LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DECRETO 23 dicembre 2004 Fondo Immobili pubblici: Decreto di Apporto. (Suppl. Ordinario n. 188)
2004-12-23

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto il decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351, convertito, con
modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 410, e
successivamente modificato (nel seguito indicato come il
decreto-legge n. 351), recante disposizioni urgenti in materia di
privatizzazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico
e di sviluppo dei fondi comuni di investimento immobiliare;
Visto, in particolare, l'art. 4 del decreto-legge n. 351 (nel
seguito indicato come l'art. 4) in forza del quale il Ministro
dell'economia e delle finanze e' autorizzato a promuovere la
costituzione di uno o piu' fondi comuni di investimento immobiliare,
conferendo o trasferendo beni immobili ad uso diverso da quello
residenziale dello Stato, dell'Amministrazione autonoma dei Monopoli
di Stato e degli enti pubblici non territoriali, individuati con uno
o piu' decreti del Ministro dell'economia e delle finanze da
pubblicare nella Gazzetta Ufficiale;
Visto il decreto del Ministro dell'economia e delle finanze emanato
in data 9 giugno 2004 con il quale e' stata avviata la procedura di
costituzione di un fondo di investimento immobiliare ai sensi
dell'art. 4 (nel seguito indicato come il Fondo);
Visti i decreti dirigenziali emanati, ai sensi dell'art. 1 del
decreto-legge n. 351, dall'Agenzia del demanio elencati nell'allegato
1 al presente decreto (nel seguito indicati come i decreti
dell'Agenzia del demanio), che individuano alcuni beni appartenenti
allo Stato ed agli enti pubblici non territoriali ivi indicati (nel
seguito indicati come gli Enti titolari);
Visto il decreto del Ministro dell'economia e delle finanze emanato
in data 15 dicembre 2004 e tenuto conto delle disposizioni in esso
contenute volte a regolare alcuni aspetti afferenti la complessiva
operazione di conferimento e trasferimento al Fondo degli immobili
(come definiti in appresso), ivi incluse previsioni concernenti il
contratto di locazione, l'assegnazione degli stessi immobili agli
Enti titolari che li hanno in uso, la destinazione prioritaria dei
canoni derivanti dal contratto stesso e degli altri proventi
derivanti dallo sfruttamento degli immobili, le dichiarazioni e
impegni che il Ministero dell'economia e delle finanze e' autorizzato
a rilasciare, per conto degli Enti titolari (nel seguito indicato
come il decreto operazione);
Considerato che con due successivi decreti da emanarsi ai sensi
dell'art. 4 saranno trasferiti al Fondo ulteriori beni immobili degli
Enti titolari (nel seguito indicati come i decreti di
trasferimento);
Visto il comma 2 dell'art. 4 ai sensi del quale le disposizioni
degli articoli da 1 a 3 del decreto-legge n. 351 si applicano, per
quanto compatibili, ai conferimenti dei beni immobili ai fondi comuni
di investimento immobiliare di cui al comma 1 dell'art. 4;
Considerato che in data 16 dicembre 2004 e' stato approvato dalla
Banca d'Italia il regolamento del Fondo denominato FIP - Fondo
immobili pubblici - Fondo comune di investimento immobiliare di tipo
chiuso, e che le banche e istituti finanziari selezionati ai sensi
del decreto del Ministro dell'economia e delle finanze emanato in
data 9 giugno 2004 hanno individuato quale gestore del Fondo la
societa' Investire Immobiliare SGR S.p.A. (nel seguito indicata come
la SGR);
Decreta:

Art. 1.

Gli immobili individuati dai decreti dell'Agenzia del demanio ed
indicati nell'allegato 1 del presente decreto, con l'esclusione delle
unita' ad uso residenziale eventualmente comprese in tali immobili
(nel seguito gli immobili apportati e, insieme agli immobili
trasferiti ai sensi dei decreti di trasferimento nonche' agli altri
beni immobili eventualmente trasferiti al Fondo con decreti da
adottarsi ai sensi dell'art. 4, comma 1, e per gli effetti dell'art.
4, comma 2-bis, successivamente all'apporto ed al trasferimento nei
casi previsti nel presente decreto, nel decreto operazione e nei
decreti di trasferimento, gli immobili), passano al patrimonio
disponibile dello Stato.
In applicazione dell'art. 4 e salvo quanto previsto al successivo
art. 6, sono conferiti al Fondo, a far data dalla pubblicazione del
presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana,
gli immobili apportati, che costituiranno patrimonio del Fondo,
separato a tutti gli effetti da quello della SGR.
Gli immobili apportati si intendono comprendenti anche gli
accessori e le pertinenze ad essi relativi, ancorche' non
espressamente individuati nei decreti dell'Agenzia del demanio. Ai
sensi dell'art. 3, comma 19, del decreto-legge n. 351, i notai, in
occasione degli atti di rivendita degli immobili apportati,
provvedono a curare le formalita' di trascrizione, di intavolazione e
catastali anche in relazione a tali accessori e pertinenze.

Fondo Immobili pubblici: Decreto di Apporto. ALLEGATO

www.gazzettaufficiale.it


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news