LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lettera del Presidente della Repubblica al Presidente del Consiglio dei Ministri
2002-06-15

Lettera del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi al Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi, contestualmente alla promulgazione della legge di conversione del decreto legge 15 aprile 2002, n. 63

"Caro Presidente,
nell'informarLa che ho provveduto, in data odierna, a promulgare la legge di conversione del decreto legge n. 63 del 2002, ritengo opportuno rappresentarLe alcune considerazioni in merito a profili che emergono dalle disposizioni approvate.
Ho preso atto, innanzitutto, delle modifiche che nel corso dell'esame alla Camera dei Deputati sono state apportate al provvedimento, in modo specifico agli articoli 7 e 8, che riguardano l'istituzione delle due societ "Patrimonio dello Stato S.p.A." e "Infrastrutture S.p.A.".
importante la previsione che il conto consuntivo, economico e patrimoniale della Patrimonio dello Stato S.p.A. venga allegato al Rendiconto generale dello Stato e che un ulteriore allegato a detto rendiconto esponga "il conto consolidato della gestione di bilancio statale e della gestione della Patrimonio dello Stato S.p.A."; in tal modo la Corte dei conti, in sede di parificazione del Rendiconto generale dello Stato, potr riferire al Parlamento anche sulla gestione della Patrimonio S.p.A.
Altrettanto importante l'aver precisato che la valorizzazione, la gestione e l'eventuale alienazione del patrimonio dello Stato debba avvenire "nel rispetto dei requisiti e delle finalit propri dei beni pubblici" e che la definizione degli indirizzi strategici della societ Patrimonio S.p.A. sia disposta dal Ministro dell'economia e delle finanze "previa definizione da parte del CIPE delle direttive di massima".
"La deliberazione dei criteri di massima da parte del CIPE sar la sede per la ponderazione di tutti gli interessi coinvolti dall'attivit di gestione dei beni del patrimonio dello Stato, in modo da assicurare che la valorizzazione del patrimonio stesso (affidata alla Patrimonio S.p.A.) sia coerente non solo con principi di economicit e di redditivit ma anche con il rigoroso rispetto dei "valori" che attengono alle "finalit proprie dei beni pubblici", intese alla luce dei principi costituzionali che riguardano la tutela dei predetti beni e, in primo luogo, di quelli culturali ed ambientali, che costituiscono identit e patrimonio comune di tutto il Paese.
"A quest'ultimo proposito, auspico che il Governo traduca tempestivamente in disposizioni operative - anche attraverso gli strumenti di indirizzo, coordinamento e di direttiva che l'ordinamento attribuisce al Presidente del Consiglio dei Ministri - le esigenze che stanno alla base dell'ordine del giorno, accolto dal Governo, presentato in Senato dal relatore senatore Vizzini, con il quale si impegna l'Esecutivo ad assicurare particolari garanzie per la gestione di tutti i beni di interesse culturale e ambientale, nonch il pieno coinvolgimento del Ministro per i beni e le attivit culturali e del Ministro dell'ambiente e tutela del territorio nelle relative procedure.
"Per quanto riguarda, poi, la societ "Infrastrutture" dovrebbe essere oggetto di puntualizzazione che i beni patrimoniali che ad essa possono essere trasferiti, e che la societ pu adibire a garanzia dell'emissione di titoli di debito per i finanziamenti di propria competenza, non possono che essere beni "alienabili", affinch la garanzia sia effettiva. Il che porta implicitamente ad escludere tutti i principali beni pubblici, dei quali appare necessario preservare l'indisponibilit.
"Segnalo, infine, la contraddizione contenuta nell'art. 7, comma 10, del decreto, dove si prevede che il trasferimento dei beni alla Patrimonio S.p.A. possa essere disposto "per gli effetti di cui all'art. 3, comma 1, del decreto legge n. 410/2001" (il che comporterebbe l'automatico passaggio dei beni al patrimonio disponibile, con conseguente alienabilit) e, contestualmente, si stabilisce che il passaggio dei beni alla societ non modifica il regime giuridico dei beni demaniali trasferiti, previsto dal codice civile, che ne sancisce invece l'inalienabilit: al riguardo appare necessario un intervento correttivo in via normativa.
"Con viva cordialit".

www.quirinale.it


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news