LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII Commissione Camera - seduta del 2 febbraio 2005 (governo del territorio)
2005-02-02

Governo del territorio.
Testo unificato C. 153 e abb.
(Parere alla VIII Commissione).
(Esame e rinvio).

La Commissione inizia l'esame.

Domenicantonio SPINA DIANA (FI), relatore, nel ritenere che il testo in esame, incidendo su materie di notevole interesse ed importanza strategica ai fini della tutela e della valorizzazione del territorio nazionale, debba essere oggetto di attenzione e particolare approfondimento, osserva come le disposizioni da esso recate non risultino in realt particolarmente innovative, ma si limitino piuttosto ad introdurre, in pi punti, una disciplina di carattere derogatorio rispetto alla legislazione regionale in materia urbanistica e alla conseguente attivit pianificatoria posta in essere dagli enti locali. Rilevato quindi che, a seguito del continuo sovrapporsi di leggi nel settore, si determina un quadro normativo particolarmente confuso che non pu che nuocere alla reale tutela del territorio, reputa che il provvedimento presenti altres profili di dubbia legittimit costituzionale, atteso che interviene con una disciplina di dettaglio in un ambito, quale quello relativo al governo del territorio, che dovrebbe essere a rigore oggetto di legislazione concorrente tra lo Stato e le regioni. Pur esprimendo perplessit sull'impianto generale del provvedimento, saluta comunque con favore il fatto che sia prevista una maggiore concertazione tra le realt istituzionali competenti nella definizione degli strumenti urbanistici.
Nel constatare poi come la disciplina recata dal testo in esame non assicuri un'adeguata tutela del patrimonio culturale e ambientale, ritiene che la Commissione possa esprimere parere favorevole a condizione che l'articolo 5, comma 5, sia riformulato nel senso di prevedere che nella formazione del piano urbanistico vada riservata priorit, oltre che al recupero, alla ristrutturazione, all'adeguamento del patrimonio immobiliare esistente, anche alla riorganizzazione edilizia, al fine della valorizzazione, della accessibilit e della fruibilit dei beni culturali, demaniali e di rilevante pregio ambientale e che lo Stato e le regioni incentivano i piani attuativi o negoziati che soddisfino tali priorit anche attraverso adeguate misure fiscali.
Al fine di realizzare la medesima finalit di tutela del patrimonio culturale e paesaggistico, ritiene opportuno invitare la Commissione di merito ad inserire nel testo apposita norma tesa a garantire la validit per un anno dei piani regolatori, impugnati dinanzi ai competenti organismi di giustizia amministrativa, limitatamente alle opere di tutela e di valorizzazione dei beni culturali e ambientali, nonch ai provvedimenti approvati che non ledano l'interesse dei ricorrenti, nelle more dell'approvazione dei nuovi piani.
Considerando altres fondamentale che lo Stato destini congrue risorse al fine di garantire il pieno sviluppo del territorio, prospetta infine l'opportunit di suggerire alla Commissione di merito che l'articolo 8, comma 8, sia riformulato nel senso di prevedere la possibilit che non solo le regioni, ma anche lo Stato assicuri agli enti di pianificazione le risorse economiche necessarie per ovviare ad eventuali situazioni limitative delle potenzialit di sviluppo del territorio derivanti da atti di pianificazione sovracomunale.

Carlo CARLI (DS-U), nel rilevare che il testo in titolo ha notevole rilievo e, come tale, necessita della massima attenzione, essendo destinato ad incidere profondamente sulla materia dei beni culturali e paesaggistici, formula l'auspicio che la Commissione proceda agli opportuni approfondimenti e chiede che si rinvii ad altra seduta la votazione sulla proposta di parere del relatore, anche alla luce della sua complessit e articolazione.

Emerenzio BARBIERI (UDC), espresse anch'egli perplessit sul testo in esame che, ledendo l'ambito delle competenze delle regioni in materia di governo del territorio, indubbiamente destinato ad originare contenziosi con le realt istituzionali regionali, lamenta in particolare la dubbia formulazione dell'articolo 5, comma 4, che prevede una singolare distinzione tra aree di territorio non urbanizzato a seconda della loro destinazione. Ritiene altres preoccupante che si intervenga in materia di possibilit di modificazione dei confini delle province.
Alla luce di tali rilievi, auspica che la Commissione esprima parere contrario sul provvedimento in titolo.

Ernesto MAGGI (AN), nel ritenere che la materia del governo del territorio sia particolarmente delicata e necessiti di approfondimenti, anche al fine di non aggravare ulteriormente il gi confuso panorama normativo esistente in materia, considera fondamentale rinviare la votazione della proposta di parere ad altra seduta.
Ritiene poi pregiudiziale, ai fini della soluzione delle problematiche afferenti la sfera urbanistica, ed in particolare del deprecabile fenomeno dell'abusivismo edilizio, l'aggiornamento del catasto, stante la sua notoria arretratezza.

Andrea COLASIO (MARGH-U), rilevando che la disciplina contemplata nel testo in oggetto incide su ambiti di indubbio interesse per la Commissione, concorda sull'opportunit di rinviare la votazione della proposta di parere del relatore, al fine di assicurare margini temporali di approfondimento consoni all'importanza delle questioni affrontate.

Ferdinando ADORNATO, presidente, segnala che il provvedimento in esame iscritto nel calendario dei lavori dell'Assemblea a partire da luned 7 febbraio 2005 e che la Commissione di merito, alla luce dell'andamento dei lavori parlamentari di questa settimana, prevede la conclusione dell'esame per la giornata odierna.
Invita pertanto il relatore e i rappresentanti dei gruppi a valutare se vi siano le condizioni per esprimere il parere entro la seduta in corso, ovvero se la Commissione non debba prendere atto dell'impossibilit di pronunciarsi in tempo utile.

Domenicantonio SPINA DIANA (FI), relatore, considera fondamentale che la Commissione si esprima in merito al testo in oggetto, stante la sua particolare rilevanza. Ritiene che la Commissione si possa esprimere sulla base delle indicazioni da lui precedentemente fornite, che si riserva di formalizzare in corso di seduta.

Emerenzio BARBIERI (UDC) ribadisce il proprio giudizio di assoluta inadeguatezza del testo in esame, che non consente al suo gruppo di esprimere su di esso una valutazione favorevole, sia pure subordinatamente a condizioni o osservazioni.

Domenicantonio SPINA DIANA (FI), relatore, alla luce degli interventi svolti, ritiene che non vi siano le condizioni per giungere alla formulazione di una proposta di parere sufficientemente condivisa.

Ferdinando ADORNATO, presidente, prende atto che non vi sono le condizioni perch la Commissione esprima in tempo utile il proprio parere, fermo restando che la discussione svolta potr costituire la base per le successive iniziative che i gruppi vorranno assumere nel seguito dell'esame.

Carlo CARLI (DS-U) sottolinea la rilevanza politica del fatto che, su un provvedimento cos importante, la maggioranza non sia in grado di esprimere un parere condiviso, e dichiara la propria soddisfazione per l'ampia condivisione delle perplessit nutrite dal suo gruppo, preannunciando che esso torner ad avanzare le proprie proposte nel corso della discussione in Assemblea.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news