantropologici mediante l'utilizzo di strumenti informatici in stretto rapporto con le Regioni, gli Enti locali e la CEI e lo sviluppo di un sistema informativo a supporto degli Uffici Esportazione in collegamento con la banca dati dei beni illecitamente sottratti gestita dal Comando Carabinieri TPA.


PSAD 2.1.1 - Indicatori:
schede informatiche prodotte;
Uffici Esportazione informatizzati/totale Uffici Esportazione.





PSAD 3 Obiettivo strategico:
Continuare l'opera di restauro del patrimonio di competenza al fine della conservazione dello stesso e l'opera di tutela al fine anche di incrementare le pubbliche collezioni.


PSAD 3.1 Obiettivo operativo:
predisporre un programma annuale di interventi di restauro dei beni con la rilevazione delle situazioni di rischio e incrementare le raccolte museali.


PSAD 3.1.1 - Indicatore:
predisposizione del programma annuale entro 31 marzo 2003.



PSAD 4 Obiettivo strategico:
Operare il contenimento della spesa pubblica.


PSAD 4.1 Obiettivo operativo:
attuare il monitoraggio dei finanziamenti e dello stato di avanzamento dei lavori con particolare controllo dei tempi di programmazione.


PSAD 4.1.1 - Indicatori:
numero monitoraggi/totale uffici periferici.



PSAD 5 Obiettivo strategico
Contenere i costi con l'ottimizzazione di tutte le risorse disponibili.


PSAD 5.1 - Obiettivo operativo:
migliorare il processo di utilizzo delle risorse finanziarie e diminuire la consistenza dei residui passivi anche attraverso la semplificazione delle procedure e la diffusione delle tecnologie informatiche.


PSAD 5.1.1 - Indicatori:
totale pagato in contabilit speciale / totale giacenze al 31 dicembre 2002 in contabilit speciale;
totale pagato in contabilit speciale / totale versato in contabilit speciale;
totale pagato su contabilit ordinaria in conto residui / totale residui;
totale pagato su contabilit ordinaria in conto competenza / totale stanziato.



PSAD 6 Obiettivo strategico
Qualificare la presenza italiana in ambito europeo


PSAD 6.1 - Obiettivo operativo
Iniziative realizzate in funzione del semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea.


PSAD 6.1.1 Indicatore:
numero iniziative realizzate (distinte per tipologia).




DIREZIONE GENERALE PER L'ARCHITETTURA E L'ARTE CONTEMPORANEE



DARC 1 Obiettivo strategico:
Incremento del patrimonio pubblico di arte contemporanea.


DARC 1.1 - Obiettivo operativo:
attuazione del piano dell'arte contemporanea previsto dalla Legge 29/2001; predisposizione del piano per l'acquisto sul mercato, la committenza, l'acquisizione delle opere d'arte con concorsi di promozione dell'arte.


DARC 1.1.1 - Indicatore:
n. opere acquistate / n. opere approvate dalla Commissione;
relazione particolareggiata sulle operazioni necessarie sia per la predisposizione del piano da sottoporre al Ministro sia per l'acquisto dalla quale risultino evidenziati gli eventuali elementi ostativi alla definizione dell'acquisto.



DARC 2 Obiettivo strategico:
Favorire la conoscenza e provvedere alla tutela dell'architettura degli ultimi cinquant'anni.


DARC 2.1 - Obiettivo operativo:
digitalizzazione e costruzione banca dati degli Archivi dei disegni degli Architetti Carlo Scarpa e Aldo Rossi; in particolare per l'anno 2003 si intende completare le operazioni relative all'archivio dei disegni di Aldo Rossi, con pubblicazione on line.


DARC 2.1.1 Indicatore:
n. disegni ordinati / n. totale disegni.


DARC 2.2 - Obiettivo operativo:
individuare gli episodi pi significativi e meritevoli di attenzione relativi all'architettura degli ultimi cinquant'anni per la sua conoscenza e tutela; precatalogazione e catalogazione dell'Architettura degli ultimi cinquant'anni - numero di opere da definire.


DARC 2.2.1 - Indicatori:
n. province esplorate / totale province;
n. dipendenti addetto / totale dipendenti.


DARC 2.3 - Obiettivo operativo:
incrementare la banca dati per la consultazione pubblica delle opere di architettura e urbanistica di progettisti italiani che hanno operato all'estero.



DARC 2.3.1 - Indicatore:
n. opere individuate e informatizzate 2003/ n. opere individuate 2002
sintesi delle operazioni svolte.



