LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Commissione VII Camera - seduta del 27 gennaio 2005 (interrogazione Colasio su risorse finanziarie relative a contributi del Ministero a privati)
2005-01-27

5-03862 Colasio: Disponibilit di risorse finanziarie relative a contributi del Ministero per i beni e le attivit culturali a soggetti privati.

Andrea COLASIO (MARGH-U) rinuncia ad illustrare l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Mario PESCANTE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Andrea COLASIO (MARGH-U), replicando, si dichiara soddisfatto della puntuale e articolata risposta fornita dal rappresentante del Governo.
Peraltro, pur ritenendo il previsto trasferimento, dal 1o gennaio 2005, alle Direzioni regionali della competenza alla liquidazione dei contributi assolutamente corretta e conforme ai condivisibili principi di decentramento amministrativo e di conseguente responsabilizzazione dei soggetti locali competenti, ritiene fondamentale che esso avvenga previa attenta e rigorosa valutazione della reale funzionalit e sostanziale efficienza di tali articolazioni regionali, al fine di garantire la migliore gestione dell'importante attivit loro affidata.

ALLEGATO 2

5-03862 Colasio: Disponibilit di risorse finanziarie relative a contributi del Ministero per i beni e le attivit culturali a soggetti privati.


TESTO DELLA RISPOSTA
Si deve innanzitutto premettere che - come gi reso noto a fronte di precedente interrogazione parlamentare - questa amministrazione aveva provveduto a richiedere l'uscita del capitolo 8311 dall'accorpamento nel fondo unico di investimento, ma che tale richiesta non ha avuto seguito presso il Ministero dell'economia e delle finanze.
Per quanto attiene, invece, la liquidazione delle pratiche di contributo, si forniscono, sulla scorta di quanto comunicato dalla competente Direzione generale, i seguenti chiarimenti e dati:
vero, come riferisce l'interrogante, che esisteva una risorsa di cassa di 20 milioni di euro disponibili sul capitolo 8311, con decorrenza dal 1o gennaio 2004, ma che l'Ufficio competente poteva provvedere ad utilizzare l'assegnazione di tale risorsa fino alla concorrenza della somma relativa alla competenza residua degli anni 1999, 2000, 2001, 2002 e 2003.

Pertanto, l'Ufficio competente riferisce di aver provveduto al pagamento delle pratiche acquisite da settembre 2003 alla prima quindicina di gennaio 2004, per un totale di euro 13.880.087.09.
Utilizzando la citata competenza residua, il predetto Ufficio segnala di aver, inoltre, erogato contributi pari ad euro 876.678,34, riguardanti gli interventi di restauro eseguiti su beni mobili di riconosciuto interesse storico artistico.
Sulla base di quanto riferito per le vie brevi dalla sopra citata Direzione generale, l'esubero di poco pi di sei milioni di euro, tra stanziamento di cassa al 1o gennaio 2004 e competenze residue relative agli anni 1999-2003, risultando in eccedenza rispetto al fabbisogno relativo agli anni citati ed essendo peraltro vincolato quanto a destinazione, ha costituito economia di bilancio.
Successivamente, per effetto del decreto del Ministero dell'economia e delle finanze, in data 15 ottobre 2004, concernente le disposizioni circa le variazioni compensative delle unit previsionali di base in termini di competenza e di cassa per l'anno finanziario 2004, che assegnava a questa Amministrazione la somma di euro 19.650.499,00, l'Ufficio ha provveduto anche al pagamento delle pratiche pervenute dalla seconda quindicina di gennaio 2004 alla seconda decade di maggio 2004, per un totale di euro 19.649.299,57.
In relazione a quanto evidenziato circa il trasferimento, dal 1o gennaio 2005, alle Direzioni regionali della competenza alla liquidazione dei contributi, si precisa quanto segue:
1) l'entrata in vigore del decreto del Presidente della Repubblica 10 giugno 2004, n. 173 - Regolamento di organizzazione del Ministero per i beni e le attivit culturali - ha stabilito la competenza delle Direzioni regionali a disporre il concorso del Ministero nelle spese affrontate dai privati proprietari possessori o detentori di beni culturali per gli interventi di conservazione, nei casi previsti dagli articoli 34 e 35 del Codice;
2) come previsto dall'articolo 2 del decreto ministeriale 2 agosto 2004, l'Ufficio ha continuato a svolgere i compiti ad esso affidati fino alla data del 31 dicembre 2004, accettando le pratiche ai sensi degli articoli 31 e 36 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42;
3) con recente direttiva in data 31 dicembre 2004, la Direzione Generale competente ha provveduto a diramare istruzioni affinch le Soprintendenze di settore, a far data dal 3 gennaio 2005, non inoltrassero pi le pratiche di contributo alle Direzioni generali, gi competenti per materia.
La medesima Direzione sta, altres, predisponendo le istruzioni procedurali necessarie ai fini della successiva assegnazione dei fondi alle competenti Direzioni regionali.
In riferimento, poi, alla questione se siano o meno dovuti interessi su contributi liquidati dopo un notevole lasso di tempo dalla presentazione delle richieste e delle connesse documentazioni, si precisa che, in conformit a quanto chiarito in via consultiva dall'Avvocatura generale dello Stato, espressamente interpellata in proposito, il contributo costituisce una elargizione spontanea per contribuire alla conservazione dei beni culturali ed collegato a parametri normativi specifici solo quanto alla causa ed alla misura, come richiesto dalle norme di contabilit pubblica e non certamente quanto ai tempi di erogazione.
Pertanto, non configurabile una ipotesi di liquidazione di interessi per il caso di contributi erogati per cos dire in ritardo, soprattutto quando, come si evince da quanto esposto, il presunto ritardo collegato ad un presupposto oggettivo che esonera da ogni responsabilit l'amministrazione erogante.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news