LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PROGETTO DI LEGGE - N. 153 - VIII Commissione - Seguito dell'esame e rinvio
2004-10-27

Governo del territorio.
Testo unificato C. 153 Bossi, C. 442 Vigni, C. 677 Martinat, C. 1065 Pecoraro Scanio, C. 3627 Mantini, C. 3810 Sandri, C. 3860 Lupi, C. 4707 Vendola.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato il 26 ottobre 2004.

Pietro ARMANI, presidente, avverte che sono stati presentati subemendamenti all'emendamento 5.80 del relatore (vedi allegato 2).

Fabrizio VIGNI (DS-U), intervenendo per una precisazione, chiede chiarimenti in ordine alle modalit di svolgimento dei lavori per il prosieguo della seduta odierna.

Pietro ARMANI, presidente, ritiene che, se non vi sono obiezioni, la Commissione potrebbe esaminare gli emendamenti riferiti ai soli commi 1 e 2 dell'articolo 5 del testo unificato delle proposte di legge in titolo, anche al fine di destinare un congruo periodo di tempo anche all'esame del successivo punto dell'ordine del giorno.
Non essendovi obiezioni, cos rimane stabilito.

Maurizio Enzo LUPI (FI), relatore, nel ricordare come siano gi stati espressi i pareri sugli emendamenti riferiti all'articolo 5, intende in questa sede limitarsi all'espressione del parere sui subemendamenti presentati al proprio emendamento 5.80, del quale raccomanda l'approvazione, ricordando che tale emendamento intendeva sintetizzare il lavoro svolto dalla




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 119

--------------------------------------------------------------------------------

Commissione in modo, tuttavia, da non snaturare l'impianto complessivo del testo unificato. Esprime pertanto parere favorevole sul subemendamento Iannuzzi 0.5.80.10 ed invita al ritiro del subemendamento Parolo 0.5.80.8, esprimendo infine parere contrario sui restanti subemendamenti.

Il viceministro Ugo MARTINAT esprime parere conforme a quello del relatore.

Alfredo SANDRI (DS-U) illustra l'emendamento Chianale 5.30, che si riferisce ad un articolo del testo unificato particolarmente impegnativo, in quanto, a differenza delle precedenti disposizioni relative ai principi generali, esso riguarda delicati aspetti di merito che implicano ricadute sostanziali sul territorio. L'osservazione generale riguarda il fatto che l'articolo 5 non disciplina in modo preciso gli aspetti di dettaglio dell'attivit di programmazione, ma limita al comma 1 un'indicazione, peraltro generica, riguardo alle modalit di svolgimento dell'attivit di programmazione e pianificazione del territorio da parte delle regioni, senza prevedere un ulteriore approfondimento di tali modalit e senza disciplinare l'interrelazione tra le regioni e gli altri enti preposti allo svolgimento di attivit di pianificazione urbanistica all'interno dei propri ambiti di competenza.

La Commissione respinge l'emendamento Chianale 5.30.

Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'emendamento Nesi 5.1; si intende che vi abbia rinunciato.

Tino IANNUZZI (MARGH-U), intervenendo sul complesso dei subemendamenti presentati a sua firma all'emendamento 5.80 del relatore, osserva che tale emendamento limita il proprio sforzo ad una pi adeguata definizione del ruolo svolto dal comune, quale ente preposto alla pianificazione urbanistica ed allo svolgimento delle funzioni di governo del territorio. Ritiene che, sul piano generale, il secondo comma dell'emendamento, nell'impostazione proposta dal relatore, sia confuso e desti preoccupazioni sul ruolo delle regioni. Sottolinea quindi il ruolo della regione nel rapporto con gli ambiti sovracomunali ed omogenei nella disciplina della programmazione urbanistica. Alla luce della diversa articolazione delle diverse competenze, prospettata nell'emendamento del relatore, fa altres presente l'inopportunit del riferimento contenuto al secondo comma alla gestione integrata dei servizi, in quanto essa attiene ad aspetti di carattere socio-economico, che non riguardano in modo diretto la definizione dei diversi livelli di programmazione e pianificazione del territorio. Inoltre, a suo avviso, il testo proposto dal relatore non risolve la questione della competenza delle province; ribadendo quindi il principio per cui il governo del territorio deve investire l'intero territorio comunale, raccomanda l'approvazione dei propri subemendamenti 0.5.80.1, 0.580.2,0.5.80.3.

La Commissione respinge il subemendamento Iannuzzi 0.5.80.1.

Tino IANNUZZI (MARGH-U) illustra le finalit del proprio subemendamento 0.5.80.2, del quale raccomanda l'approvazione.

La Commissione respinge il subemendamento Iannuzzi 0.5.80.2

Tino IANNUZZI (MARGH-U), illustra le finalit del proprio subemendamento 0.5.80.3, del quale raccomanda l'approvazione, sottolineando che finora nessuna disposizione del testo unificato definisce in modo chiaro il rapporto tra soggetti pubblici indicati dalla legge e soggetti privati identificati dall'ente nello svolgimento della sua attivit di pianificazione. Sottolinea che si tratta di una precisazione che non ha aspetti ideologici, ma che attiene alla necessit di rispettare il principio di partecipazione e il principio di motivazione




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 120

--------------------------------------------------------------------------------

dell'atto. Ritiene che la mancata approvazione di tale subemendamento da intendere come precisa volont negativa circa la definizione di tale rapporto.

