LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trasferimento alla Patrimonio dello Stato S.p.a., in Roma, di alcuni beni immobili individuati dal decreto 27 marzo 2000
2003-09-25
GU n. 223 del 25 settembre 2003

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE.
DECRETO 21 luglio
2003 Trasferimento alla "Patrimonio dello Stato S.p.a.", in Roma, di alcuni beni immobili individuati dal decreto 27 marzo 2000.


IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
Visto l’art. 7 del decreto-legge 15 aprile 2002, n. 63, convertito, con modificazioni, dall’art. 1 della legge 15 giugno 2002, n. 112 (nel seguito indicato come l’art. 7), concernente l’istituzione di una società per azioni denominata "Patrimonio dello Stato S.p.a." avente lo scopo di valorizzare, gestire ed alienare il patrimonio dello Stato [1];
Vista la delibera CIPE del 19 dicembre 2002, concernente direttive di massima per l’attività da svolgersi da parte della Patrimonio dello Stato S.p.a [2];
Visto il comma 10 dell’art. 7, ai sensi del quale si prevede che alla Patrimonio dello Stato S.p.a. possano essere trasferiti diritti pieni e parziali sui beni immobili facenti parte del patrimonio disponibile e indisponibile dello Stato, sui beni immobili facenti parte del demanio dello Stato e comunque sugli altri beni compresi nel conto generale del patrimonio dello Stato di cui all’art. 14 del decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 279, ovvero ogni altro diritto costituito a favore dello Stato e che, con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, sono definiti, anche in deroga agli articoli 2254, 2342 e seguenti del codice civile, modalità e valori di trasferimento e di iscrizione dei beni nel bilancio della Patrimonio dello Stato S.p.a.;
Visto il decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, emanato di concerto con il Ministro delle finanze, del 27 marzo 2000 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 14 aprile 2000, n. 88, contenente l’individuazione di alcuni immobili inseriti in elenchi facenti parte dello stesso decreto;
Considerato che in conformità al comma 5 dell’art. 7, in data 31 ottobre 2002, l’assemblea della Patrimonio dello Stato S.p.a. ha approvato lo statuto ed ha nominato gli organi sociali della stessa;
Considerati gli indirizzi strategici per l’operatività della Patrimonio dello Stato S.p.a. stabiliti del Ministero dell’economia e delle finanze con nota n. 55296 del 9 giugno 2003;
Ritenuto opportuno effettuare un trasferimento di taluni dei beni immobili indicati nel decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, emanato di concerto con il Ministero delle finanze, del 27 marzo 2000, che non presentano requisiti storico-artistici, ai fini della valorizzazione, gestione ed eventuale vendita degli stessi, in coerenza con gli obiettivi di finanza pubblica del Governo;
Considerate le note del Ministero per i beni e le attività culturali del 14 aprile 2000, prot. GP14462 e del 27 luglio 2000, prot. GP28238, dalle quali risulta che i beni oggetto del presente decreto non presentano requisiti storico-artistici;
Visto il comma 10 dell’art. 7, ai sensi del quale si prevede che il trasferimento dei beni può essere operato con le modalità e per gli effetti previsti dall’art. 3, commi 1, 16, 17, 18, e 19 del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351, convertito con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 410;
Decreta:
Articolo 1
Ai sensi del comma 10 dell’art. 7, i beni immobili ed i terreni (nel seguito indicati come "Beni") elencati nell’allegato al presente decreto sono trasferiti alla società Patrimonio dello Stato S.p.a., con sede legale in Roma, via del Quirinale n. 30, iscritta al registro delle imprese di Roma al n. 07258901003, con i relativi accessori e pertinenze ancorché gli stessi non siano espressamente individuati nell’allegato, nonché con gli oneri e servitù attive e passive di qualsiasi specie, a far data dalla pubblicazione del presente decreto.
Articolo 2
La Patrimonio dello Stato S.p.a. é immessa nel possesso giuridico dei beni trasferiti ai sensi del presente decreto a far data dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.Il trasferimento non modifica il regime giuridico previsto dagli articoli 823 e 829, primo comma, del codice civile, dei beni demaniali trasferiti ai sensi dell’art. 1.La Patrimonio dello Stato S.p.a. elabora, per ogni tipologia di intervento, appositi piani operativi da sottoporre al Ministero dell’economia e delle finanze per l’approvazione.
Articolo 3
Il valore di trasferimento e di iscrizione in bilancio della Patrimonio dello Stato S.p.a. dei beni trasferiti ai sensi dell’art. 1 é stabilito dall’Agenzia del territorio entro novanta giorni dall’emanazione del presente decreto. Fino alla completa definizione di tale valore ai beni trasferiti é attribuito un valore provvisorio corrispondente a quello riportato nelle scritture inventariali in possesso dell’Agenzia del demanio.
Articolo 4
Fino alla piena operatività della Patrimonio dello Stato S.p.a., i beni trasferiti ai sensi dell’art. 1 continuano ad essere gestiti dall’Agenzia del demanio, cui la Patrimonio dello Stato S.p.a. conferisce idonea procura.L’Agenzia del demanio, in persona del suo direttore o sostituto, stipula con la Patrimonio dello Stato S.p.a. un contratto di gestione a condizioni di mercato dei beni trasferiti ai sensi dell’art. 1.
Articolo 5
La Patrimonio dello Stato S.p.a. accende un conto presso la Tesoreria centrale dello Stato nel quale sono versate le somme rinvenenti dalla gestione, dalla valorizzazione e dalla vendita dei beni alla stessa trasferiti ai sensi del presente decreto e di eventuali successivi decreti di trasferimento. Sulla giacenza media del medesimo conto il Ministero dell’economia e delle finanze corrisponde semestralmente alla Patrimonio dello Stato S.p.a. interessi calcolati ad un tasso pari a quello corrisposto dalla Banca d’Italia sul conto "disponibilità del Tesoro per il servizio di tesoreria" ai sensi della legge 26 novembre 1993, n. 483. Il pagamento degli interessi é posto a carico dell’unità previsionale di base 4.1.7.1. "Interessi sul risparmio postale ed altri conti di tesoreria", capitolo 3100, dello stato di previsione del bilancio del Ministero dell’economia e delle finanze.La Patrimonio dello Stato S.p.a. può utilizzare uno o più conti correnti diversi da quello acceso presso la tesoreria centrale dello Stato, da aprirsi presso primari istituti di credito, per le operazioni attinenti la gestione ordinaria della stessa.Il presente decreto sarà trasmesso agli organi di controllo per la registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 21 luglio 2003
p. Il Ministro:
Armosino

