LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII Commissione Camera - seduta del 4 maggio 2004 (Disposizioni varie in materia di locazioni e di edilizia residenziale pubblica)
2004-05-04

VII Commissione Cultura della Camera
dal resoconto della seduta del 4 maggio 2004

Disposizioni varie in materia di locazioni e di edilizia residenziale pubblica.
Testo unificato C. 1411 e abb.
(Parere alla VIII Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole con osservazione).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento.

Domenicantonio SPINA DIANA (FI), relatore, dopo aver brevemente illustrato il provvedimento in titolo, si sofferma su alcuni profili di criticit del testo.

Ritiene in primo luogo di dubbia costituzionalit alcune norme che incidono sulla materia dell'edilizia residenziale, che invece oggetto di competenza esclusiva regionale. Esprime perplessit, inoltre, in ordine alle disposizioni che prevedono la vendita di alcuni alloggi occupati mediante il trasferimento consensuale degli assegnatari in altri alloggi messi a disposizione dall'ente gestore; tali previsioni potrebbero a suo avviso snaturare il carattere sociale della materia dell'edilizia residenziale pubblica, sottrarre alloggi all'edilizia pubblica e creare contenziosi e carichi di lavoro agli uffici pubblici preposti.
Si sofferma quindi su ulteriori aspetti problematici, che indicono pi direttamente sulle competenze della Commissione cultura e che appaiono perci meritevoli di un particolare approfondimento. Manifesta perplessit, a tale proposito, in ordine alla introduzione di possibili deroghe al divieto di vendita di abitazioni che presentino interesse artistico, storico, archeologico ed etnografico, ai sensi della legge n. 1089 del 1939. Ricorda al proposito che l'articolo 1, comma 3, della legge n. 560 del 1993, recante norme in materia di alienazione di alloggi e di edilizia residenziale pubblica, di cui si propone la modifica, statuisce l'esclusione dalle norme della legge degli alloggi di servizio oggetto di concessione amministrativa in connessione con particolari funzioni attribuite a pubblici dipendenti, degli alloggi realizzati con mutuo agevolato, di cui alla legge n. 457 del 1978, nonch di quelli soggetti ai vincoli di cui alla legge n. 1089 del 1939. Con la modifica proposta si escludono da tale generalizzato divieto di vendita gli alloggi di edilizia residenziale pubblica destinati ad abitazione civile, che risultino compresi nei piani di vendita proposti dagli enti gestori ed approvati dalle regioni.
Ritiene che tale procedura di vendita di alloggi di interesse storico e artistico contrasti con la legge n. 351 del 2001 sulle cartolarizzazioni e con la vigente disciplina in materia di tutela dei beni culturali e paesaggistici. Evidenzia inoltre che il divieto di vendita degli alloggi di interesse storico e artistico, sancito nella legge n. 560 del 1993, nasceva dall'opportunit di togliere dal mercato alloggi che, per il loro intrinseco valore, non potevano essere equiparati agli altri alloggi di edilizia residenziale pubblica, il cui prezzo sociale determinato dalla sola rendita catastale. Ritiene pertanto che il testo unificato in titolo, abolendo il divieto di vendita dei beni di interesse storico ed artistico, rechi un ingiusto danno al pubblico erario e, al contempo, aggiri i vigenti obblighi di legge in materia di dismissioni del patrimonio immobiliare pubblico, che impongono il criterio della determinazione del prezzo di vendita in relazione alle valutazioni correnti di mercato, con riferimento ai prezzi effettivi di compravendita di unit immobiliari con caratteristiche analoghe.
Osserva, peraltro, che un'eventuale correzione del testo volta a recepire il criterio del prezzo di mercato snaturerebbe la funzione sociale della vendita ad assegnatari di edilizia residenziale pubblica e discriminerebbe, con prezzi diversi, i vari assegnatari: ritiene pertanto che la soluzione pi opportuna sia quella di sopprimere la prevista deroga al divieto di vendita di alloggi di edilizia residenziale pubblica di interesse storico-artistico. Osserva inoltre che la normativa in esame sottrae alloggi aventi valore storico-artistico al regime valutativo e autorizzatorio dell'amministrazione preposta alla tutela del bene.
Alla luce di tali considerazioni, pur giudicando, in linea generale, favorevolmente l'impianto complessivo del provvedimento, formula pertanto una proposta di parere favorevole con osservazione (vedi allegato 1).
Nessuno chiedendo di intervenire, la Commissione approva la proposta di parere del relatore.

La seduta termina alle 13.20.


ALLEGATO 1

Disposizioni varie in materia di locazioni e di edilizia residenziale pubblica (C. 1411 e abb.).


PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE
La VII Commissione,
esaminato il testo unificato delle proposte di legge C. 1411 e abbinati, recante disposizioni varie in materia di locazioni e di edilizia residenziale pubblica;
esprime


PARERE FAVOREVOLE

con la seguente osservazione:
valuti la Commissione di merito l'opportunit di sopprimere le disposizioni volte a consentire deroghe al divieto di vendita degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di interesse storico, artistico, archeologico ed etnoantropologico, soggetti ai vincoli di cui al Codice dei beni culturali e del paesaggio, approvato con decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, o, in subordine, di prevedere che tale vendita sia subordinata alle ordinarie procedure autorizzatorie previste dallo stesso Codice dei beni culturali e del paesaggio.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news