LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Progetto di legge: Disposizioni per l' assunzione da parte del Ministero per i beni e le attivita' culturali del personale con contratto di lavoro a tempo determinato
2003-02-14

SENATO DELLA REPUBBLICASENATO DELLA REPUBBLICA



XIV LEGISLATURA




N. 2009





DISEGNO DI LEGGE


diniziativa del senatore SCALERA


COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 14 FEBBRAIO 2003





Disposizioni per lassunzione da parte del Ministero per i beni e le attivit culturali del personale con contratto di lavoro a tempo determinato





Onorevoli Senatori. Negli ultimi anni il Ministero per i beni e le attivit culturali ha assunto molte persone con contratti di lavoro a tempo determinato. Nel complesso, questo personale stato assunto a tempo determinato ai sensi dellarticolo 8, comma 7, del decreto-legge 30 gennaio 1998, n. 6, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 marzo 1998, n. 61, e successive modificazioni, dellarticolo 22, comma 5, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, e dellarticolo 1, comma 1, della legge 16 dicembre 1999, n. 494.


In particolare, lintervento stato giustificato per fare fronte allevento giubilare del 2000 e altre unit di lavoro sono state assunte sempre a tempo determinato par-time (ai sensi della legge 27 dicembre 1997, n. 449), al fine di assicurare lapertura quotidiana, con orario prolungato, di musei, gallerie, aree archeologiche, biblioteche e archivi di Stato, un ampio settore culturale che riveste per lo Stato italiano un ruolo di notevole rilevanza sociale ed economica.

La politica fin qui perseguita dal Ministero per i beni e le attivit culturali ha positivamente determinato un incremento di visitatori e di introiti che nel quadriennio 1997-2000 ha davvero raggiunto risultati eccezionali, grazie anche agli orari prolungati e serali, possibili per la presenza di tale personale, che ha offerto un servizio efficiente, di guida e di accoglienza, per i visitatori italiani e stranieri, con un livello di qualificazione professionale elevato. Infatti, i musei dove sono stati impiegati tali lavoratori osservano tutti un orario di apertura di almeno undici ore giornaliere, per almeno sei giorni a settimana. Nellarco del triennio 1997-1999 nei musei italiani si registrato un incremento del numero dei visitatori: dai 27 milioni del 1997 ai 27.648.000 del 1998, agli oltre 28 milioni del 1999. Gli incassi vanno dai 109 miliardi di lire del 1997, ai 126 miliardi di lire del 1998 e i 130 miliardi di lire del 1999, con una crescita percentuale superiore al 10 per cento su base annua. Tale andamento ha avuto un ulteriore picco nellanno 2000. Il successo che ha coronato lazione del Ministero ha per, adesso, lurgenza di dotarsi di risorse aggiuntive non solo per ripianare i vuoti di organico creatisi con i prepensionamenti ma soprattutto per fare fronte alle nuove aperture di siti museali ed espositivi.

Gli addetti ai servizi di vigilanza, inoltre, sono oggi in termini assoluti inferiori a quelli del 1990, un dato che diventa ancora pi significativo se lo confrontiamo con i numeri dei visitatori dei nostri maggiori musei, tenuto altres conto del fatto che ci sono musei e collezioni sconosciuti o ignorati dal grande pubblico e che meriterebbero, invece, di essere adeguatamente valorizzati.

Questi lavoratori diventano, dunque, una risorsa umana indispensabile per continuare a garantire unopportuna apertura dei siti culturali italiani e per consolidare ed estendere queste esperienze che si sono dimostrate altamente positive per lintero sistema dei beni culturali. Per questa ragione, con una recente normativa (legge 28 dicembre 2001, n. 448), stata prevista una nuova proroga fino al 31 dicembre 2002 per i lavoratori in questione che, altrimenti, avrebbero cessato la loro prestazione il 31 dicembre scorso.

Onde evitare una eterna precarizzazione di tali lavoratori, e tenuto conto della necessit di dotare il Ministero di tali risorse umane, si propone con il presente disegno di legge di stabilizzare il rapporto di lavoro di questi lavoratori, trasformandolo da rapporto di lavoro a tempo determinato a rapporto di lavoro a tempo indeterminato.





DISEGNO DI LEGGE



Art. 1.


(Personale a tempo determinato
del Ministero per i beni e le attivit
culturali)


1. Anche al fine di fare fronte alle esigenze di apertura quotidiana con orari prolungati di musei, gallerie, aree archeologiche, biblioteche e archivi di Stato, a decorrere dal 1 gennaio 2003 il Ministero per i beni e le attivit culturali autorizzato a procedere alla trasformazione dei rapporti di lavoro del personale gi assunto a tempo determinato di cui allarticolo 34 della legge 28 dicembre 2001, n. 448.


2. Ai fini di cui al comma 1 del presente articolo, le procedure concorsuali previste dallarticolo 4-bis del decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 luglio 1993, n. 236, sono assimilate alle procedure concorsuali gi espletate dal personale di cui allarticolo 22, comma 5, della legge 23 dicembre 1998, n. 448. La trasformazione del rapporto di lavoro del personale di cui al comma 1 avviene sulla base delle disponibilit organiche ed anche in soprannumero.



Art. 2.


(Copertura finanziaria)


1. Agli oneri derivanti dallattuazione della presente legge, valutati in 0,5 milioni di euro a decorrere dal 2003, si provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 2003-2005, nellambito dellunit previsionale di base di parte corrente Fondo speciale, dello stato di previsione della spesa del Ministero delleconomia e delle finanze, per lanno 2003, allo scopo parzialmente utilizzando gli accantonamenti relativi al Ministero per i beni e le attivit culturali ed al Ministero delleconomia e delle finanze.


2. Il Ministro delleconomia e delle finanze autorizzato ad apportare, con proprio decreto, le occorrenti variazioni di bilancio.


http://www.senato.it/bgt/ShowDoc.asp?leg=14&id=00066342&tipodoc=Ddlpres&modo=PRODUZIONE


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news