LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Disegno di legge N. 3400, Conversione in legge del decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63
2005-04-27



presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri(BERLUSCONI)

COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 27 APRILE 2005



Conversione in legge del decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo e la coesione territoriale, nonch per la tutela del diritto dautore



Onorevoli Senatori. Il permanente ritardo nello sviluppo e nella crescita economica delle aree del Mezzogiorno impone al Governo, in linea con lobiettivo programmatico generale della promozione di uno sviluppo armonioso, equilibrato e duraturo delle attivit economiche del Paese, di potenziare lo sviluppo e ladeguamento strutturale di tali aree territoriali, anche attraverso il coordinamento delle politiche volte a generare maggiori e pi adeguate progettualit con una complessa azione di programmazione e attuazione di interventi strutturali sul territorio rivolti al riequilibrio economico e sociale (cos come previsto anche dallarticolo 119, terzo comma, della Costituzione) che vedono nel Mezzogiorno la principale anche se non unica area territoriale.

A tali fini il presente decreto prevede allarticolo 1 lattribuzione al Presidente del Consiglio dei ministri, ovvero ad un Ministro da lui delegato, delle funzioni in materia di coordinamento e verifica degli interventi per lo sviluppo economico, territoriale e settoriale, nonch delle politiche di coesione, con riferimento alle aree del Mezzogiorno, ivi comprese le funzioni previste dalla normativa vigente in materia di strumenti di programmazione negoziata e di programmazione dellutilizzo di fondi strutturali per tali aree.
Per lesercizio di tali funzioni si prevede (comma 2) lutilizzo anche delle strutture organizzative del Dipartimento delle politiche di sviluppo e coesione del Ministero delleconomia e delle finanze, cui restano attribuite tali competenze ivi comprese le relative risorse, nonch (comma 3) la individuazione e lorganizzazione di strutture di supporto ai sensi dellarticolo 7 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303.
Larticolo 2, in considerazione delle dimensioni raggiunte dal fenomeno della pirateria multimediale, introduce specifiche modifiche alla legislazione vigente in materia di diritto dautore, in particolare con lobiettivo di realizzare un pi efficace coordinamento, anche a livello internazionale, delle funzioni di contrasto delle attivit illecite lesive della propriet intellettuale di cui allarticolo 19 della legge 18 agosto 2000, n. 248.
A tale fine si prevede che i compiti del Ministero per i beni e le attivit culturali disciplinati dallarticolo 6, comma 3, lettera a), del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 giugno 2004, n. 173, siano esercitati dintesa con la Presidenza del Consiglio dei ministri. Viene inoltre stabilito che le funzioni di vigilanza sulla Societ italiana autori ed editori (SIAE), previste dai commi 5 e 8 dellarticolo 7 del decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 419, siano esercitate congiuntamente con la Presidenza del Consiglio dei ministri.
Il decreto non comporta nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio dello Stato.



Allegato

(Previsto dallarticolo 17, comma 30,
della legge 15 maggio 1997, n. 127)

TESTO INTEGRALE DELLE NORME ESPRESSAMENTE
MODIFICATE O ABROGATE DAL DECRETO-LEGGE

Decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 419.
Riordinamento del sistema degli enti pubblici nazionali, a norma degli articoli 11 e 14 della legge 15 marzo 1997, n. 59.


... Omissis ...

Art. 7. (Societ italiana autori e editori)

1. La Societ italiana autori ed editori, di seguito denominata SIAE, ente pubblico a base associativa, svolge le seguenti funzioni:

a) esercita lattivit di intermediazione, comunque attuata sotto ogni forma diretta o indiretta di intervento, mediazione, mandato, rappresentanza ed anche cessione per lesercizio dei diritti di rappresentazione, di esecuzione, di recitazione, di radiodiffusione, ivi compresa la comunicazione al pubblico via satellite e di riproduzione meccanica e cinematografica di opere tutelate;

b) cura la tenuta dei registri di cui allarticolo 103 della legge 22 aprile 1941, n. 633;
c) assicura la migliore tutela dei diritti di cui alla lettera a), nellambito della societ dellinformazione, nonch la protezione e lo sviluppo delle opere dellingegno.

2. Lattivit della SIAE, fatto salvo lesercizio delle funzioni pubbliche attribuite dalla legge, disciplinata dalle norme di diritto privato.

