LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

B I L A N C I O (5) - Schema di riorganizzazione del MIBAC - 254 Seduta - Atto n. 287
2002-12-20

B I L A N C I O (5)
VENERDI' 20 DICEMBRE 2002 254 Seduta (antimeridiana)

Presidenza del Presidente AZZOLLINI

Intervengono i sottosegretari di Stato per l'economia e le finanze Vegas e per l'interno D'Al.

La seduta inizia alle ore 8,45.


IN SEDE CONSULTIVA

(1826) Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2003), approvato dalla Camera dei deputati
(Parere all'Assemblea su ulteriori emendamenti. Seguito e conclusione dell'esame degli emendamenti fino a quelli riferiti all'articolo 58, ad eccezione degli emendamenti 26.2000, 26.2000/3, 26.2001 e 32.2000. Parere in parte favorevole, in parte favorevole condizionato, ai sensi dell'articolo 81 della Costituzione, in parte favorevole con osservazioni, in parte contrario, ai sensi della citata norma costituzionale. Seguito dell'esame e rinvio dei restanti emendamenti)

Si riprende l'esame sospeso nella seduta pomeridiana di ieri.

Su proposta del presidente AZZOLLINI, la Commissione conviene di accantonare gli emendamenti riferiti all'articolo 26 e di procedere all'esame dei restanti emendamenti fino a quelli riferiti all'articolo 58.

Con riferimento all'emendamento 29.0.2000, il presidente AZZOLLINI ritiene che i rilievi, esposti dal relatore nella seduta antimeridiana di ieri, possono essere superati inserendo, al comma 2, un'apposita clausola di invarianza degli oneri a carico della finanza pubblica.

In sede di esame dell'emendamento 32.2000, prende la parola il senatore PIZZINATO, il quale fa presente che tale proposta attribuisce agli enti di previdenza competenze estranee ed improprie, riconoscendo peraltro diritti soggettivi ai quali sono associati oneri che non consentiranno di rispettare il vincolo dell'equilibrio finanziario di gestione. Ricorda, peraltro, che diversi di questi enti si trovano gi in precarie condizioni finanziarie, al punto che o sono stati costretti a ridurre i rendimenti dei rispettivi fondi ovvero hanno riversato sulla finanza pubblica i loro dissesti finanziari, come nel caso dell'INPDAI. Conclusivamente, in presenza di effetti finanziari negativi cos rilevanti, il parere su tale emendamento non pu che essere contrario, ai sensi dell'articolo 81 della Costituzione.

Il senatore MORANDO, preannunciando il voto contrario della propria parte politica su una eventuale proposta di parere favorevole sull'emendamento 32.2000, ricorda come molti degli enti previdenziali di cui trattasi vivano una condizione di precario equilibrio finanziario che, ove fossero attribuiti loro ulteriori compiti di natura mutualistica, verrebbe aggravata a tal punto da determinarne il dissesto con inevitabili ripercussioni finanziarie sul bilancio dello Stato.

Dopo che il relatore GRILLOTTI ha rilevato che l'emendamento in questione, riproducendo peraltro un emendamento presentato da un esponente dell'opposizione (30.2000/23) sembrava volto a fornire soluzione ad una esigenza ampiamente condivisa, prende la parola il sottosegretario VEGAS, il quale concordando sull'ovvia esigenza di garantire l'equilibrio finanziario dei predetti enti previdenziali, fa presente che l'emendamento in questione, prevedendo una facolt e non un obbligo, consente il rispetto di quell'equilibrio di gestione. Tuttavia, ritiene che tale materia potrebbe anche essere riesaminata in sede di discussione dei provvedimenti di riforma del sistema previdenziale.

Il relatore GRILLOTTI, nel preannunciare il ritiro in Assemblea del predetto emendamento, propone che su di esso la Commissione non si pronunci.

Conviene la Commissione.

Il sottosegretario VEGAS, dopo aver fatto presente che gli oneri indicati nell'emendamento 33.0.2000 agiscono nell'ambito degli appositi fondi all'uopo previsti, fa presente che l'importo delle sanzioni indicate nell'emendamento 9.0.100/4 (testo 3) debbono essere adeguatamente aumentate, passando da 400 euro ad almeno 750 euro.

Il presidente AZZOLLINI, fa presente, a tale riguardo, che quest'ultima indicazione potr semmai formare oggetto di una apposita osservazione da esplicitare nel parere, non essendo motivo sufficiente all'espressione di un parere contrario sull'emendamento predetto.

Il sottosegretario VEGAS fa poi presente che l'emendamento 22.2500/2 prevede una copertura degli oneri finanziari a valere sugli ordinari stanziamenti di bilancio aventi peraltro natura in conto capitale.

Il presidente AZZOLLINI, dopo aver disposto l'accantonamento momentaneo di tale ultimo emendamento, ritiene che l'estensione ai soggetti di cui all'articolo 5 del decreto-legge n. 415 del 1990 delle disposizioni recate dal comma 4 dell'emendamento 37.2001/4 sia suscettibile di determinare oneri aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato.

Il senatore MORANDO, mentre condivide il rilievo del Presidente e quindi auspica l'espressione di un parere contrario, ai sensi dell'articolo 81 della Costituzione, su quella parte della citata norma, giudica oneroso anche il comma 3 del medesimo emendamento. Infatti, non verrebbe pi previsto alcun introito a favore delle aziende sanitarie oltre al recupero degli oneri sostenuti per effetto delle attivit libero-professionali intramurarie. Preannuncia, per questo aspetto, la propria astensione dal voto su un eventuale proposta di parere favorevole.

