LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Commissione VII della Camera - seduta del 15 novembre 2005 (Non sequestrabilit delle opere d'arte prestate all'Italia)
2005-11-15

Non sequestrabilit delle opere d'arte prestate all'Italia.
Ulteriore nuovo testo C. 2811 Selva.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato, da ultimo, nella seduta del 9 novembre 2005.

Ferdinando ADORNATO, presidente, avverte che sono stati presentati emendamenti (vedi allegato 2).

Simonetta LICASTRO SCARDINO (FI), relatore, esprime parere favorevole sull'emendamento Grignaffini 1.11, purch sia riformulato nei seguenti termini: al comma 1, dopo le parole: dalle convenzioni e dagli accordi internazionali aggiungere le seguenti: vigenti per l'Italia e sostituire la parola: vigenti con la seguente: vigente.
Invita al ritiro dei restanti emendamenti, esprimendo altrimenti parere contrario.

Il sottosegretario Nicola BONO esprime parere conforme a quello del relatore.

Carlo CARLI (DS-U) riformula l'emendamento Grignaffini 1.1, di cui cofirmatario, nel senso indicato dal relatore (vedi allegato 2). Insiste invece per la votazione degli emendamenti 1.12, 1.13 e 1.14.
Espone poi notevoli rilievi critici in ordine al testo in esame, che, a suo avviso, pone il Paese al di fuori delle regole internazionali e comunitarie. Rimarca che l'Italia da sempre stata in prima linea nella sottoscrizione e ratifica di accordi internazionali volti alla restituzione di opere d'arte illecitamente esportate, ricordando al proposito la Convenzione UNIDROIT, ratificata in Italia con la legge 7 giugno 1999, n. 213. Osserva che vi sono anche norme europee che impongono al Paese una serie di comportamenti nei confronti degli altri stati comunitari, riferendosi alla direttiva 93/7/CEE del Consiglio europeo del 15 marzo 1993.
Ritiene quindi che il provvedimento in titolo non sia compatibile con il contesto normativo sovranazionale, esprimendo in particolare notevoli perplessit in merito all'articolo 1, comma 3, ai sensi del quale le disposizioni non si applicano ai beni che costituiscono corpo di reato qualora il reato sia commesso in Italia.
Nel reputare necessario che l'applicabilit degli accordi internazionali e delle norme comunitarie sia garantita anche in riferimento ai beni oggetto di reato negli altri Paesi, ritiene che il mantenimento dell'attuale formulazione dell'articolo 1, comma 3, comporti una discutibile deroga rispetto alle norme comunitarie e internazionali.
Conclusivamente, dichiara piena contrariet rispetto al testo in esame, comportanto a suo avviso una palese violazione delle norme internazionali e comunitarie in materia.

Guglielmo ROSITANI (AN) dichiara di ritenere che all'atteggiamento di completa chiusura del deputato Carli non sia estranea la circostanza che il provvedimento in esame si propone tra l'altro di favorire l'esposizione in Italia delle opere d'arte di Taiwan.

La Commissione, con distinte votazioni, approva l'emendamento Grignaffini 1.1 (seconda versione) e respinge gli emendamenti Carli 1.2 e Grignaffini 1.3 e 1.4.

Ferdinando ADORNATO, presidente, avverte che il testo in esame, come modificato dall'emendamento approvato, sar trasmesso alle Commissioni competenti in sede consultiva, al fine di acquisirne i prescritti pareri. Rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 14.40.

Non sequestrabilit delle opere d'arte prestate all'Italia (C. 2811).


NUOVO TESTO ADOTTATO DALLA COMMISSIONE

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI NON SEQUESTRABILIT DI BENI CULTURALI PRESTATI ALL'ITALIA DA STATI O DA ALTRI SOGGETTI STRANIERI PER L'ESPOSIZIONE AL PUBBLICO.


Art. 1.

1. Al fine di favorire l'esposizione in Italia di opere d'arte e di altri beni di rilevante interesse culturale, i beni culturali stranieri cui non si applichi quanto disposto dalle convenzioni e dagli accordi internazionali e dalla normativa comunitaria vigenti non possono essere sottoposti a sequestro nell'ambito di procedimenti giudiziari concernenti la loro propriet o possesso, per il periodo della loro permanenza in Italia, qualora siano stati messi a disposizione dello Stato italiano o di altro soggetto da esso designato, con le modalit e le procedure di cui al comma 2, da parte di Stati, collettivit, enti pubblici o istituzioni culturali stranieri a soli fini di esposizione temporanea al pubblico sotto la supervisione e il controllo del soggetto che mette a disposizione i beni stessi.
2. Con decreto del Ministro per i beni e le attivit culturali, adottato di concerto con il Ministro degli affari esteri, sulla base degli accordi intercorsi tra i soggetti interessati, sono definiti, per ogni esposizione:
a) la lista dei beni culturali cui si applicano le disposizioni di cui al comma 1;
b) il periodo durante il quale tali beni si intendono in esposizione in Italia;
c) i responsabili dell'esposizione, cui i beni sono affidati e che assumono l'impegno a restituirli al soggetto che li ha messi a loro disposizione.

3. Le disposizioni della presente legge non si applicano ai beni che costituiscono corpo di reato qualora il reato sia commesso in Italia.
4. I procedimenti giudiziari di cui al comma 1, fatto salvo quanto ivi disposto, proseguono secondo le ordinarie procedure. Resta ferma la possibilit di procedere alla confisca dei beni in caso di sentenza non pi soggetta a impugnazione.

Non sequestrabilit delle opere d'arte prestate all'Italia (C. 2811).


EMENDAMENTI


ART. 1.

Al comma 1, dopo le parole: dalle convenzioni e dagli accordi internazionali aggiungere le seguenti: sottoscritti o ratificati dall'Italia.
1. 11.Grignaffini, Carli, Chiaromonte, Tocci, Martella, Sasso, Capitelli, Lolli.

Al comma 1, dopo le parole: dalle convenzioni e dagli accordi internazionali aggiungere le seguenti: vigenti per l'Italia.

Conseguentemente, al medesimo comma 1, sostituire la parola: vigenti con la seguente: vigente.
1. 1. (seconda versione). Grignaffini, Carli, Chiaromonte, Tocci, Martella, Sasso, Capitelli, Lolli.

Sopprimere il comma 3.
1. 12.Carli, Grignaffini, Chiaromonte, Tocci, Martella, Sasso, Capitelli, Lolli.

Al comma 3, sopprimere le parole: qualora il reato sia commesso in Italia.
1. 13.Grignaffini, Carli, Chiaromonte, Tocci, Martella, Sasso, Capitelli, Lolli.

Al comma 3, aggiungere, in fine, le parole: o in qualsiasi altra nazione.
1. 14.Grignaffini, Carli, Chiaromonte, Tocci, Martella, Sasso, Capitelli, Lolli.



news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news