LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lettera del Presidente della Repubblica al Presidente del Consiglio dei Ministri
2002-06-15

Lettera del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi al Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi, contestualmente alla promulgazione della legge di conversione del decreto legge 15 aprile 2002, n. 63

"Caro Presidente,
nell'informarLa che ho provveduto, in data odierna, a promulgare la legge di conversione del decreto legge n. 63 del 2002, ritengo opportuno rappresentarLe alcune considerazioni in merito a profili che emergono dalle disposizioni approvate.
Ho preso atto, innanzitutto, delle modifiche che nel corso dell'esame alla Camera dei Deputati sono state apportate al provvedimento, in modo specifico agli articoli 7 e 8, che riguardano l'istituzione delle due societ "Patrimonio dello Stato S.p.A." e "Infrastrutture S.p.A.".
importante la previsione che il conto consuntivo, economico e patrimoniale della Patrimonio dello Stato S.p.A. venga allegato al Rendiconto generale dello Stato e che un ulteriore allegato a detto rendiconto esponga "il conto consolidato della gestione di bilancio statale e della gestione della Patrimonio dello Stato S.p.A."; in tal modo la Corte dei conti, in sede di parificazione del Rendiconto generale dello Stato, potr riferire al Parlamento anche sulla gestione della Patrimonio S.p.A.
Altrettanto importante l'aver precisato che la valorizzazione, la gestione e l'eventuale alienazione del patrimonio dello Stato debba avvenire "nel rispetto dei requisiti e delle finalit propri dei beni pubblici" e che la definizione degli indirizzi strategici della societ Patrimonio S.p.A. sia disposta dal Ministro dell'economia e delle finanze "previa definizione da parte del CIPE delle direttive di massima".
"La deliberazione dei criteri di massima da parte del CIPE sar la sede per la ponderazione di tutti gli interessi coinvolti dall'attivit di gestione dei beni del patrimonio dello Stato, in modo da assicurare che la valorizzazione del patrimonio stesso (affidata alla Patrimonio S.p.A.) sia coerente non solo con principi di economicit e di redditivit ma anche con il rigoroso rispetto dei "valori" che attengono alle "finalit proprie dei beni pubblici", intese alla luce dei principi costituzionali che riguardano la tutela dei predetti beni e, in primo luogo, di quelli culturali ed ambientali, che costituiscono identit e patrimonio comune di tutto il Paese.
"A quest'ultimo proposito, auspico che il Governo traduca tempestivamente in disposizioni operative - anche attraverso gli strumenti di indirizzo, coordinamento e di direttiva che l'ordinamento attribuisce al Presidente del Consiglio dei Ministri - le esigenze che stanno alla base dell'ordine del giorno, accolto dal Governo, presentato in Senato dal relatore senatore Vizzini, con il quale si impegna l'Esecutivo ad assicurare particolari garanzie per la gestione di tutti i beni di interesse culturale e ambientale, nonch il pieno coinvolgimento del Ministro per i beni e le attivit culturali e del Ministro dell'ambiente e tutela del territorio nelle relative procedure.
"Per quanto riguarda, poi, la societ "Infrastrutture" dovrebbe essere oggetto di puntualizzazione che i beni patrimoniali che ad essa possono essere trasferiti, e che la societ pu adibire a garanzia dell'emissione di titoli di debito per i finanziamenti di propria competenza, non possono che essere beni "alienabili", affinch la garanzia sia effettiva. Il che porta implicitamente ad escludere tutti i principali beni pubblici, dei quali appare necessario preservare l'indisponibilit.
"Segnalo, infine, la contraddizione contenuta nell'art. 7, comma 10, del decreto, dove si prevede che il trasferimento dei beni alla Patrimonio S.p.A. possa essere disposto "per gli effetti di cui all'art. 3, comma 1, del decreto legge n. 410/2001" (il che comporterebbe l'automatico passaggio dei beni al patrimonio disponibile, con conseguente alienabilit) e, contestualmente, si stabilisce che il passaggio dei beni alla societ non modifica il regime giuridico dei beni demaniali trasferiti, previsto dal codice civile, che ne sancisce invece l'inalienabilit: al riguardo appare necessario un intervento correttivo in via normativa.
"Con viva cordialit".

www.quirinale.it


news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news