DARC 3 Obiettivo strategico:
Vigilanza sulla realizzazione del Centro Nazionale per le Arti Contemporanee di Roma.


DARC 3.1 - Obiettivo operativo:
monitoraggio delle varie fasi operative (appalto ed esecuzione dei lavori) del Centro per le Arti Contemporanee di Roma.


DARC 3.1.1 - Indicatori:
n relazioni trimestrali sull'attivit svolta.



DARC 4 Obiettivo strategico:
Incrementare e migliorare l'attivit di vigilanza sugli Enti di settore.


DARC 4.1 - Obiettivo operativo:
monitorare l'attivit di vigilanza sugli Enti di settore.


DARC 4.1.1 - Indicatore:
iniziative di vigilanza attivate;
relazione sui risultati conseguiti.



DARC 5 Obiettivo strategico
Qualificare la presenza italiana in ambito europeo.


DARC 5.1 - Obiettivo operativo
Iniziative realizzate in funzione del semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea.


DARC 5.1.1 - Indicatore:
numero iniziative realizzate (distinte per tipologia).


Si rinvia all'Allegato A (non presente sul sito, ndr) per le schede di dettaglio sugli obiettivi strategici e operativi.



SERVIZIO CONTROLLO INTERNO


Nell'anno 2003 proseguir l'opera avviata sulla base delle disposizioni recate dal decreto ministeriale del 5 settembre 2001 Linee guida per il funzionamento del Servizio di controllo interno.

Alla luce degli adempimenti previsti dalla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri per la programmazione strategica e la predisposizione delle direttive generali dei Ministeri per l'attivit amministrativa e la gestione per l'anno 2003 il Servizio di controllo interno fornir al Ministro rapporti intermedi almeno quadrimestrali sullo stato di attuazione della presente Direttiva, contenenti valutazioni e proposte volte a consentire gli aggiustamenti che vengano ritenuto necessari per il conseguimento degli obiettivi nei tempi prefissati.

Il Servizio di controllo interno, nella fase di attuazione della Direttiva, provveder a:

definire il sistema di monitoraggio sull'attuazione della direttiva, segnalando al Ministro nodi e criticit rilevati;

raccordarsi con i Servizi di controllo interno degli altri Ministeri per impostare, costruire ed implementare, con il coordinamento del Comitato tecnico scientifico della Presidenza del Consiglio dei Ministri, azioni di benchmarking fra le diverse amministrazioni dello Stato;

fornire l'apporto necessario per le iniziative di carattere formativo;

attivare - in via sperimentale - il modello di controllo di gestione;

sperimentare il sistema di valutazione dei dirigenti;


Lo stesso Servizio del controllo interno esaminer la relazione predisposta dall'Amministrazione sull'esperienza maturata sui sistemi di controllo di gestione e di valutazione dei dirigenti che dovr essere presentata al Dipartimento della Funzione Pubblica entro il 31 dicembre 2003, in adempimento alla citata direttiva dell'8 novembre 2002.




******



Entro 45 giorni dalla presente Direttiva con successivo provvedimento verranno emanati i seguenti programmi:

programmi di azione che indicheranno: i risultati attesi, i soggetti coinvolti, i tempi di completamento previsti, le principali attivit pianificate, gli indicatori adottati per la misurazione del conseguimento degli obiettivi sopraindicati e le risorse che saranno impiegate;

i piani delle spese ordinarie e straordinarie previsti dall'art.7 del decreto legge 20 maggio 1993, n.149, convertito, in legge 19 luglio 1993, n.237;

il Piano esecutivo per il 2003, concernente la diffusione delle tecnologie della comunicazione e dell'informazione (ICT), in corso di formulazione in attuazione della Direttiva recante Linee guida in materia di digitalizzazione dell'Amministrazione, emanata dal Ministro per l'innovazione e le tecnologie in data 20 dicembre 2002.

Si fa riserva di ridefinire, eventualmente, gli Obiettivi assegnati ai Dirigenti destinatari della presente direttiva, in considerazione di quanto sar disposto con il regolamento di cui al comma 4 dell'art. 60 della legge 27 dicembre 2002, n.289 (finanziaria 2003).


La presente direttiva sar inviata agli Organi di controllo per il visto e la registrazione.


Roma, 18 febbraio 2003


IL MINISTRO

http://www.beniculturali.it/normative/dettagliodirettive.asp?Id=997


news

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

15-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 OTTOBRE 2017

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

Archivio news