LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Crisi finanziaria dell'ordine mauriziano di Torino - n. 3-02176
2004-05-11

Resoconto stenografico dell'Assemblea
Seduta n. 465 dell'11/5/2004

...

PRESIDENTE. Il sottosegretario per l'interno, onorevole Balocchi, ha facolt di rispondere all'interrogazione Guido Giuseppe Rossi n. 3-02176 (vedi l'allegato A - Interrogazioni sezione 4).

MAURIZIO BALOCCHI, Sottosegretario di Stato per l'interno. Signor Presidente, onorevoli colleghi, l'Ordine mauriziano, ente notoriamente di valenza storica, che svolge importanti attivit, soprattutto di carattere sanitario, versa attualmente in un grave stato di dissesto finanziario, accertato in sede di verifica ispettiva disposta dal ministro dell'interno, di concerto con il ministro dell'economia e delle finanze.



--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 9

--------------------------------------------------------------------------------


A seguito dello scioglimento degli organi dell'ente, avvenuto il 19 settembre 2002, stato contestualmente nominato il commissario straordinario. La relazione elaborata dal commissario dell'ente, il 27 gennaio scorso, sull'attivit svolta nel corso della gestione straordinaria, evidenzia che, tra le cause del dissesto, hanno assunto un ruolo fondamentale gli incrementi di spesa avvenuti nel triennio 1998-2000, derivanti dall'aumento della pianta organica che ha registrato circa 900 assunzioni e dalla realizzazione di un ambizioso progetto, finalizzato all'istituzione delle nuove strutture ospedaliere di cardiologia, riabilitazione ed oncologia.
Preciso che il nuovo progetto stato attuato in mancanza di convenzioni stipulate con la regione Piemonte, il cui concorso finanziario indispensabile per l'espletamento dell'attivit socio-sanitaria. L'ampliamento della pianta organica, invece, stato disposto senza le prescritte autorizzazioni da parte degli organi di vigilanza del Ministero dell'interno, del Ministero dell'economia e delle finanze e del Ministero della salute, ai quali la delibera consiliare dell'Ordine mauriziano non risulta essere stata inviata.
Comunico, inoltre, che ai fini dell'individuazione delle eventuali responsabilit penali ed erariali degli amministratori dell'Ordine mauriziano, il commissario straordinario ha inviato alla procura della Repubblica, presso il tribunale di Torino, e alla procura regionale della Corte dei conti, presso la regione Piemonte, tutta la documentazione utile e necessaria.
Preciso, al riguardo, che il 31 marzo scorso l'organo giurisdizionale contabile ha invitato il presidente pro tempore ed i componenti dei disciolti organi di rappresentanza, di gestione e di controllo dell'Ordine mauriziano a presentare le proprie deduzioni, quali presunti responsabili di danno erariale, stimato in 38 milioni 561 mila 633,11 euro.

PRESIDENTE. L'onorevole Guido Giuseppe Rossi ha facolt di replicare.

GUIDO GIUSEPPE ROSSI. Signor Presidente, mi ritengo assolutamente soddisfatto della risposta fornita dal Governo e dal sottosegretario di Stato per l'interno, onorevole Balocchi. Forse l'unico aspetto criticabile pu essere la lentezza con la quale si risposto alla mia interrogazione; tuttavia, la risposta fornita assolutamente chiara e conferma l'interrogativo posto dal mio atto di sindacato ispettivo, trapelato sia da voci, sia da articoli della stampa locale piemontese.
Per noi deputati piemontesi, ovviamente, l'Ordine mauriziano assume una valenza importante dal punto vista storico, sociale ed economico. Non dimentichiamoci, infatti, che tale Ordine risulta proprietario, da secoli, di immensi - termine che mi permetto di usare perch lo ritengo pi adeguato di ingenti - patrimoni agrari, quali cascine e terreni agricoli, lavorati da lungo tempo da generazioni di famiglie piemontesi delle provincie di Cuneo e di Torino e delle altre province limitrofe. Tali famiglie sono interessate, ovviamente in termini negativi, dal dissesto finanziario in cui precipitato l'Ordine mauriziano.
I dati forniti dal sottosegretario di Stato sono assolutamente chiari: si parla, infatti, di una dilatazione della pianta organica in un periodo molto preciso, dal 1998 al 2000. Si tratta certamente non dell'unica causa, ma probabilmente di una concausa assolutamente importante e determinante dell'attuale situazione di dissesto finanziario dell'Ordine.
Ovviamente, saranno la Procura della Repubblica e la Corte dei conti che dovranno andare nel dettaglio, per individuare le responsabilit. Dal punto di vista politico - che quello che ci compete, in quest'aula ed in sede di risposta agli atti di sindacato ispettivo - un dato chiaro: gli anni 1998-2000 sono stati un periodo elettorale importante per il centrosinistra e per quanto riguarda le rivelazioni di alcuni giornali su un possibile collegamento tra la dilatazione della pianta organica e le competizioni elettorali, dalla risposta che ci stata data, si delinea con chiarezza un quadro che non va nel senso della corretta gestione del denaro pubblico, quanto meno del denaro che ha una



--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 10

--------------------------------------------------------------------------------

valenza pubblica. Infatti, va ricordato che l'Ordine mauriziano opera da oltre cinque secoli in Piemonte con una serie di lasciti e di propriet giunte all'Ordine stesso con il passare dei secoli e che servivano, tra l'altro, anche ad una finalit sociale, poich un ospedale molto importante era finanziato dalle risorse proprie dell'Ordine mauriziano.
Dunque, ci riteniamo soddisfatti della risposta fornita dal Governo. Ci riserviamo ancora di presentare eventualmente altre interrogazioni, per seguire l'evolversi della vicenda che - lo ricordiamo - presenta ricadute sia dal punto di vista socio-sanitario per l'ospedale (si assiste ad una serie di polemiche molto dure tra il commissario straordinario, il comune e la provincia di Torino) sia per tutte le famiglie e i lavoratori agricoli che, da generazioni, stanno coltivando in modo assolutamente produttivo poderi e propriet dell'Ordine mauriziano. Gli stessi, in questa fase di dissesto finanziario, potrebbero subire alcuni problemi. Si parla di dismissioni del patrimonio, di cartolarizzazione e di altre soluzioni che potrebbero portare alla riduzione o alla soluzione di tale dissesto finanziario.

Motore di ricerca dal sito del Parlamento : Attivit non legislativa dei Deputati


news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news