LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Commissione VII Camera - seduta del 16 novembre 2005 (Misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria)
2005-11-16

DL 203/2005: Misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria.
C. 6176 Governo.
(Parere alle Commissioni riunite V e VI).
(Esame e rinvio).

La Commissione inizia l'esame.

Fabio GARAGNANI (FI), relatore, rileva che il provvedimento in titolo, che - anche a seguito dei significativi interventi del Senato - risulta composto da 46 articoli, reca interventi volti ad incidere su una pluralit di settori. Sono introdotte misure volte a rendere maggiormente incisivo il contrasto all'evasione fiscale, nonch in materia tributaria e finanziaria, prevedendosi anche interventi in materia sanitaria e previdenziale e sul sistema aeroportuale.
Nel novero delle previsioni normative volte a correggere i conti pubblici per il 2005, al fine di assicurarne l'allineamento con gli obiettivi fissati in sede europea, segnala, per quanto di pi diretto interesse della Commissione, l'articolo 11-ter, che prevede tra l'altro una riduzione degli stanziamenti discrezionali di spesa per il 2005 relativi ai consumi intermedi e agli investimenti fissi lordi, nella misura complessiva, per tutti i Ministeri interessati, rispettivamente di 300 milioni e di 1.600 milioni di euro. L'intervento relativo ai consumi intermedi, nel suo complesso, comporta una riduzione di spesa di circa il 3,5 per cento rispetto a quanto previsto dal disegno di legge di assestamento; quello sugli investimenti fissi lordi ammonta invece al 35 per cento delle autorizzazioni di cassa previste dal medesimo disegno di legge.
Per quanto concerne il Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca le riduzioni degli stanziamenti in oggetto sono pari a 84 milioni 311 mila euro per i consumi intermedi e a 71 milioni 106 mila euro per gli investimenti fissi lordi. Le riduzioni interessano le spese di funzionamento e quelle destinate agli uffici centrali e periferici, alle strutture scolastiche, all'igiene e alla sicurezza sul lavoro, ai servizi integrativi dei disabili e ai beni mobili. Per quanto riguarda il Ministero per i beni e le attivit culturali, le riduzioni sono pari a 4 milioni e 157 mila euro per i consumi intermedi e a 183 milioni e 445 mila euro per gli investimenti fissi lordi, e incidono, tra le altre, sulle spese relative al patrimonio culturale e librario e archivistico statale e alle intese istituzionali di programma.
Le riduzioni operate nei confronti del Ministero per i beni e le attivit culturali appaiono sostanzialmente in linea con la media degli interventi previsti per gli altri Ministeri (incidendo rispettivamente per il 3,7 per cento, contro una media del 3,5 per cento, sui consumi intermedi, e per il 33 per cento, contro il 36 per cento medio, per gli investimenti fissi lordi). Pi significative appaiono quelle relative al Ministero dell'istruzione, con una riduzione del 7,5 per cento per i consumi intermedi e del 64 per cento per gli investimenti fissi lordi.
Evidenzia poi la riduzione del 10 per cento delle spese per consumi intermedi di una serie di enti e organismi pubblici non territoriali. Per quanto riguarda i settori di interesse della Commissione, fa presente che tale riduzione, che opera comunque nei limiti delle disponibilit non ancora impegnate, coinvolge gli enti produttori di servizi culturali, gli enti e le istituzioni di ricerca non strumentale, gli istituti e le stazioni sperimentali per la ricerca, le universit e gli istituti di istruzione universitaria, gli enti per il diritto allo studio e gli enti autonomi lirici e le istituzioni concertistiche assimilate.
Nel complesso, constata che le norme in esame comportano tagli significativi, soprattutto per quanto riguarda il Ministero dell'istruzione. Peraltro, ritiene che essi siano giustificati dall'esigenza di assicurare la tenuta complessiva dei conti pubblici.
Considera poi opportuno soffermarsi sugli interventi volti ad accelerare e agevolare le procedure di dismissione dei beni immobili a uso non abitativo appartenenti al patrimonio dello Stato, al fine di correggere l'indebitamento netto statale (articolo 11-quinquies). Al proposito, segnala, per quanto di interesse della Commissione, che espressamente previsto che nell'ambito di applicazione delle nuove norme rientrino anche i beni per i quali non sia stato riscontrato l'interesse culturale, a seguito della verifica prevista dall'articolo 27 del decreto-legge n. 269 del 2003, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 326 del 2003. Si specifica che la vendita comporta il venir meno dell'uso governativo, delle concessioni in essere e dell'eventuale diritto di prelazione spettante a terzi anche in caso di rivendita, facendo salva l'applicazione della procedura di verifica dell'interesse culturale ai sensi del richiamato articolo 27 del decreto-legge n. 269 per la dismissione dei beni gi individuati ai sensi di tale disposizione. Viene confermata, per le procedure di dismissione successive, l'applicazione delle specifiche disposizioni contenute negli articoli 12 e 54-57 del decreto legislativo n. 42 del 2004, recante Codice dei beni culturali e del paesaggio.
Segnala infine l'articolo 11-quaterdecies, comma 1, che autorizza il Dipartimento della protezione civile a intervenire con contributi quindicennali per l'organizzazione e l'adeguamento degli impianti necessari allo svolgimento dei Campionati mondiali di Roma nel 2009 e dei Giochi del Mediterraneo che si terranno a Pescara nello stesso anno. Viene autorizzato un contributo annuale di 2 milioni di euro dal 2007, incrementato dal 2008 con altri 2 milioni di euro. Si precisa che tale finanziamento, di durata quindicennale, sar ripartito in parti uguali tra le due manifestazioni sportive.
Il comma 3 del medesimo articolo provvede poi ad autorizzare una spesa di 1,5 milioni di euro a favore della Facolt Jean Monnet della Seconda Universit degli studi di Napoli per la prosecuzione delle attivit di ricerca e formazione finanziate dalla finanziaria per il 2005.

Guglielmo ROSITANI, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia il seguito dell'esame alla seduta di domani, gioved 17 novembre 2005.



news

03-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 aprile 2020

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

Archivio news