LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Canera dei deputati PDL 5478 Modifiche all'articolo 3 del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 410, in materia di prezzo di vendita degli immobili residenziali definiti 'di pregio'"
2004-12-17

CAMERA DEI DEPUTATI N. 5478

PROPOSTA DI LEGGE DINIZIATIVA DEI DEPUTATI
CENNAMO, BENVENUTO, AGOSTINI, CRISCI, FLUVI, GRANDI,
NANNICINI, NICOLA ROSSI, TOLOTTI, ABBONDANZIERI, ADDUCE,
ANGIONI, BATTAGLIA, BELLINI, BIELLI, BORRELLI,
BOVA, CARBONI, CARLI, CHITI, COLUCCINI, ALBERTA DE
SIMONE, DIANA, FILIPPESCHI, GASPERONI, GIACCO, GIULIETTI,
INNOCENTI, LETTIERI, PAOLA MARIANI, MOTTA, NIGRA,
PISA, PISTONE, PREDA, QUARTIANI, RANIERI, TIDEI,
TOCCI, ZANOTTI

Modifiche allarticolo 3 del decreto-legge 25 settembre 2001,
n. 351, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre
2001, n. 410, in materia di prezzo di vendita degli immobili
residenziali definiti di pregio
Presentata il 7 dicembre 2004

ONOREVOLI COLLEGHI ! Condividiamo
totalmente la mobilitazione degli inquilini
degli enti previdenziali contro la caotica
normativa imposta dallattuale Governo e
i comportamenti ondivaghi del Governo
stesso e degli enti, in tema di individuazione
dei cosiddetti immobili di pregio
e della conseguente esclusione dallabbattimento
del 30 per cento del prezzo di
offerta in opzione ai conduttori che li
acquistano in forma individuale.
Proponiamo pertanto la modifica delle
relative e improvvide disposizioni (abrogazione
del comma 13 e conseguenti riferimenti
nei commi 8 e 14 dellarticolo 3 del
decreto-legge n. 351 del 2001, convertito,
con modificazioni, dalla legge n. 410 del
2001), cosı` da risolvere, fra laltro, in
termini equitativi la situazione venutasi a
creare a seguito delle ripetute sospensioni
cautelari dei decreti ministeriali di individuazione
degli immobili di pregio , sancite dal Consiglio di Stato su richiesta degli inquilini interessati.
In assenza di questi correttivi, il Ministero
delleconomia e delle finanze si trova
ovviamente costretto a fare ogni volta
marcia indietro, ma sempre in termini
socialmente ed economicamente non accettabili
in quanto non valevoli erga omnes.
Nel merito, i sindacati degli inquilini
contestano giustamente che lattuale Governo
ha qualificato di pregio centinaia
di stabili ubicati nei centri urbani di citta`
come Roma, Napoli, Milano, Bologna, Firenze,
Livorno, Trieste, Venezia, Pisa, eccetera,
indipendentemente dalle loro sostanziali
caratteristiche costruttive, spesso
addirittura di edilizia economica, provocando
un defatigante e costoso contenzioso
da parte degli inquilini, in quanto e`
lecito il sospetto che la qualificazione del
pregio venga fatta unicamente o principalmente
per potere allineare il prezzo
di vendita alle case libere, vale a dire
senza lo sconto del 30 per cento a favore
degli inquilini.
In tale modo e` stata nella sostanza
elusa lopzione legale astrattamente offerta,
rendendo di fatto inaccessibile lacquisto
a inquilini che sono in buona parte
pensionati e lavoratori, cioe` cittadini con
reddito medio-basso, aprendo viceversa la
strada agli investimenti speculativi e in
taluni casi di dubbia provenienza da parte
di soggetti che sono in grado di sborsare
alti prezzi e non si sentono eccessivamente
condizionati dalla presenza di inquilini
che per esperienza sanno di poter facilmente
allontanare con metodi ormai collaudati.
Si tratta di una precisa e circostanziata
denuncia, che il presente provvedimento
intende raccogliere, in quanto, di fronte
alle migliaia di famiglie che hanno giustamente
bisogno della sicurezza abitativa,
lattuale Governo si rende sostanzialmente
corresponsabile di un vero e proprio terrorismo
psicologico e sociale dal momento
che:
1) i contratti di locazione scaduti non
vengono rinnovati, eliminando cosı` il titolo
per esercitare, in prospettiva, il diritto di
opzione, di prelazione, di usufrutto;
2) gli inquilini vengono lasciati nel
possesso precario della casa dietro corrispettivo
di una indennita` di occupazione,
rimanendo cosı` emarginati in una situazione
che e` comunque di irregolarita` formale;
3) non vengono definite le modalita`
di attuazione della norma che garantisce il
rinnovo novennale dei contratti di locazione
per gli inquilini ultrasessantacinquenni
con basso reddito.
Al fine di eliminare alla radice la
descritta improvvida previsione legislativa
riferita ai cosiddetti immobili di pregio ,
la cui applicazione ha dato e sta dando
luogo a innumerevoli fenomeni degenerativi
sul piano economico e sociale, sollecitiamo
lapprovazione della presente proposta
di legge.

PROPOSTA DI LEGGE

ART. 1.
1. Allarticolo 3 del decreto-legge 25
settembre 2001, n. 351, convertito, con
modificazioni, dalla legge 23 novembre
2001, n. 410, e successive modificazioni,
sono apportate le seguenti modificazioni:
a) al comma 8, le parole: , escluse
quelle di pregio ai sensi del comma 13,
sono soppresse;
b) il comma 13 e` abrogato;
c) al comma 14, le parole: non di
pregio ai sensi del comma 13 sono soppresse.

http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/pdf/14PDL0072990.pdf


news

16-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news