LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII Commissione Camera - seduta del 23 giugno 2005 (interrogazione: Salvaguardia di villa ottocentesca a Spinea )
2005-06-23

5-04497 Colasio: Salvaguardia di una villa ottocentesca sita nel comune di Spinea.

Andrea COLASIO (MARGH-U) rinuncia ad illustrare l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Mario PESCANTE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).


Andrea COLASIO (MARGH-U), replicando, si dichiara soddisfatto della risposta fornita dal rappresentante del Governo, rilevando con favore come si stia procedendo nella giusta direzione, atteso che, come segnalato nella risposta, la competente soprintendenza ha fornito assicurazioni in ordine alla sua tempestiva attivazione al fine di garantire la debita sottoposizione al vincolo dell'area circostante la villa e il parco siti nel comune di Spinea.


Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-04497
presentata da ANDREA COLASIO mercoled 22 giugno 2005 nella seduta n.643
COLASIO.- Al Ministro per i beni e le attivit culturali. - Per sapere - premesso che:

il ministero con decreto, il 14 agosto 1961, dichiarava la villa ottocentesca con annesse pertinenze, sita nel comune di Spinea (Venezia) - via Roma segnata in catasto ai numeri 76-75-74-73-77/A e 221 - foglio 6 comune di Spinea di interesse particolarmente importante ai sensi della legge 1 giugno 1939, n. 1089, cos essa veniva sottoposta a tutte le disposizioni di tutela contenute nella legge sopracitata, sia per l'edificio del tipico organismo veneto, piacevole facciata d'interpretazione classica, sia per il parco con pregiate essenze di alto fusto ed allietato da un laghetto e montagnola;

attualmente pendente presso la soprintendenza ai beni ambientali ed architettonici del Veneto il procedimento per la creazione di una fascia di rispetto (cosiddetto vincolo indiretto) al fine di assicurare l'integrit del complesso immobiliare oggetto di tutela, anche attraverso la sua visibilit, mediante l'imposizione di distanze minime che le eventuali nuove costruzioni dovranno rispettare come infatti, segnalato nell'istanza in data 24 novembre 2004 presentata dall'Istituto delle suore figlie di San Giuseppe, ora proprietario, alla soprintendenza ai beni ambientali e architettonici del Veneto, l'edificazione ravvicinata al parco e alle architetture del complesso vincolato recherebbe gravi danni di tipo paesaggistico e di significato storico e ancor pi verrebbe ad alterare la visuale soprattutto del parco che rappresenta una delle poche risorse paesaggistiche rimaste nel territorio del comune di Spinea, in quanto l'ultima variante al piano regolatore generale comunale prevede un'edificazione con una distanza di 5 metri dalle mura storiche che perimetrano il parco e una serialit di condomini di altezza media di 10,50 metri e per una consistenza di 3.500 metri cubi -:

se non ritenga di dover intervenire, affinch sia concesso con sollecitudine quanto richiesto alla soprintendenza ai beni ambientali e architettonici del Veneto, vale a dire una fascia di rispetto ai sensi dell'articolo 21 della legge n. 1089 del 1939 ad ovest della villa lungo tutto il confine che limita la propriet.(5-04497)



TESTO DELLA RISPOSTA
Con riferimento alle questioni poste dall'interrogante, si rappresenta quanto segue.
In ordine alle segnalate modifiche al Piano regolatore del Comune di Spinea, si evidenzia che le scelte in materia di assetto urbanistico del territorio sono di esclusiva competenza degli enti territoriali e pertanto questa amministrazione, se non espressamente interpellata, non ha titolo ad intervenire in proposito.
In merito alla ipotesi di un vincolo indiretto intorno al complesso costituito dalla Villa e dal parco ad essa circostante, gi sottoposto nell'insieme a tutela, ai sensi della legge all'epoca vigente (legge n. 108 del 1939), si fa presente che l'ufficio periferico competente per l'avvio del procedimento di vincolo (soprintendenza per i beni architettonici ed il paesaggio del Veneto orientale) ha assicurato che provveder quanto prima alla definizione di una proposta di vincolo sull'area circostante la villa ed il parco, al fine di tutelare le condizioni di ambientamento e decoro del complesso, oltre che per salvaguardarne la luce e la prospettiva.
Solo una volta che l'ufficio periferico avr formulato detta proposta ed avr trasmesso a tutti gli interessati, sar formalmente avviato il relativo procedimento di tutela indiretta.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news