Il presidente AZZOLLINI sottopone alla valutazione della Commissione la necessit o meno di mantenere un'apposita compensazione finanziaria rispetto all'emendamento 22.344 (testo 2).

Su tale questione prendono la parola il senatore MORANDO (ad avviso del quale la copertura finanziaria non sarebbe stata necessaria se l'emendamento si fosse riferito ai soli soggetti non aventi una finanza derivata) ed il sottosegretario VEGAS (che giudica necessario introdurre una copertura finanziaria a valere, per l'anno 2003, sulla tabella A per l'importo di 0,4 milioni di euro).

Riprendendosi l'esame dell'emendamento 22.2500/2, il presidente AZZOLLINI dichiara che, a seguito di ulteriori approfondimenti tecnici, le dichiarazioni precedentemente rese dal sottosegretario Vegas risultano condivisibili.

Il sottosegretario VEGAS fa presente che gli emendamenti soppressivi dell'articolo 25, determinano un onere valutato in 60 milioni di euro alla cui copertura si pu provvedere mediante ricorso agli stanziamenti di cui all'articolo 22, comma 5.
Esprime, altres, avviso contrario sull'emendamento 59.2000/32.

Il presidente AZZOLLINI fa presente che per quanto riguarda gli emendamenti soppressivi dell'articolo 25, essendo gi stato reso un parere su di essi, la Commissione potr tornare a pronunciarsi soltanto su eventuali riformulazioni come quella suggerita dal rappresentante del Governo, mentre, per quanto riguarda l'emendamento 59.2000/32, ricorda che la Commissione lo prender in esame con gli altri emendamenti riferiti all'articolo 59 .

Con riferimento all'emendamento 49.2001 il presidente AZZOLLINI eccepisce rilievi finanziari con riferimento al capoverso 6-undecies, mentre il senatore MORANDO ritiene che anche il capoverso 6-bis, introducendo modifiche alla legislazione vigente coperte con ordinari stanziamenti di bilancio, sia da sanzionare con l'articolo 81 della Costituzione.

Il sottosegretario VEGAS, riferendosi all'emendamento 42.2000, fa presente che il fondo di cui al capoverso 3-bis adeguato allo scopo, mentre per quanto riguarda l'emendamento 49.2001 ritiene condivisibili le eccezioni finanziarie relative al solo capoverso 6-undecies, segnalando invece che, con riferimento al capoverso 6-bis, si tratta di una mera rimodulazione di finalizzazioni nell'ambito degli stessi stanziamenti complessivi.

Il relatore GRILLOTTI, tenuto conto del dibattito e delle dichiarazioni rese dal Governo, illustra una proposta di parere del seguente tenore: "La Commissione programmazione economica, bilancio, esaminati gli ulteriori emendamenti ed i subemendamenti fino a quelli riferiti all'articolo 58, ad eccezione degli emendamenti 26.2000, 26.2000/3, 26.2001 e 32.2000, per quanto di propria competenza, esprime parere contrario, ai sensi dell'articolo 81 della Costituzione, sugli emendamenti 30.2000/7, 31.2000/2, 31.2000/4, 31.2000/5, 37.0.2500/4, 49.2001/2, 49.2001/3, 49.2001/5, 49.2001/6, 49.2001/11, 49.2001/17, 22.2500/2, 37.2001/4 (limitatamente alle parole: "e quelli di cui all'articolo 5 del decreto-legge 29 dicembre 1990 n. 415, convertito con modificazioni, dalla legge 29 febbraio 1991 n. 58" del comma 4), 49.2001 (limitatamente al capoverso 6-undecies), 27.0.39, 31.2000/9, 49.2001/8 e 49.2001/15.
Esprime, altres, parere di nulla osta sull'emendamento 29.0.2000, a condizione che, ai sensi dell'articolo 81 della Costituzione, al comma 2 venga introdotto un periodo del seguente tenore: "dalle disposizioni del presente comma non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica", nonch sull'emendamento 22.344 (testo 2), a condizione che, ai sensi della medesima norma costituzionale, venga introdotto il seguente periodo: "conseguentemente, all'articolo 67, tabella A, rubrica Ministero dell'economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni: 2003: - 400".
Esprime, infine, parere di nulla osta sui restanti emendamenti, osservando che l'emendamento per 9.0.100/4 (testo 3) sarebbe opportuno prevedere un aumento delle sanzioni previste da 400 euro a 750 euro".

Tale proposta di parere viene posta ai voti ed approvata a maggioranza.

SCONVOCAZIONE DELLA SOTTOCOMMISSIONE PER I PARERI

Il presidente AZZOLLINI avverte che la seduta antimeridiana della Sottocommissione per i pareri non avr pi luogo.

CONVOCAZIONE DELLA COMMISSIONE E DELLA SOTTOCOMMISSIONE PER I PARERI

Il presidente AZZOLLINI comunica inoltre che la Commissione e la Sottocommissione per i pareri sono convocate oggi pomeriggio, rispettivamente, alle ore 14,30 e 14,45.

La seduta termina alle ore 9,35.




news

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

15-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 OTTOBRE 2017

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

Archivio news