LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PROGETTO DI LEGGE - N. 153 - VIII Commissione - Seguito dell'esame e rinvio- EMENDAMENTO RIFORMULATO NEL CORSO DELLA SEDUTA
2004-11-23

Governo del territorio.
Testo unificato C. 153 Bossi, C. 442 Vigni, C. 677 Martinat, C. 1065 Pecoraro Scanio, C. 3627 Mantini, C. 3810 Sandri, C. 3860 Lupi, C. 4707 Vendola.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato il 27 ottobre 2004.

Pietro ARMANI, presidente, ricorda che, nella seduta del 29 settembre 2004, sono stati espressi i pareri del relatore e del Governo su tutti gli emendamenti riferiti all'articolo 5 e che la Commissione ha esaminato, da ultimo, l'emendamento 5.80 del relatore.

Fabrizio VIGNI (DS-U) illustra le finalità dell'emendamento Iannuzzi 5.55, di cui raccomanda l'approvazione, sottolineando la necessità di attribuire alle province un ruolo centrale nello svolgimento della attività di pianificazione territoriale di area vasta, come d'altra parte segnalato dall'Unione delle Province Italiane in occasione di un'audizione informale svolta presso la Commissione.

Tino IANNUZZI (MARGH-U), nel rilevare che il proprio emendamento 5.55 verte su una questione centrale, non adeguatamente risolta dal testo unificato predisposto dal relatore, ribadisce l'orientamento dei gruppi di opposizione a favore di una politica per il territorio che ponga la provincia al centro della funzione di programmazione di area vasta. Sottolinea, inoltre, che l'emendamento intende fornire indicazioni univoche sul ruolo delle province e dei comuni, considerato che non appare praticabile l'ipotesi di semplificare tale questione, relegando le province ad una posizione marginale. La proposta emendativa, peraltro, intende anche evitare ogni confusione tra i piani comunali e l'attività di pianificazione degli aspetti di indirizzo generale.

La Commissione respinge, con distinte votazioni, gli emendamenti Iannuzzi 5.55 e 5.50.




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 63

--------------------------------------------------------------------------------


Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'emendamento Antonio Barbieri 5.5; si intende che vi abbia rinunciato.

La Commissione respinge quindi l'emendamento Lion 5.13.

Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza dei presentatori del subemendamento Parolo 0.5.70.1; si intende che vi abbiano rinunciato.

La Commissione approva quindi l'emendamento 5.70 del relatore.

Mauro CHIANALE (DS-U) illustra le finalità del proprio emendamento 5.35, del quale raccomanda l'approvazione, ribadendo le perplessità, già espresse dai deputati dei gruppi di opposizione nel corso dell'esame del testo unificato, sulle carenze di un provvedimento che dovrebbe rivestire, in futuro, il carattere di legge di principio.

La Commissione respinge, con distinte votazioni, l'emendamento Chianale 5.35 e gli identici emendamenti Mantini 5.45 e Realacci 5.40.

Maurizio Enzo LUPI (FI), relatore, modificando l'orientamento già espresso nella precedente seduta, invita al ritiro dell'emendamento Paroli 5.18.

Adriano PAROLI (FI) ritira il proprio emendamento 5.18.

Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'emendamento Nesi 5.6; si intende che vi abbia rinunciato.

La Commissione respinge, con distinte votazioni, gli emendamenti Lion 5.14, Chianale 5.36, Realacci 5.39 e 5.38, Lion 5.15.

Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza del presentatore dell'emendamento Nesi 5.7; si intende che vi abbia rinunciato.

La Commissione respinge, con distinte votazioni, l'emendamento Lion 5.17, gli identici emendamenti Chianale 5.37 e Mantini 5.46, nonché l'emendamento Lion 5.16.

Maurizio Enzo LUPI (FI), relatore, modificando l'orientamento già espresso nella precedente seduta, esprime parere favorevole sull'emendamento Mantini 5.47, a condizione che esso venga riformulato nel senso di limitare l'inciso alla «previa valutazione di compatibilità ambientale».

Tino IANNUZZI (MARGH-U), cofirmatario dell'emendamento Mantini 5.47, accoglie la proposta di riformulazione del relatore (vedi allegato 2).

Il viceministro Ugo MARTINAT esprime parere favorevole sull'emendamento Mantini 5.47 (nuova formulazione).

La Commissione approva, con distinte votazioni, gli emendamenti Mantini 5.47 (nuova formulazione) e Iannuzzi 5.56.

Tino IANNUZZI (MARGH-U) illustra i contenuti del proprio emendamento 5.57, del quale auspica l'approvazione, osservando che esso intende porre rimedio all'attuale generica formulazione del comma 6 dell'articolo 5 del testo unificato, in particolare per quanto riguarda la distinzione tra gli atti di contenuto strategico e quelli di contenuto operativo. Osserva, inoltre, che la proposta emendativa è tesa a sanare ogni possibile contrasto tra le norme contenute all'articolo 5 e l'articolo 20 del decreto legislativo n. 267 del 2000, relativo all'ordinamento delle competenze degli enti locali.

La Commissione respinge, con distinte votazioni, gli emendamenti Iannuzzi 5.57 e Mantini 5.48.

Alfredo SANDRI (DS-U) illustra le finalità dell'emendamento Mantini 5.49, del quale raccomanda l'approvazione, sottolineando




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 64

--------------------------------------------------------------------------------

che esso è diretto a risolvere le contraddizioni che emergono dal raffronto tra le disposizioni del comma 6 dell'articolo 5 e dell'articolo 8, relative ai diversi livelli e strumenti di pianificazione territoriale. Rileva come un'ulteriore questione da affrontare sia quella relativa al piano strutturale e al piano strategico, non aventi efficacia conformativa della proprietà: occorre in proposito evitare che un piano di tutela ambientale, non vincolato da un piano strutturale, possa essere modificato da un piano di tipo operativo. In generale, ritiene importante porre in essere ogni possibile sforzo finalizzato a fare salvi gli aspetti di pianificazione paesaggistica.

La Commissione respinge l'emendamento Mantini 5.49.

Pietro ARMANI, presidente, constata l'assenza dei presentatori degli emendamenti Parolo 5.26 e Nesi 5.8; si intende che vi abbiano rinunciato.

Maurizio Enzo LUPI (FI), relatore, propone, anche alla luce della complessità tecnica delle questioni poste dagli emendamenti riferiti all'articolo 6, di rinviare ad altra seduta il seguito dell'esame del testo unificato in titolo.

Pietro ARMANI, presidente, nel prendere atto che non vi sono obiezioni rispetto alla proposta del relatore, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 15.05.

-----------------------------------------------------------------
ALLEGATO 2

Governo del territorio (testo unificato C. 153 Bossi, C. 442 Vigni, C. 677 Martinat, C. 1065 Pecoraro Scanio, C. 3627 Mantini, C. 3810 Sandri, C. 3860 Lupi, C. 4707 Vendola).


EMENDAMENTO RIFORMULATO NEL CORSO DELLA SEDUTA
Al comma 5, dopo le parole: edificazione esistente aggiungere le seguenti: previa valutazione di compatibilità ambientale.
5. 47.(nuova formulazione) Mantini, Iannuzzi, Realacci, Sandri, Chianale, Vigni, Lion, Reduzzi.

http://web.camera.it/_dati/leg14/lavori/bollet/frsmcdin.asp?percboll=/_dati/leg14/lavori/bollet/2004


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news