LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Seduta della Camera del 16 novembre 2004 (legge finanziaria - art. 30)
2004-11-16

Seduta del 16 novembre

Stenografico Aula in corso di seduta

Seduta n. 547 del 16/11/2004

La seduta, sospesa alle 10,10, ripresa alle 10,40.

Si riprende la discussione.

PRESIDENTE. Avverto che gli emendamenti Patria 6.6 e Russo Spena 30.11 sono stati ritirati.

(Ripresa esame dell'articolo 30 - A.C. 5310-bis)
PRESIDENTE. Passiamo dunque alla votazione dell'emendamento Grignaffini 30.8. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l'onorevole Grignaffini. Ne ha facolt.

GIOVANNA GRIGNAFFINI. Signor Presidente, intervengo a titolo personale per illustrare il contenuto di questo emendamento e del successivo, Chiaromonte 30.9. L'emendamento 30.8 si limita a reintrodurre all'interno dell'articolo 30 un comma previsto nel codice dei beni culturali recentemente emanato dal ministro Urbani. Stiamo parlando di opere e di oggetti d'arte che possono venire dati in uso a soggetti pubblici e privati; opere d'arte che possono essere di propriet degli enti locali, di istituzioni e di fondazioni culturali. Non si capisce, allora, perch non debba essere contenuto in quest'articolo 30 un comma che preveda nell'attribuzione dell'uso circa il bene da restaurare una priorit per gli enti locali. Si tratterebbe di una norma prevista gi dal codice Urbani, appena emanato da questa maggioranza, con la quale si dichiara come prioritaria l'attribuzione in uso a fini di restauro agli enti locali che facciano richiesta di tali beni.

PRESIDENTE. Passiamo ai voti.
Indco la votazione nominale, mediante procedimento elettronico, sull'emendamento Grignaffini 30.8, non accettato dalla Commissione n dal Governo.
(Segue la votazione).
Dichiaro chiusa la votazione.
Comunico il risultato della votazione: la Camera respinge (Vedi votazioni).
(Presenti 371
Votanti 370
Astenuti 1
Maggioranza 186
Hanno votato s 151
Hanno votato no 219).

Prendo atto che gli onorevoli Testoni e Volont non sono riusciti ad esprimere il proprio voto.
Indco la votazione nominale, mediante procedimento elettronico, sull'emendamento Colasio 30.12, non accettato dalla Commissione n dal Governo.
(Segue la votazione).

Dichiaro chiusa la votazione.
Comunico il risultato della votazione: la Camera respinge (Vedi votazioni).
(Presenti 388
Votanti 387
Astenuti 1
Maggioranza 194
Hanno votato s 164
Hanno votato no 223).


Prendo atto che l'onorevole Volont non riuscito ad esprimere proprio voto.
Indco la votazione nominale, mediante procedimento elettronico, sull'emendamento Carli 30.13, non accettato dalla Commissione n dal Governo.
(Segue la votazione).

Dichiaro chiusa la votazione.
Comunico il risultato della votazione: la Camera respinge (Vedi votazioni).
(Presenti 390
Votanti 388
Astenuti 2
Maggioranza 195
Hanno votato s 166
Hanno votato no 222).


Passiamo alla votazione dell'emendamento Russo Spena 30.14. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l'onorevole Russo Spena. Ne ha facolt.

GIOVANNI RUSSO SPENA. Signor Presidente, come abbiamo gi illustrato in precedenza, siamo contrari all'intero sistema, all'intera strutturazione dell'articolo 30; tuttavia, tentiamo con i nostri emendamenti di intervenire per ridurre il danno che tale articolo produce su un aspetto delicato, quello dei beni culturali. Con il nostro emendamento chiediamo che per i beni culturali dati in uso a privati sia perlomeno possibile, a pena di decadenza, la stesura di una convenzione che preveda vantaggi per alcune categorie. A noi pare che una regolamentazione precisa di queste convenzioni sia giuridicamente, e anche sul piano della politica dei beni culturali, indispensabile.

PRESIDENTE. Passiamo ai voti.
Indco la votazione nominale, mediante procedimento elettronico, sull'emendamento Russo Spena 30.14, non accettato dalla Commissione n dal Governo.
(Segue la votazione).

Dichiaro chiusa la votazione.
Comunico il risultato della votazione: la Camera respinge (Vedi votazioni).
(Presenti 407
Votanti 406
Astenuti 1
Maggioranza 204
Hanno votato s 171
Hanno votato no 235).


Indco la votazione nominale, mediante procedimento elettronico, sull'emendamento Colasio 30.16, non accettato dalla Commissione n dal Governo.
(Segue la votazione).

Dichiaro chiusa la votazione.
Comunico il risultato della votazione: la Camera respinge (Vedi votazioni).
(Presenti 409
Votanti 408
Astenuti 1
Maggioranza 205
Hanno votato s 172
Hanno votato no 236).


Passiamo alla votazione dell'articolo 30. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l'onorevole Colasio. Ne ha facolt.

ANDREA COLASIO. Signor Presidente, come gruppo della Margherita riteniamo opportuno motivare le ragioni del nostro no all'articolo 30. Quello al nostro esame sarebbe un articolo importante se fosse applicato e se avesse conseguenze congruenti con i principi che voi evocate.
Il vero problema il seguente: l'articolo 30 evoca, coerentemente con la vostra strategia, un principio che non trova declinazione concreta nelle politiche pubbliche.
Vi sono tre dati che ricordavamo ieri con i colleghi del centrosinistra. Stiamo parlando di inadeguatezza delle risorse. Devo parlare di 2500 milioni di euro, come risulta dal documento presentato dal Governo in VII Commissione. Oggi ci confrontiamo, per quanto concerne la ARCUS con un differenziale di 2950 milioni di euro. Sostanzialmente abbiamo 50 milioni di euro.
Sul rapporto centro-periferia, ci dispiace prendere atto che anche qui non si sono posti in essere rapporti che diano capacit di esercitare adeguatamente la tutela ai governi territoriali. Lo dico ai colleghi della Lega: oggi la regione Sicilia esercita autonomamente una funzione di tutela sul proprio patrimonio culturale. Veneto e Toscana, grazie alla riforma costituzionale, non potranno esercitare la funzione di tutela.
L'ultimo aspetto riguarda il rapporto pubblico-privato di cui parla l'articolo 30. Cos com' strutturato, l'articolo 30 non produrr effetti di sorta.
I nostri emendamenti andavano nella direzione di una strategia chiara, non solo di apertura alle imprese, ma anche verso le libert dei privati. Tutto ci non trova declinazione operativa (Applausi dei deputati del gruppo della Margherita, DL-L'Ulivo).

PRESIDENTE. Passiamo ai voti.
Indco la votazione nominale, mediante procedimento elettronico, sull'articolo 30.
(Segue la votazione).

Dichiaro chiusa la votazione.
Comunico il risultato della votazione: la Camera approva (Vedi votazioni).

(Presenti 424
Votanti 423
Astenuti 1
Maggioranza 212
Hanno votato s 243
Hanno votato no 180).


Prendo atto che l'onorevole Banti non riuscito a votare e che avrebbe voluto esprimere voto contrario.
Prendo atto che l'onorevole Buontempo non riuscito ad esprimere il proprio voto.
Chiedo al relatore di confermare il parere della Commissione sugli articoli aggiuntivi riferiti all'articolo 30.




news

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

Archivio news