LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Commissione VII della Camera - resoconto della seduta del 23 marzo 2004 (Modifica art. 9 Costituzione)
2004-03-23

Modifica all'articolo 9 della Costituzione.
Testo unificato C. 4307 Cost., approvata dal Senato, e abb.
(Parere alla I Commissione).
(Esame e rinvio).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento.

Domenicantonio SPINA DIANA (FI), relatore, illustra il provvedimento in titolo, ricordando in primo luogo che l'articolo 9 della Costituzione prevede che la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica e tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Il provvedimento in esame interviene per aggiungere un nuovo comma a tale articolo. La modifica nasce dalla necessit di recepire nel dettato costituzionale la tutela dell'ambiente quale valore primario della Nazione, insieme al paesaggio e al patrimonio storico e artistico.
Evidenzia quindi che il riconoscimento rappresenterebbe un atto di formale ratifica di sensibilit diffuse, maturate e recepite da ampi settori della societ, ed acquisite, peraltro, al patrimonio della cultura giuridica, ricordando inoltre che il nuovo testo dell'articolo 117 della Costituzione, al secondo comma, lettera s), ha gi inserito espressamente la tutela dell'ambiente fra le materie di competenza esclusiva dello Stato, mentre il comma successivo contempla fra le materie di legislazione concorrente quella della valorizzazione dell'ambiente.
Ricorda poi che il Senato ha licenziato il provvedimento, in prima lettura, in un testo di modifica che si limitava ad aggiungere, al secondo comma dell'articolo 9, dopo le parole: Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione, le parole: e l'ambiente naturale. Si evitavano, in tal modo, a suo avviso, nella stesura di una norma di principio di rango costituzionale, termini ridondanti o di dettaglio, che avrebbero potuto privare la stessa dei requisiti di chiarezza, sobriet e continuit temporale.
Nel corso dell'esame in sede referente presso la Commissione Affari costituzionali della Camera, tuttavia, alcuni gruppi hanno evidenziato che l'aggettivo naturale, contenuto nel testo del Senato, avrebbe potuto rischiare di indebolire il riconoscimento e l'affermazione di un diritto fondamentale, quello dell'ambiente, che andrebbe considerato quale bene immateriale unitario - come pi volte precisato dalla Corte Costituzionale - sebbene possa comprendere varie componenti, ciascuna delle quali meritevole separatamente di cura e tutela; in tal senso l'ambiente arriverebbe a connettersi con valori non direttamente naturalistici, quali gli elementi territoriali, i sistemi urbanistici e paesaggistici, lo sviluppo sostenibile ed altri.
Pertanto, la Commissione di merito ha riformulato il testo in esame, prevedendo l'aggiunta, dopo il secondo comma dell'articolo 9, del seguente comma: La Repubblica riconosce e tutela l'ambiente e gli ecosistemi quali valori fondamentali anche nell'interesse delle future generazioni. Protegge le biodiversit e promuove il rispetto degli animali.
Precisato quindi che il testo (non unanimemente condiviso, soprattutto per l'espressione rispetto degli animali in una norma di principio) garantisce in toto, relativamente ai profili di pertinenza di questa Commissione, i principi gi affermati di tutela del paesaggio e del patrimonio culturale, peraltro coniugando felicemente il valore dell'ambiente con quelli della ricerca e di altre valenze culturali.
Formula pertanto una proposta di parere favorevole sul provvedimento in esame.

Ferdinando ADORNATO, presidente, intervenendo nel merito, ritiene non del tutto corretta, sul piano linguistico, che l'ambiente e gli ecosistemi sia qualificati, di per s, quali valori fondamentali. Chiede pertanto al relatore e alla Commissione di valutare l'opportunit di suggerire, nel parere da esprimere, una possibile riformulazione del primo periodo del comma in oggetto, che potrebbe prevede che la Repubblica riconosce la tutela dell'ambiente e degli ecosistemi quale valore fondamentale anche nell'interesse delle future generazioni.

Franca CHIAROMONTE (DS-U), nel concordare con la riformulazione suggerita dal presidente, esprime, peraltro, l'auspicio che il provvedimento sia tempestivamente approvato, considerata la necessit di adeguare la portata del principio cardine della tutela del paesaggio della nazione alle esigenze connesse alla maturazione della coscienza ambientalista sviluppatasi e consolidatasi nel corso di questi ultimi anni. Si tratterebbe di un adeguamento della Costituzione alle nuove sensibilit ed esigenze, di importanza e segno analoghi a quanto gi avvenuto con le modifiche all'articolo 51 della Costituzione, in materia di pari opportunit.

Andrea COLASIO (MARGH-U) ritiene necessario un adeguato approfondimento della delicata tematica oggetto del provvedimento. Chiede pertanto di rinviare il seguito dell'esame ad altra seduta.

Ferdinando ADORNATO, presidente, accedendo alla richiesta del deputato Colasio, rinvia il seguito dell'esame alla seduta di domani, 24 marzo 2004.

La seduta termina alle 14.15.



news

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

15-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 OTTOBRE 2017

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

Archivio news