LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PALAZZO BARBERINI: Interrogazione sul trasferimento del Circolo Ufficiali delle Forze armate
2005-05-25

Atto n. 3-02131

Pubblicato il 25 maggio 2005 , Seduta n. 810

INTERROGAZIONI Interrogazione sul trasferimento del Circolo Ufficiali delle Forze armate
(3-02131) (25 maggio 2005)

CICCANTI, TAROLLI, GABURRO, DE ZULUETA. - Al Ministro per i beni e le attivit culturali.

Premesso:
che il 6.02.1997, tra i Ministri per i beni culturali, della difesa e delle finanze, oltre alla Presidenza del Consiglio dei ministri e al Comune di Roma, veniva firmato un Protocollo dIntesa che stabiliva il trasferimento del Circolo Ufficiali delle Forze Armate da Palazzo Barberini - sede anche della Galleria Nazionale di Arte Antica - alla Palazzina Savorgnan di Brazz e la conseguente destinazione di tutti gli ambienti di Palazzo Barberini alla stessa Galleria;
che per realizzare tale importante finalit, per la quale lo Stato italiano aveva comprato lo stesso Palazzo Barberini nel 1949, esercitando il diritto di prelazione, il Comune di Roma deliberava una variante al proprio Piano Regolatore Generale, consentendo lampliamento dei locali delle Scuderie, confinanti con la Palazzina Savorgnan, al fine di soddisfare le richieste del Circolo Ufficiali delle Forze Armate;

che, per attuare tale importante progetto culturale, sono stati predisposti a suo tempo - a valere sui fondi per il gioco del lotto - ben 24 miliardi di lire, quasi tutti spesi per la realizzazione dei lavori di ristrutturazione di Palazzo Barberini;

che, nonostante il coerente perseguimento delle finalit culturali definite nel ricordato Protocollo dIntesa, a suo tempo il Ministero della difesa ha chiesto la revisione di detto Accordo, affinch venissero conservate le sale di rappresentanza al piano nobile ed il giardino pensile alla disponibilit dello stesso Ministero, sottraendole alla naturale destinazione culturale, derivante dallampliamento della Galleria Nazionale di Arte Antica;

che tale ipotesi di revisione stata confermata dal responsabile del polo museale romano Claudio Strinati, che in una intervista sulla cronaca di Roma del Messaggero del 1.05.2005 ha dichiarato: ...stiamo esaminando una serie di nuove richieste formulate dal Circolo Ufficiali (...) che rivendica, per propri appuntamenti di rappresentanza, tempi e condizioni migliori dei 50 giorni lanno che il precedente protocollo gli metteva a disposizione;

che tale eventuale ripensamento da parte del Ministero per i beni e le attivit culturali non solo farebbe venir meno il progetto di realizzazione di una grande Galleria Nazionale al centro di Roma, in uno dei palazzi storici pi importanti della citt, nel quale far confluire le opere pi prestigiose ora divise in varie collocazioni (rimanendo il fondo dei dipinti Corsini in una grande raccolta nazionale, aperta al pubblico, secondo criteri funzionali di assetto museologico), ma pregiudicherebbe anche i lavori di impiantistica finora realizzati secondo il progetto dianzi richiamato, che prevede sofisticati e costosi sistemi di sicurezza tipici di un grande museo, con grave danno erariale;

che tale paventata scelta politica - stante agli evidenti segni di volont espressi dal ministro pro tempore Urbani - avviene in un contesto storico che registra la cessione dei propri spazi da parte del Ministero delle finanze francese per far luogo allampliamento del Louvre; labbandono degli uffici da parte dellArchivio di Stato di Firenze per destinarli agli Uffizi; la destinazione di uffici dei grandi palazzi storici romani da parte del Comune a musei (si vedano i grandi palazzi di Via dei Cerchi);
che il Circolo Ufficiali delle Forze Armate, anche in base al Protocollo dIntesa pi volte richiamato, oltre allutilizzazione della Palazzina Savorgnan di Brazz e delle connesse antiche scuderie, con relative pertinenze, non solo potrebbe continuare ad utilizzare saltuariamente i locali del piano terra - da sud - di Palazzo Barberini, o altri ambienti di uguale dignit e prestigio (sala dei Marmi) per il soddisfacimento di esigenze di rappresentanza del Ministero della difesa, senza oneri e formalit, ma potrebbe usufruire anche dei locali della Casina dellAlgardi, in Villa Pamphili, gi in disponibilit della Presidenza del Consiglio dei ministri;

che, pertanto, ben si possono conciliare le esigenze di rappresentanza del Circolo Ufficiali delle Forze Armate con quelle di garantire prestigio e funzionalit, a fini culturali, di uno dei pi importanti palazzi storici romani, con importanti ritorni turistici ed economici per Roma e per il bilancio dello Stato,
si chiede di conoscere:

se si intenda ancora rispettare il Protocollo dIntesa del 6.02.1997 citato in premessa, dando seguito agli impegni presi circa il trasferimento alla Palazzina Savorgnan di Brazz del Circolo Ufficiali delle Forze Armate;

se si intenda completare i lavori appaltati e finanziati per la ristrutturazione e sistemazione dei locali di Palazzo Barberini, secondo il progetto che prevede la destinazione di tutti gli ambienti, compresi quelli ancora in uso da parte del Circolo Ufficiali delle Forze Armate, allallestimento di opere riguardanti la Galleria Nazionale di Arte Antica (attualmente dislocata fra Palazzo Barberini e Palazzo Corsini);

se risulti quali tempi siano previsti per il trasloco del Circolo Ufficiali delle Forze Armate alla Palazzina Savorgnan di Brazz (gi programmato per il 2002) e per quale data sia stabilito il termine dei lavori di predisposizione delle sale per la Galleria dArte Antica di Palazzo Barberini (stante il presumibile termine del prossimo autunno);

se sia vero che i lavori stanno ritardando a causa di una prevista modifica del progetto originario, che prevede il ripristino della sala mensa e la cucina in saloni essenziali per ricostruire la storia ed i tesori del Palazzo;

se non si ritenga prevalente e prioritaria la fruibilit di Palazzo Barberini per promuovere cultura e turismo, con evidenti ricadute positive sulla citt di Roma di natura economica e di efficace impiego gestionale del patrimonio immobiliare dello Stato, rispetto alla infruttuosit ed alla virtualit di un uso meramente estetico e di rappresentanza.



news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news