LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BILANCIO (5a) - schema di riorganizzazione del MIBAC- 250a Seduta - Atto n. 287
2003-11-10

BILANCIO (5a)

LUNEDI 10 NOVEMBRE 2003
250a Seduta

Presidenza del Presidente
AZZOLLINI




Interviene il sottosegretario di Stato per leconomia e le finanze Vegas.

La seduta inizia alle ore 16,05.


Schema di decreto legislativo recante: Recepimento della direttiva 2001/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 settembre 2001, che modifica le direttive 78/660/CEE, 83/349/CEE e 86/635/CEE per quanto riguarda le regole di valutazione per i conti annuali e consolidati di taluni tipi di societ nonch di banche e di altre istituzioni finanziarie (286)
(Osservazioni alla 6a Commissione. Esame. Osservazioni favorevoli)

Il relatore NOCCO (FI) illustra lo schema di decreto legislativo in titolo, rilevando, per quanto di competenza, che non vi sono osservazioni da formulare.

Il sottosegretario VEGAS fa presente di non avere osservazioni da formulare.

Su proposta del RELATORE, la Commissione formula, infine, osservazioni favorevoli sul provvedimento in esame.


Schema di decreto ministeriale per la ripartizione di ulteriori risorse assegnate per l'anno 2003 al Fondo derivante dalle sanzioni amministrative irrogate dall'Autorit garante della concorrenza e del mercato, da destinare ad iniziative a vantaggio dei consumatori (289)
(Osservazioni alla 10a Commissione. Esame. Osservazioni favorevoli)

Il relatore NOCCO (FI) illustra lo schema di decreto ministeriale in titolo, evidenziando, per quanto di competenza, che non vi sono osservazioni da formulare.

Il sottosegretario VEGAS esprime avviso conforme a quello del relatore.

Su proposta del RELATORE, la Commissione formula, infine, osservazioni favorevoli.


Schema di decreto legislativo recante: "Riorganizzazione del Ministero per i beni e le attivit culturali (287)
(Osservazioni alla Commissione parlamentare per la riforma amministrativa. Esame e rinvio)

Il relatore NOCCO (FI) riferisce, per quanto di competenza, sullo schema di regolamento in titolo, osservando che occorre valutare se possono derivare nuovi o maggiori oneri dalle disposizioni di cui allarticolo 1, che aumentano di 4 unit le posizioni dirigenziali generali del Ministero, stabilendo la contestuale riduzione di 15 unit tra le posizioni dirigenziali di seconda fascia vigenti alla data del 29 settembre 2002, al fine di garantire linvarianza finanziaria della spesa, secondo la clausola di cui al comma 3 del successivo articolo 6.
Al fine di verificare la congruit di tale meccanismo di compensazione, ritiene necessario acquisire conferma che la suddetta riduzione del numero dei dirigenti di seconda fascia si riferisca a posizioni di organico effettivamente occupate alla data attuale e non semplicemente a posizioni di diritto, tenuto altres conto che, secondo quanto segnalato dal Servizio del bilancio, la retribuzione lorda unitaria assunta a parametro delle riduzioni dorganico cos come quantificata nella relazione tecnica allo schema sembra superiore alleffettiva retribuzione media, determinando un taglio dei posti dirigenziali di seconda fascia inferiore a quello necessario per compensare laumento dei 4 posti di prima fascia e, quindi, una sottostima dei relativi oneri.
Richiama, inoltre, lesigenza di valutare gli eventuali nuovi o maggiori oneri determinati dallarticolo 6, comma 2, dello schema di regolamento in esame, che attribuisce al Ministero per un periodo di tre anni la possibilit di conferire, anche fuori ruolo, fino a 6 incarichi di livello dirigenziale generale, da coprire rendendo indisponibile un numero di analoghi incarichi, anche di livello generale, equivalente sul piano finanziario. La relazione tecnica, infatti, non quantifica gli oneri relativi ai suddetti posti dirigenziali aggiuntivi, n tanto meno specifica se la compensazione viene fatta a valere su posizioni di fatto o di diritto.
Infine, rileva che occorre valutare, con riferimento agli articoli 3, comma 1, e 4, comma 9, se la possibilit, ivi contemplata, di determinare con regolamento del Ministro lorganizzazione e le funzioni dellIstituto centrale per gli archivi, nonch di creare nuovi istituti speciali con diverse finalit sia suscettibile di produrre oneri aggiuntivi, in contrasto con la clausola di invarianza finanziaria dello schema, posto anche il silenzio della relazione tecnica su tale punto.

Il sottosegretario VEGAS, rispondendo alle osservazioni del relatore, fa presente, con riferimento allarticolo 1, che nellattuale sistema normativo laffidamento di incarichi dirigenziali non si configura come la rigida attribuzione del posto stesso mediante promozione o procedura concorsuale, ma costituisce un fenomeno articolato e dinamico che si manifesta in modi diversi. Si pu infatti far ricorso ad incarichi e contratti a tempo determinato, da conferire ai sensi dellarticolo 19 del decreto legislativo n. 165 del 2001, alle procedure di mobilit in attuazione dellarticolo 23 dello stesso decreto, nonch allutilizzo di posti residui del soppresso ruolo unico dirigenziale. In sostanza, si tratta di posti oggettivamente disponibili, in quanto la temporanea vacanza degli stessi non preclude la possibilit di coprirli con le diverse modalit precedentemente ricordate, che possono essere attivate in qualsiasi momento in modo flessibile. Su tale base, pertanto, ritiene che la prevista indisponibilit dei posti dirigenziali di seconda fascia, a compensazione di quelli di prima fascia istituiti con il decreto in esame, sia in grado di assicurare il principio di invarianza della spesa.
Per quanto concerne, inoltre, i rilievi sullimporto della retribuzione media dei dirigenti di seconda fascia, sottolinea che esso stato determinato sulla base del trattamento fondamentale ed accessorio, compresa la retribuzione di posizione (parte variabile), attualmente corrisposto al personale dirigenziale di seconda fascia in servizio presso il Ministero per i beni e le attivit culturali.
Con riferimento alle osservazioni concernenti il comma 2 dellarticolo 6, precisa che la relazione tecnica non considera gli oneri derivanti dallattribuzione di 6 incarichi di livello dirigenziale generale, anche fuori ruolo, in quanto rinvia per la necessaria compensazione finanziaria ad un apposito decreto che definisca effettivamente le posizioni dirigenziali da rendere indisponibili. Di conseguenza, sottolinea che il conferimento dei suddetti incarichi aggiuntivi condizionato allemanazione di tale decreto.
Circa larticolo 3, comma 1, evidenzia che la relazione tecnica specifica che dallemanazione dei provvedimenti di composizione degli organismi collegiali non derivano maggiori oneri, per cui il numero dei componenti, necessariamente, non potr essere superiore rispetto a quello esistente in base alle norme vigenti. Riguardo allarticolo 4, comma 9, fa presente che la possibilit di determinare con regolamento lorganizzazione dellIstituto centrale per gli archivi, nonch di creare nuovi istituti speciali con diverse finalit, non innova la legislazione vigente, essendo gi prevista dal decreto legislativo n. 368 del 1998, che viene novellato con larticolo 4 del provvedimento in esame.

Su proposta del PRESIDENTE, il seguito dellesame viene, quindi, rinviato.


La seduta termina alle ore 16,15.




news

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news