La Commissione respinge, con distinte votazioni, i subemendamenti Iannuzzi 0.5.80.3 e 0.5.80.4.

Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza del presentatore del subemendamento Nesi 0.5.80.5; si intende che vi abbia rinunciato.

La Commissione respinge il subemendamento Chianale 0.5.80.6.

Ugo PAROLO (LNFP) chiede chiarimenti al relatore relativamente al parere contrario espresso sul proprio subemendamento 0.5.80.7.

Maurizio Enzo LUPI (FI), relatore, ritiene che si tratti di una proposta di modifica del testo unificato che riguarda aspetti non strettamente attinenti alle finalit oggetto del provvedimento, quanto ai suoi aspetti applicativi.

Ugo PAROLO (LNFP) ritira il proprio subemendamento 0.5.80.7, pur ritenendo che la difesa dei caratteri tradizionali dovrebbe rientrare a pieno titolo tra le funzioni svolte dalle regioni. Ritiene altres non corrette le osservazioni svolte dal relatore sul proprio subemendamento 0.5.80.8, in quanto analogo emendamento presentato da gruppi di opposizione, sul quale stato registrato il parere favorevole del relatore, fa riferimento a profili attuativi, anzich alle finalit dell'attivit di governo del territorio.

Maurizio Enzo LUPI (FI), relatore, in considerazione delle osservazioni svolte dal deputato Parolo e contrariamente all'avviso precedentemente espresso, ritiene di poter modificare il proprio orientamento, esprimendo parere favorevole sul subemendamento Parolo 0.5.80.8.

Il viceministro Ugo MARTINAT esprime parere conforme a quello del relatore.

La Commissione approva il subemendamento Parolo 0.5.80.8.

Tino IANNUZZI (MARGH-U), intervenendo sui propri subemendamenti 0.5.80.9 e 0.5.80.10, dei quali auspica l'approvazione, osserva che il testo unificato non risolve, se non in modo estremamente scarno, la questione del ruolo delle province. Ribadisce che, in base alla legislazione vigente, alle province spetta il livello di pianificazione dell'area sovracomunale.

Ermete REALACCI (MARGH-U), alla luce dei pareri espressi del relatore sulle proposte avanzate dall'opposizione, ritiene che tali proposte dovrebbero costituire oggetto di una ulteriore riflessione, in quanto esse intendono dare un contributo al miglioramento della coerenza del testo unificato.

Maurizio Enzo LUPI (FI), relatore, ritenendo non comprensibili le obiezioni sollevate dai deputati dei gruppi di opposizione sul ruolo delle province, ritiene che tale aspetto possa essere riconsiderato in occasione dell'esame da parte dell'Assemblea e che l'emendamento del relatore intende compiere un passo avanti nella direzione auspicata dall'opposizione, pur senza snaturare la logica interna del provvedimento.

Ugo PAROLO (LNFP) osserva, anche a nome del suo gruppo, che la difesa del ruolo delle regioni costituisce un elemento essenziale del provvedimento, alla luce della considerazione che le stesse regioni sono molto diverse tra di loro e che occorre che una legge di principi consenta di delegare lo svolgimento di alcune attivit alle province, senza tuttavia disporre uno specifico obbligo al riguardo.





--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 121

--------------------------------------------------------------------------------


La Commissione, con distinte votazioni, respinge il submendamento Iannuzzi 0.5.80.9 ed approva il subemendamento Iannuzzi 0.5.80.10.

Mauro CHIANALE (DS-U), nel preannunciare il voto contrario del suo gruppo sull'emendamento 5.80 relatore, osserva criticamente che tale proposta riassume lo spirito di fondo del testo in esame. Condividendo le considerazioni dei deputati Iannuzzi e Sandri, ritiene infatti che tale emendamento non risolva i problemi finora emersi, in particolare quelli relativi all'attivit di pianificazione, la quale non pu essere confusa con quella di programmazione. Inoltre, ritiene che tale emendamento definisca in modo vago i diversi ambiti territoriale e, in generale, non sia coerente con la rubrica dello stesso articolo 5.

Ermete REALACCI (MARGH-U), pur comprendendo lo sforzo del relatore di avvicinare le proprie posizioni a quelle dell'opposizione, ritiene che, anche in considerazione dei tempi a disposizione della Commissione per l'esame del provvedimento, possa essere realizzato uno sforzo ulteriore al fine di chiarire le questioni ancora in sospeso per le restanti parti del testo unificato.

La Commissione approva quindi l'emendamento 5.80 del relatore, come modificato sulla base dei subemendamenti approvati, risultando pertanto preclusi gli emendamenti Iannuzzi 5.51, Chianale 5.31, Parolo 5.19 e 5.20, Lion 5.9, Realacci 5.41, Parolo 5.21, Lion 5.10, Chianale 5.32, Iannuzzi 5.54, Antonio Barbieri 5.2, Parolo 5.22 e 5.23, Iannuzzi 5.52 e 5.53, Nesi 5.3, Lion 5.11, Chianale 5.33, Mantini 5.42, 5.43 e 5.44, Parolo 5.24 e 5.25, Lion 5.12, Nesi 5.4 e Chianale 5.34.

Pietro ARMANI, presidente, secondo quanto concordato in precedenza, rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news