LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Delega al Governo per il riordino della legislazione in materia ambientale. C. 1798-D
2004-10-27

CAMERA DEI DEPUTATI - XIV LEGISLATURA
Resoconto della VIII Commissione permanente
(Ambiente, territorio e lavori pubblici)

Governo, approvato dalla Camera, modificato dal Senato, nuovamente modificato dalla Camera e nuovamente modificato dal Senato.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato il 21 ottobre 2004.

Donato PIGLIONICA (DS-U) rileva che, ad una attenta lettura del testo, restano confermate le perplessit espresse sul merito del provvedimento in occasione della precedente fase di esame presso la Camera dei Deputati. In particolare, considerando il disegno di legge eccessivamente ampio ed indeterminato, intende riconoscere che lo strumento prescelto ha mancato l'obiettivo di consentire una riscrittura della disciplina in materia ambientale in tempi brevi. Tale osservazione valida in particolare per tutte quelle norme che, secondo il dettato del provvedimento, dovrebbero essere di immediata applicazione. Ritiene inoltre che, tra le anomalie presenti nell'articolato, si debbano segnalare quelle inerenti alla tendenza, pi volte palesata dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, a favore di forme di devoluzione di proprie funzioni a favore di soggetti esterni all'amministrazione dello Stato.
Rispetto alla proposta di istituzione di una commissione di ventiquattro esperti, ritiene che il Governo dovrebbe fornire chiarimenti sulle ingenti somme che sarebbero destinate al finanziamento di tale commissione per l'anno 2004, come anche sulle concrete funzioni di tale commissione, soprattutto dopo le recenti dichiarazioni del Capo di Gabinetto del Ministro circa i contenuti dei decreti applicativi che dovranno essere emanati. Sottolineando l'ulteriore anomalia delle dichiarazioni relative alla materia della gestione dei rifiuti da parte di un alto dirigente del Ministero, che ha svolto in passato funzioni di responsabilit per una societ multinazionale




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 122

--------------------------------------------------------------------------------

attiva nello stesso settore, considera altres provocatoria la disposizione relativa alla demolizione dei fabbricati realizzati nella localit Punta Perotti nel comune di Bari. Fa presente, infatti, che a fronte dell'inerzia durata per anni da parte delle passate giunte comunali di centrodestra, pur in presenza di una sentenza passata in giudicato che disponeva l'abbattimento, l'attuale giunta di centrosinistra aveva posto tra le sue priorit la demolizione del fabbricato di Punta Perotti e su tale priorit ha conquistato il consenso dell'elettorato. Appare pertanto incongruo l'aver disposto con legge una diffida nei confronti del comune a provvedere entro 60 giorni, prevedendo in caso di inerzia da parte di quest'ultimo il potere sostitutivo della Regione Puglia. Ritenendo comunque positivo il fatto che il Governo abbia adesso deciso di affrontare la questione di Punta Perotti a fronte di adeguate risorse finanziarie, considera paradossale l'inasprimento delle pene per i reati connessi alla realizzazione di costruzioni abusive e parallelamente l'introduzione di un condono, previsto ai commi 37 e seguenti. Ritiene infatti che un disegno di legge che dispone la delega al Governo per il riordino, il coordinamento e l'integrazione della legislazione in materia ambientale non dovrebbe contenere norme che prevedono una sanatoria dei reati paesistici e ambientali. Osserva altres che si tratta del terzo provvedimento di questa natura che reca la firma dell'attuale Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio, malgrado quest'ultimo non abbia fatto mancare in nessuna di queste occasioni le proprie dichiarazioni di dissenso nei confronti delle misure di sanatoria.
Ricorda, altres, che le nuove norme disposizioni introducono norme in deroga al cosiddetto Codice dei beni culturali e del paesaggio, sottolineando l'atteggiamento incoerente del Senato rispetto a misure dapprima aspramente criticate e, poi, supinamente avallate. Il provvedimento, infatti, introduce per la prima volta nell'ordinamento un condono edilizio a favore di opere realizzate in aree tutelate, che si ritrovano in questo modo ad essere meno protette delle aree normali, come confermato dalla disposizione che non pone limiti alle variazioni volumetriche delle opere. In generale, ritiene che il provvedimento allenti ulteriormente il rapporto basato sul principio di legalit che deve legare lo Stato ai propri cittadini e che manifesti un'evidente intento di rendere lecite specifiche situazioni che lecite, in realt, non sono. Ritiene quindi che il disegno di legge contenga ulteriori disposizioni sulle quali il giudizio non pu che essere negativo, come ad esempio la previsione di una ulteriore commissione, della quale restano oscuri sia i compiti sia le necessarie risorse di finanziamento.
In conclusione, sottolineando come la delega legislativa potr essere esercitata anche da futuri governi, ritiene che, a fronte dei ripetuti fallimenti dell'attuale maggioranza di governo sul versante della tutela ambientale, sarebbe a suo giudizio pi opportuno che l'Esecutivo rinunciasse all'intero progetto.

Pietro ARMANI, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 16.15.

Sito ufficiale della Camera


news

15-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news