LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

AFFARI COSTITUZIONALI (1) - 152 seduta - Schema di riorganizzazione del MIBAC - Atto n. 287
2003-11-05



MERCOLEDI' 5 NOVEMBRE 2003
152 seduta
Presidenza del Presidente
FALCIER



Interviene il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Gagliardi.

La seduta inizia alle ore 15.


Schema di decreto legislativo recante: Riorganizzazione del Ministero per i beni e le attivit culturali (n. 287)
(Osservazioni alla Commissione parlamentare consultiva in ordine all'attuazione della riforma amministrativa. Esame. Osservazioni favorevoli con rilievi)

Il relatore FALCIER (FI) illustra lo schema di decreto legislativo in titolo e propone alla Sottocommissione di esprimere osservazioni favorevoli con i seguenti rilievi:
1. all'articolo 4 dello schema di decreto legislativo in titolo, con il quale viene novellato l'articolo 6 del decreto legislativo n. 368 del 1998, si segnala che l'individuazione delle direzioni generali in una fonte di rango primario appare in contrasto con l'articolo 17, comma 4-bis lettera b) della legge n. 400 del 1988, che demanda a regolamenti "di delegificazione" la "individuazione degli uffici di livello dirigenziale generale, centrali e periferici" e che il rispetto di tale disposizione rientra tra i principi e criteri della delega in attuazione della quale emanato lo schema di decreto in titolo, ai sensi dell'articolo 12, comma 1 della legge n. 59 del 1997, espressamente richiamato dall'articolo 1, comma 2, della legge n. 137 del 2002;
2. all'articolo 7, comma 6, secondo periodo, del decreto legislativo n. 368 del 1998, come novellato dall'articolo 5 dello schema di decreto legislativo, si segnala l'opportunit di sopprimere le parole: "del decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368";
3. all'articolo 6, comma 5, dello schema di decreto in titolo si invita la Commissione di merito a segnalare al Governo l'opportunit di sostituire il richiamo al principio "di cui al comma 2" con quello di cui al comma 3 del medesimo articolo, che reca il principio di invarianza della spesa.

La Sottocommissione concorda con le osservazioni formulate dal relatore.

(2441) Modifiche al codice di procedura penale in materia di revisione a seguito di sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo, approvato dalla Camera dei deputati in un testo risultante dall'unificazione dei disegni di legge d'iniziativa dei deputati Mario Pepe ed altri e Cola
(498) COMPAGNA ed altri. - Revisione dei processi penali in seguito a sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo
(Parere alla 2 Commissione. Esame congiunto e rinvio)

Il relatore BOSCETTO (FI) illustra il disegno di legge n. 2441 osservando in primo luogo che, a differenza del disegno di legge n. 498, presupposto per la richiesta di revisione l'accertamento, con sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo, di violazioni delle disposizioni di cui all'articolo 6 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libert fondamentali: pur potendo tale fattispecie apparire fin troppo ampia e prestarsi pertanto a strumentalizzazioni, ritiene tuttavia che la permanenza in vigore dei limiti alla revisione di cui all'articolo 631 del codice di procedura penale, consenta di fugare le perplessit in merito.
Propone, quindi, alla Sottocommissione di esprimere un parere favorevole sul disegno di legge n. 2441 con le seguenti osservazioni:
1. all'articolo 2 si segnala l'opportunit di esplicitare che anche la decisione del Comitato dei ministri costituisce presupposto per la richiesta di revisione, per la presentazione della quale il medesimo articolo 2, comma 1, individua soltanto i termini;
2. all'articolo 2, comma 1, si segnala l'opportunit di inserire dopo le parole "la richiesta di revisione" le seguenti: di cui all'articolo 630-bis del codice di procedura penale, introdotto dall'articolo 1 della presente legge;
3. al medesimo articolo 2, comma 1, si segnala lesigenza di fissare in via generale il termine per la proposizione della richiesta di revisione non solo come disposizione transitoria;
4. all'articolo 2, comma 2, si invita la Commissione di merito a valutare se l'esclusione della possibilit di richiedere la revisione delle sentenze e dei decreti penali di condanna per alcune tipologie di reati, quando la violazione delle disposizioni di cui all'articolo 6 della Convenzione sia stata commessa prima della data di entrata in vigore del disegno di legge in esame non presenti irragionevoli profili di disparit di trattamento sulla base del mero fattore temporale.

Illustra, quindi il disegno di legge n. 498 e, dopo avere osservato che la fattispecie in presenza della quale si prevede la possibilit di richiedere la revisione appare limitata in modo forse eccessivo, propone alla Sottocommissione di esprimere un parere favorevole osservando, tuttavia, che sembra opportuno stabilire l'obbligo di deposito della copia autentica della sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo, ovvero della decisione del Comitato dei ministri, o in subordine prevedere che sia lo stesso giudice della revisione ad acquisire tale copia autentica.

Interviene il senatore BATTISTI (Mar-DL-U) esprimendo forti perplessit in particolare sul disegno di legge n. 2441, che fa riferimento alle violazioni di tutte le disposizioni di cui all'articolo 6 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libert fondamentali quale presupposto per la revisione delle sentenze di condanna: accanto alle ipotesi di lesione del diritto alla difesa, infatti, tale rinvio consentirebbe di chiedere la revisione anche nei casi di non ragionevole durata del processo, con grave rischio di un uso strumentale del nuovo articolo 630-bis del codice di procedura penale introdotto dallarticolo 1 di quel disegno di legge, considerata la durata media dei processi in Italia.
Il presidente FALCIER (FI), in considerazione dellimminente inizio della seduta della Commissione affari costituzionali, propone che il seguito dellesame congiunto dei disegni di legge in titolo sia rinviato ad altra seduta.

La Sottocommissione consente.

Il seguito dellesame congiunto quindi rinviato.

La seduta termina alle ore 15,25.





news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news