LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII Commissione Camera - seduta del 23 giugno 2005 (interrogazione: Salvaguardia di villa ottocentesca a Spinea )
2005-06-23

5-04497 Colasio: Salvaguardia di una villa ottocentesca sita nel comune di Spinea.

Andrea COLASIO (MARGH-U) rinuncia ad illustrare l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Mario PESCANTE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).


Andrea COLASIO (MARGH-U), replicando, si dichiara soddisfatto della risposta fornita dal rappresentante del Governo, rilevando con favore come si stia procedendo nella giusta direzione, atteso che, come segnalato nella risposta, la competente soprintendenza ha fornito assicurazioni in ordine alla sua tempestiva attivazione al fine di garantire la debita sottoposizione al vincolo dell'area circostante la villa e il parco siti nel comune di Spinea.


Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-04497
presentata da ANDREA COLASIO mercoled 22 giugno 2005 nella seduta n.643
COLASIO.- Al Ministro per i beni e le attivit culturali. - Per sapere - premesso che:

il ministero con decreto, il 14 agosto 1961, dichiarava la villa ottocentesca con annesse pertinenze, sita nel comune di Spinea (Venezia) - via Roma segnata in catasto ai numeri 76-75-74-73-77/A e 221 - foglio 6 comune di Spinea di interesse particolarmente importante ai sensi della legge 1 giugno 1939, n. 1089, cos essa veniva sottoposta a tutte le disposizioni di tutela contenute nella legge sopracitata, sia per l'edificio del tipico organismo veneto, piacevole facciata d'interpretazione classica, sia per il parco con pregiate essenze di alto fusto ed allietato da un laghetto e montagnola;

attualmente pendente presso la soprintendenza ai beni ambientali ed architettonici del Veneto il procedimento per la creazione di una fascia di rispetto (cosiddetto vincolo indiretto) al fine di assicurare l'integrit del complesso immobiliare oggetto di tutela, anche attraverso la sua visibilit, mediante l'imposizione di distanze minime che le eventuali nuove costruzioni dovranno rispettare come infatti, segnalato nell'istanza in data 24 novembre 2004 presentata dall'Istituto delle suore figlie di San Giuseppe, ora proprietario, alla soprintendenza ai beni ambientali e architettonici del Veneto, l'edificazione ravvicinata al parco e alle architetture del complesso vincolato recherebbe gravi danni di tipo paesaggistico e di significato storico e ancor pi verrebbe ad alterare la visuale soprattutto del parco che rappresenta una delle poche risorse paesaggistiche rimaste nel territorio del comune di Spinea, in quanto l'ultima variante al piano regolatore generale comunale prevede un'edificazione con una distanza di 5 metri dalle mura storiche che perimetrano il parco e una serialit di condomini di altezza media di 10,50 metri e per una consistenza di 3.500 metri cubi -:

se non ritenga di dover intervenire, affinch sia concesso con sollecitudine quanto richiesto alla soprintendenza ai beni ambientali e architettonici del Veneto, vale a dire una fascia di rispetto ai sensi dell'articolo 21 della legge n. 1089 del 1939 ad ovest della villa lungo tutto il confine che limita la propriet.(5-04497)



TESTO DELLA RISPOSTA
Con riferimento alle questioni poste dall'interrogante, si rappresenta quanto segue.
In ordine alle segnalate modifiche al Piano regolatore del Comune di Spinea, si evidenzia che le scelte in materia di assetto urbanistico del territorio sono di esclusiva competenza degli enti territoriali e pertanto questa amministrazione, se non espressamente interpellata, non ha titolo ad intervenire in proposito.
In merito alla ipotesi di un vincolo indiretto intorno al complesso costituito dalla Villa e dal parco ad essa circostante, gi sottoposto nell'insieme a tutela, ai sensi della legge all'epoca vigente (legge n. 108 del 1939), si fa presente che l'ufficio periferico competente per l'avvio del procedimento di vincolo (soprintendenza per i beni architettonici ed il paesaggio del Veneto orientale) ha assicurato che provveder quanto prima alla definizione di una proposta di vincolo sull'area circostante la villa ed il parco, al fine di tutelare le condizioni di ambientamento e decoro del complesso, oltre che per salvaguardarne la luce e la prospettiva.
Solo una volta che l'ufficio periferico avr formulato detta proposta ed avr trasmesso a tutti gli interessati, sar formalmente avviato il relativo procedimento di tutela indiretta.



news

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

15-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 OTTOBRE 2017

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

Archivio news