LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII Commissione Camera - seduta del 23 giugno 2005 (Interrogazione: Salvaguardia della pala del Giorgione «Madonna con Bambino» di Castelfranco Veneto)
2005-06-23

5-04499 Rodeghiero: Salvaguardia della pala del Giorgione «Madonna con Bambino» di Castelfranco Veneto.

Flavio RODEGHIERO (LNFP) illustra l'interrogazione in titolo, sottolineando la necessità di intervenire tempestivamente al fine di garantire la salvaguardia di tale pregevole testimonianza artistica. Rileva peraltro che, secondo quanto da lui appreso, la soprintendenza avrebbe fornito assicurazioni, in via informale, circa la disponibilità delle risorse atte a garantire la realizzazione dei necessari interventi; a tali assicurazioni non è però fin qui stato dato alcun seguito concreto, cosicché non è stato finora possibile avviare i lavori necessari a garantire la debita restituzione della pala alla città.

Il sottosegretario Mario PESCANTE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 4).

Flavio RODEGHIERO (LNFP), replicando, si dichiara insoddisfatto della risposta fornita dal rappresentante del Governo, rilevando come dal tenore della medesima risulti sostanzialmente inevasa la questione segnalata nella sua interrogazione. In particolare, non viene fornito alcun reale chiarimento né sui tempi in cui si potrà effettivamente dare avvio ai lavori, né sulla disponibilità delle necessarie risorse finanziarie.


Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-04499
presentata da FLAVIO RODEGHIERO mercoledì 22 giugno 2005 nella seduta n.643


RODEGHIERO, LUCIANO DUSSIN e BIANCHI CLERICI. - Al Ministro per i beni e le attività culturali. - Per sapere - premesso che:

uno dei beni artistici più importanti della città di Castelfranco è la Pala del Giorgione raffigurante la «Madonna con Bambino» che l'insigne artista dipinse circa l'anno 1503 per il Duomo della sua città;

dal febbraio 2002, quando partì per Venezia per il restauro, la Pala, custodita fin dal 1500 in una cappella del duomo della città di Castelfranco Veneto, non è più stata restituita alla sua città;

la Pala sarebbe dovuta rientrare nella sua città immediatamente dopo la mostra «Giorgione - Le meraviglie dell'Arte», tenutasi a Venezia nelle gallerie dell'Accademia, e conclusasi nel febbraio 2004;

la soprintendenza, all'atto di assumere l'incarico del restauro, aveva chiesto alla parrocchia di Santa Maria Assunta e San Liberale in Castelfranco Veneto, il cui parroco è proprietario pro tempore dell'opera, l'impegno a cambiare il sistema di riscaldamento del duomo: l'impegno è stato mantenuto installando il sistema radiante approvato dalla Conferenza di servizi indetta dalla soprintendenza nel luglio del 2003;

nel febbraio 2002 la medesima parrocchia ha presentato alla soprintendenza un progetto per la climatizzazione della cappella Costanzo che ospiterà la Pala al suo rientro;

la soprintendenza ha preferito elaborare un proprio progetto, molto costoso, che ad oggi non risulta in fase di avanzamento della sua realizzazione;

sia la parrocchia di Santa Maria Assunta e San Liberale in Castelfranco Veneto che l'amministrazione comunale di Castelfranco hanno avanzato la richiesta di ricollocare la pala del Giorgione in duomo, nella Cappella Costanzo, mantenendola all'interno della teca climatizzata in cui è attualmente posta nelle gallerie dell'Accademia di Venezia;

con nota protocollare 5772 del 17 luglio 2004 la soprintendenza speciale per il Polo museale veneziano ha risposto in relazione alla nota 3597/Ve del 5 luglio 2004 della soprintendenza per il patrimonio storico, artistico e demoetnoantropologico del Veneto, precisando che la teca progettata e realizzata a cura del Polo museale di Venezia per la mostra sopra citata è stata progettata per essere realizzata successivamente quale contenitore protettivo per altre opere su tavola con problematiche simili a quella della Pala del Giorgione; la teca è dotata di impianto di illuminazione a fibre ottiche e di umidificazione, non di climatizzazione, e necessita comunque di costante controllo e manutenzione, per cui non si possono fornire garanzie circa il suo funzionamento in ambiente diverso da quello della galleria dell'Accademia -:

qualiiniziative concrete intenda assumere, anche tramite la competente Soprintendenza, al fine di rendere la Cappella Costanzo del duomo di Castelfranco Veneto climatizzata, permettendo in tal modo il rientro della Pala del Giorgione da troppo tempo assente dalla sua città.
(5-04499)



TESTO DELLA RISPOSTA

Con riferimento alle questioni poste dagli interroganti, si rappresenta quanto segue.
In ordine alla «partenza» della Pala del Giorgione dal Duomo di Castelfranco Veneto per Venezia, nel febbraio 2002, sottolineata dagli interroganti e collegata con la mancata restituzione della medesima al luogo di provenienza, preme sottolineare, per rispetto della verità storica, che, quando la Pala fu presa in consegna dall'allora soprintendenza regionale per il Veneto, essa era in pessimo stato di conservazione e il suo ricovero nei laboratori di restauro dell'Accademia di Venezia fu necessario per porre mano ad un complesso intervento di restauro.
Infatti, si dovette procedere prima al risanamento del supporto ligneo e poi, nei due anni successivi, al restauro della pellicola pittorica, molto sollevata ed alterata.
Le indagini evidenziarono come i problemi di cui la Pala soffriva fossero da riconnettersi alle condizioni microclimatiche dell'ambiente in cui essa era collocata. È pertanto evidente che diventa indispensabile effettuare interventi per migliorare le condizioni del microclima della Cappella Costanzo all'interno del Duomo di Castelfranco, ove la Pala è storicamente custodita fin dal 1500.
I competenti uffici di questa amministrazione, appositamente interpellati, hanno comunicato di aver pressoché ultimato il progetto degli interventi da effettuarsi per stabilizzare il microclima della Cappella.
Si provvederà ad informare gli interroganti non appena vi saranno le condizioni per avviare i relativi lavori.




news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news