3. La SIAE esercita le altre funzioni attribuite dalla legge e pu effettuare, altres, la gestione di servizi di accertamento e riscossione di imposte, contributi e diritti, anche in regime di convenzione con pubbliche amministrazioni, regioni, enti locali ed altri enti pubblici o privati.
4. Lorganizzazione ed il funzionamento della SIAE sono regolati dallo statuto adottato nel rispetto dei criteri di cui allarticolo 13, comma 1, entro 3 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto. Non si applicano le disposizioni di cui al comma 2 dellarticolo 13. Lo statuto assicura una adeguata presenza di autori ed editori negli organi dellEnte, una ripartizione dei proventi dellesazione dei diritti dautore tra gli aventi diritto, che tenga anche conto delleffettivo contributo di ciascuno alla formazione dei proventi stessi, e lapplicazione di provvigioni sui diritti dautore in coerenza con lordinamento vigente in sede europea.
5. Lo statuto adottato dallAssemblea a maggioranza dei suoi componenti, su proposta del Consiglio di amministrazione, ed approvato con decreto del Ministro per i beni e le attivit culturali, di concerto con i Ministri delle finanze e del tesoro, del bilancio e della programmazione economica.
6. La SIAE assicura la distinzione tra la gestione relativa alla tutela del diritto dautore e dei diritti connessi e la gestione relativa agli ulteriori servizi, nonch, a partire dallesercizio successivo a quello della data di entrata in vigore del presente decreto, la separazione contabile tra le due distinte gestioni per ciascuna delle quali deve essere perseguito lequilibrio finanziario.
7. La gestione dei servizi attinenti alla tutela del diritto dautore e dei diritti connessi si informa ai princpi della massima trasparenza nella ripartizione dei proventi tra gli aventi diritto. I criteri di ripartizione dei proventi spettanti ai titolari dei diritti dautore sono annualmente predeterminati dalla SIAE e sottoposti allapprovazione del Ministro vigilante.
8. Il Ministro per i beni e le attivit culturali esercita la vigilanza sulla SIAE. Lattivit di vigilanza svolta sentito il Ministro delle finanze per le materie di sua specifica competenza. Sono soppressi larticolo 182 della legge 22 aprile 1941, n. 633, e larticolo 57 del regolamento di attuazione della medesima legge, approvato con regio decreto 18 maggio 1942, n. 1369.



DISEGNO DI LEGGE

Art. 1.

1. convertito in legge il decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo e la coesione territoriale, nonch per la tutela del diritto dautore.

2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.



Decreto-legge 26 aprile 2005, n. 63, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 96 del 27 aprile 2005.


Disposizioni urgenti per lo sviluppo e la coesione territoriale,
nonch per la tutela del diritto dautore

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessit ed urgenza di potenziare ed ottimizzare lattivit del Governo in materia di politiche del Mezzogiorno, ampliando il ruolo di coordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
Ritenuta altres la straordinaria necessit ed urgenza di realizzare un pi efficace coordinamento, anche a livello internazionale, delle funzioni di contrasto delle attivit illecite lesive della propriet intellettuale;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 23 aprile 2005;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri;

emana

il seguente decreto-legge:
----------------------------------------------------
Articolo 1.

(Sviluppo e coesione territoriale)

1. Il coordinamento e la verifica degli interventi per lo sviluppo economico, territoriale e settoriale, nonch delle politiche di coesione, con riferimento alle aree del Mezzogiorno, e le funzioni previste dalla legge in materia di strumenti di programmazione negoziata e di programmazione dellutilizzo di fondi strutturali per tali aree sono attribuiti al Presidente del Consiglio dei Ministri, ovvero ad un Ministro da lui delegato.

2. Per lesercizio delle funzioni di cui al comma 1, il Presidente del Consiglio dei Ministri o il Ministro delegato utilizza anche le strutture organizzative del Dipartimento delle politiche di sviluppo e coesione presso il Ministero delleconomia e delle finanze, cui restano attribuite tali competenze ivi comprese le relative risorse.
3. Con provvedimenti adottati ai sensi dellarticolo 7 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, si provvede alla individuazione ed allorganizzazione delle strutture di supporto.
--------------------------------------------------------
Articolo 2.

(Coordinamento delle politiche in materia di diritto dautore)

1. Al fine di consentire lefficace coordinamento, anche a livello internazionale, delle funzioni di contrasto delle attivit illecite lesive della propriet intellettuale di cui allarticolo 19 della legge 18 agosto 2000, n. 248, i compiti del Ministero per i beni e le attivit culturali previsti dallarticolo 6, comma 3, lettera a), del decreto del Presidente della Repubblica 10 giugno 2004, n. 173, sono esercitati dintesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

2. Allarticolo 7, comma 5, del decreto legislativo 29 ottobre l999, n. 419, le parole: con decreto del Ministro per i beni e le attivit culturali, di concerto con i Ministri delle finanze e del tesoro, del bilancio e della programmazione economica sono sostituite dalle seguenti: con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per i beni e le attivit culturali, di concerto con il Ministro delleconomia e delle finanze.
3. Allarticolo 7, comma 8, del decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 419, dopo le parole: il Ministro per i beni e le attivit culturali esercita sono inserite le seguenti: congiuntamente con il Presidente del Consiglio dei Ministri.
---------------------------------------
Articolo 3.

(Entrata in vigore)

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sar presentato alle Camere per la conversione in legge.

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sar inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Roma, add 26 aprile 2005.

CIAMPI

Berlusconi

Visto, il Guardasigilli: Castelli

www.senato.it


news

22-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 OTTOBRE 2017

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l\'esperto:INTERVISTA - \"Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati\"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

Archivio news