Registrato alla Corte dei conti il 29 agosto 2003
Ufficio controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 5 Economia e finanze, foglio n. 292
Allegato
ELENCO BENI TRASFERITI AI SENSI DEL PRESENTE DECRETO


I dati si riferiscono nell'ordine a località, descrizione, indirizzo, regione


Oulx (Torino, Baraccamenti invernali Signols, Via Montenero , Piemonte

Bussoleno (Torino), Ex magazziniì, Strada R.Susa 20, Piemonte

Cesana torinese (Torino), Ex Casermette, Vicinanze Ceresieras, Piemonte

Milano, Eredità giacente Pasetti, Via de Fabbri 18, Lombardia

Milano, Ex campo di volo di Taliedo, Quadrante est Comune di Milano,Lombardia

Viadana (Mantova), Ex Isola Umberto I, Terreni prospettanti l’abitato di Viadana, Lombardia

Monza (Milano), Carceri giudiziarie, Via Mentana 20, Lombardia

Melegnano (Milano), Ex cascina Bertarella, Via Moranti, Lombardia

Venezia, Isolotti lagunari loc. Forte Marghera, Loc. Marghera Mestre, Veneto

San Nazario (VI), Ex agenzia coltivazioni tabacchi, Via Trento 31, Veneto

Peschiera del garda (Verona), Porto mercantile, Largo G.Garibaldi, Veneto

Villanova d’Albenga (Savona), Via dell’aeroporto, Liguria

Ventimiglia (Imperia), Ex caserma Gallardi, Via Gallarghi, Liguria

Parma, Ex piazza d’armi del Castelletto, Via Torelli, Via Zarotto, Emilia Romagna

Ferrara,Area ex caserma via Palestro, Via Palestro 16, Emilia Romagna


Casa Circondariale, Via Piangipane B1, Emilia Romagna

Rimini, Ex magazzino vendita monopoli, Via Massimo D’Azeglio 1, Emilia Romagna


Firenze, Eredità Messina, Piazza della Vittoria 10, Toscana


Livorno, Albergo Atletic, Via dei pensieri 50, loc. Ardenza, Toscana


Collesalvetti (Livorno), Terreni ex alveo fiume Tora, Stagno Paduletta – Calambrone, Toscana


Aulìa (Massa), Terreno ex alveo fiume Magra, Località Albiano Magra, Toscana


Marina di Carrara, Località Paradiso, Viale della litoranea, Toscana


Grosseto, Terreni, Località Pratini, Toscana


Grosseto, Terreni, Località Raspolino, Toscana


Grosseto, Palazzo ex Interdenza, Via G. Carducci 14 – 26, Toscana


Roma, Area fabbricabile, Viale delle Medaglie d’Oro, Lazio


Roma, Ex sede PNF, Via Appia Nuova 1244, Lazio


Roma, Fabbricato e area annessa, Via Salaria 138-148, Lazio


Ostia Roma, Tenuta Monti del Sale, Ostia Antica, Lazio


Latina, Ex G.I.L., Piazza San marco, Lazio


Sezze (Latina), Ex Aeroporto, Strada Statle 158, Lazio


Gaeta (Latina), Centro Ittico, Località Pizzone strada statale 7, Lazio


Napoli, Assistenziato pro-liberati dal carcere, Via San Cosma fuori Porta Nolana 44, Campania


Ottaviano (Napoli), Ex pertinenze dell’alveo Rosario Tra Monte Concavo e Castelvetere, Campania


Bernalda (Matera), Aree agricole pianeggiant, Località Pelaggine, Basilicata


Squinsano (Lecce), Ex magazzino greggi, Via Ferruccio, Via Mazzini, Puglia


Gallipoli (Lecce), Ex magazzino greggi, Via Mazzini, Via Castromediano, Puglia


Foggia, Ex centro radiotrasmittente, Via Guido d’Orso - Serpente, Puglia


Campo Calabro (RC), Ex depositi munizioni, Di Poggio Pignatelli, Matiniti Superiore e Matiniti Inferiore, Calabria



http://www.cittadinolex.kataweb.it/Article/0,1519,25635|9,00.html


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news