LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

V Commissione Senato - seduta del 18 aprile 2005 (competitività - emendamenti)
2005-04-18

Legislatura 14º - 5ª Commissione permanente - Resoconto sommario n. 663 del 18/04/2005



EMENDAMENTI E SUBEMENDAMENTI AL DISEGNO DI LEGGE N. 3344
5.29
Caddeo, Pasquini, Chiusoli, Maconi
Sopprimere i commi da 7 a 13.

5.30
Pedrazzini
Sopprimere i commi 7, 8, 11 e 13.

5.31
Cicolani, Nocco
Sostituire il comma 7 con il seguente:
«7. Per le opere di cui al comma 5, si può procedere alla nomina di un Commissario straordinario al quale vengono conferiti i poteri di cui all’articolo 13 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, e successive modificazioni. I Commissari straordinari sono nominati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, sentito il Presidente della Regione interessata, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, tra soggetti in possesso di specifica professionalità, competenza ed esperienza maturata nel settore specifico della realizzazione di opere pubbliche, provvedendo contestualmente alla conferma o alla sostituzione dei commissari straordinari eventualmente già nominati».

5.32
Donati, Ripamonti, Boco, Carella, Cortiana, De Petris, De Zulueta, Turroni, Zancan
Al comma 7, primo periodo, sostituire le parole: «di cui all’articolo 13 del decreto legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito, con modificazioni dalla legge 23 maggio 1997, n. 135 e successive modificazioni» con le seguenti: «di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 20 agosto 2002, n. 190».

5.33
Zanda
Al comma 7, primo periodo, sostituire le parole: «di cui all’articolo 13 del decreto legge 25 marzo 1997, n. 67, converito, con modificazioni dalla legge 23 maggio 1997, n. 135 e successive modificazioni» con le seguenti: «di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 20 agosto 2002, n. 190».

5.34
Brutti Paolo, Montino, Montalbano, Viserta Costantini
Dopo il comma 8, aggiungere il seguente:
«8-bis. Costituiscono cause di incompatibilità assolute preclusive della nomina a Commissario straordinario:
a) l’espletamento anche in passato di altre funzioni o incarichi tecnici o amministrativi relativamente alle opere ed ai lavori di cui al precedente comma 5;
b) la partecipazione ad organismi che abbiano funzioni di vigilanza o di controllo sulle opere e sui lavori di cui al precedente comma 5».

5.35
Cicolani, Nocco
Sopprimere il comma 9.

5.36
Specchia
Sopprimere il comma 10.

5.37
Donati, Ripamonti, Boco, Carella, Cortiana, De Petris, De Zulueta, Turroni, Zancan
Sopprimere il comma 10.

5.37/a
Stiffoni, Franco Paolo
Sopprimere il comma 10.

5.38
Stanisci, Caddeo
Sopprimere il comma 10.

5.39
Ciccanti, Tarolli
Sostituire il comma 10 con il seguente:
«10. Gli enti preposti al rilascio delle ulteriori autorizzazioni e dei permessi necessari alla realizzazione o al potenziamento dei terminali di rigassificazione in possesso di concessione rilasciata ai sensi delle norme vigenti o autorizzati ai sensi dell’articolo 8 della legge 24 novembre 2000, n. 340 e dichiarati infrastrutture strategiche nel settore gas naturale ai sensi della legge 21 dicembre 2001, n. 443, sono tenuti ad esprimersi entro sessanta giorni dalla richiesta. In caso di inerzia o di ingiustificato ritardo il Ministero delle Attività produttive provvede senza necessità di diffida alla nomina di un commissario «ad acta» per gli adempimenti di competenza».

5.40
Il Relatore
Sostituire il comma 10 con il seguente:
«10. Gli enti preposti al rilascio delle ulteriori autorizzazioni e dei permessi necessari alla realizzazione o al potenziamento dei terminali di rigassificazione in possesso di concessione rilasciata ai sensi delle norme vigenti o autorizzati ai sensi dell’articolo 8 della legge 24 novembre 2000, n. 340 e dichiarati infrastrutture strategiche nel settore gas naturale ai sensi della legge 21 dicembre 2001 n. 443, sono tenuti ad esprimersi entro sessanta giorni dalla richiesta. In caso di inerzia o di ingiustificato ritardo, il Ministero delle Attività produttive provvede senza necessità di diffida alla nomina di un commissario «ad acta» per gli adempimenti di competenza».

5.41
Stanisci, Caddeo
Al comma 10, dopo il primo periodo aggiungere il seguente: «Per gli impianti di rigassificazione già autorizzati, qualora il parere reso in sede di conferenza di servizi dai rappresentanti della Regione, Provincia e Comune, sia difforme dai successivi pareri espressi anche da uno solo dei rispettivi Consigli, il Ministero delle Attività Produttive sospende ogni decisione finale o eventuale provvedimento definitivo emesso e riavvia un nuovo procedimento».

5.42
Stanisci, Caddeo
Al comma 10, dopo il primo periodo aggiungere il seguente: «Gli impianti di rigassificazione autorizzati sulla base del nulla osta alla prosecuzione del procedimento rilasciato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, di cui alla richiamata legge 24 novembre 2000, n. 340, dovranno comunque essere sottoposti a procedura di valutazione di impatto ambientale per l’acquisizione del giudizio di compatibilità ambientale».

5.43
Specchia
Al comma 10 aggiungere il seguente periodo: «Gli enti locali possono proporre, attraverso una apposita Conferenza di servizi, una diversa localizzazione, più compatibile con gli obiettivi di sviluppo del territorio di propria competenza dei terminali di rigassificazione».

5.44
Cicolani, Nocco
Al comma 11, aggiungere, in fine, i seguenti periodi: «Per assicurare il rispetto della normativa in materia di tutela ambientale e paesaggistica, di tutela del patrimonio storico, artistico e monumentale, il Commissario acquisisce il parere delle competenti amministrazioni, che deve essere espresso entro trenta giorni dalla richiesta. Decorso tale termine, il Commissario procede comunque nella esecuzione dell’opera. Qualora rallentamenti, ritardi o impedimenti di qualsiasi natura e genere siano tali da non consentire il rispetto dei tempi per la realizzazione completa dell’opera e da determinare un grave pericolo per l’economia e per la sicurezza e incolumità pubbliche, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, può deliberare lo stato di emergenza ai sensi dell’articolo 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225, conferendo al Commissario i relativi poteri, sentita la Regione o le Regioni interessate. I provvedimenti emanati in deroga alle leggi vigenti devono contenere l’indicazione delle principali norme cui si intende derogare e devono essere motivati».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news