LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII Commissione Camera - seduta del 23 novembre 2005 (Finanziaria 2006)
2005-11-23

VII Commissione - Resoconto di mercoled 23 novembre 2005


SEDE CONSULTIVA
Mercoled 23 novembre 2005. - Presidenza del presidente Ferdinando ADORNATO. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'istruzione, l'universit e la ricerca Valentina Aprea.

La seduta comincia alle 14.45.

Legge finanziaria per l'anno 2006.
C. 6177 Governo, approvato dal Senato.

Bilancio dello Stato per l'anno 2006 e bilancio pluriennale per il triennio 2006-2008.
C. 6178, e relative note di variazione C. 6178-bis e C. 6178-ter Governo, approvato dal Senato.

Tabella n. 2: Stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2006 (limitatamente alle parti di competenza).

Tabella n. 7: Stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca per l'anno 2006.

Tabella n. 14: Stato di previsione del Ministero per i beni e le attivit culturali per l'anno 2006.
(Relazione alla V Commissione).
(Seguito dell'esame congiunto e rinvio - Relazione favorevole con condizioni sulla tabella n. 7 e relazione favorevole sulla tabella n. 14).

La Commissione prosegue l'esame congiunto, rinviato il 22 novembre 2005.

Ferdinando ADORNATO, presidente, nell'avvertire che sono stati presentati emendamenti, ordini del giorno e proposte di relazione concernenti le parti dei documenti di bilancio di competenza della Commissione, ricorda che entro domani la Commissione stessa deve concluderne l'esame procedendo alle relative votazioni, che avranno luogo partitamente per ciascuno stato di previsione e connesse parti del disegno di legge finanziaria. Pi in particolare, sotto il profilo dell'organizzazione dei lavori, avverte che nella seduta odierna la Commissione proceder all'esame degli emendamenti, degli ordini del giorno e delle proposte di relazione riferiti alle parti concernenti il Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca e il Ministero per i beni e le attivit culturali, mentre l'esame delle parti relative al Ministero dell'economia, che riguardano principalmente la materia dell'editoria, avr luogo nella seduta di domani mattina, alle ore 8.45.
Avverte quindi che si passer ora all'esame degli emendamenti e degli ordini del giorno riferiti alla tabella 7, recante stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca e alle parti del disegno di legge finanziaria ad esso connesse (vedi allegato 1).
Avverte che tra tali emendamenti, presentano profili di dubbia ammissibilit i seguenti emendamenti: gli emendamenti Grignaffini 6178/VII/Tab. 7.1 e 6178/VII/Tab. 7.1, in quanto modificano, intervenendo sul disegno di legge di bilancio, stanziamenti recati da unit previsionali di base i cui importi sono stabiliti dall'elenco 3 di cui all'articolo 1, comma 11, del disegno di legge finanziaria: analogamente a quanto avviene per gli stanziamenti iscritti a bilancio, ma definiti dalle tabelle allegate alla finanziaria, considerate le regole cui sottost l'esame dei documenti di bilancio, in tali casi occorre agire sul disegno di legge finanziaria e non su quello di bilancio; l'emendamento Fatuzzo 6177/VII/1.47 (che prevede un adeguamento del trattamento economico di particolari categorie di dirigenti scolastici), che reca norme di carattere oneroso e microsettoriale; l'emendamento Tocci 6177/VII/1.49 (che esclude gli enti di ricerca dal blocco delle assunzioni disposto dal comma 95 della scorsa legge finanziaria), in quanto privo di compensazione finanziaria; l'emendamento Maggi 6177/VII/1.50 (volto ad anticipare al marzo 2006 l'indizione del corso-consorso per dirigenti scolastici di cui all'articolo 1-sexies del decreto-legge n. 7 del 2005), che reca norme di carattere ordinamentale prive di effetti finanziari; l'emendamento Palumbo 6177/VII/1.64 (che modifica le norme sulla partecipazione alla vita accademica dei docenti universitari collocati in aspettativa per situazioni di incompatibilit), che reca norme di carattere ordinamentale prive di effetti finanziari; l'emendamento Grignaffini 6177/VII/1.73 (volti a stanziare nuove risorse per gli interventi in materia di edilizia scolastica incrementando la corrispondente voce della tabella F), in quanto modifica in modo non consentito dalla vigente legislazione contabile gli importi complessivi iscritti nella tabella F.
Invita i presentatori degli emendamenti richiamati a ritirarli, anche al fine di una loro eventuale riformulazione e ripresentazione presso la Commissione Bilancio.

Fabio GARAGNANI (FI), relatore, raccomanda l'approvazione dei suoi emendamenti 6177/VII/1.41, 6177/VII/1.43, 6177/VII/1.44, 6177/VII/1.45, 6177/VII/1.53, 6177/VII/1.55, 6177/VII/1.54, 6177/VII/1.56, 6177/VII/1.58, 6177/VII/1.63, 6177/VII/Tab. A.2 e 6177/VII/Tab. A.4. Esprime parere contrario sulle restanti proposte emendative.

Il sottosegretario Valentina APREA esprime parere favorevole sugli emendamenti del relatore. Esprime parere conforme a quello del relatore sui restanti emendamenti.

Giovanna GRIGNAFFINI (DS-U), dopo aver lamentato l'assenza del rappresentante del Ministero per i beni e le attivit culturali, chiede che si proceda immediatamente all'espressione dei pareri del relatore e del Governo in ordine alle proposte emendative riferite alla tabella 14, recante stato di previsione del Ministero per i beni e le attivit culturali, considerato che i rappresentanti dei gruppi di opposizione non intendono partecipare ai lavori della Commissione sui documenti di bilancio, per protestare contro l'inaccettabile forzatura regolamentare con cui la maggioranza ha imposto che le Commissioni proseguano nei loro lavori anche in pendenza della questione di fiducia. Esprime quindi una ferma denuncia contro questa grave illegittimit.

Antonio RUSCONI (MARGH-U), nel dichiarare di condividere le considerazioni dl deputato Grignaffini, si associa altres alla richiesta che si proceda immediatamente all'espressione dei pareri del relatore e del Governo in merito alle proposte emendative riferite alla tabella 14.

Ferdinando ADORNATO, presidente, pur dichiarando di comprendere le ragioni della protesta del deputato Grignaffini, sottolinea che la decisione assunta dalla Conferenza dei presidenti di gruppo si basa sull'esigenza, gi fatta valere in passato, di consentire comunque un congruo esame di provvedimenti cos importanti. Quanto alla richiesta che siano espressi i pareri relativi alla tabella 14, sottolinea in primo luogo che il competente rappresentante del Governo assente perch, alla luce dell'organizzazione dei lavori prospettata all'inizio della seduta odierna, si riteneva che non si sarebbe passati all'esame di tale parte del disegno di legge finanziaria prima di una certa ora. Ritiene peraltro che non vi siano condizioni ostative a che i pareri siano espressi dal sottosegretario Aprea, anche alla luce dei contatti informali intercorsi tra il relatore e i rappresentanti del Ministero per i beni e le attivit culturali.
Non essendovi obiezioni, avverte quindi che, tra gli emendamenti riferiti alla tabella 14, recante lo stato di previsione del Ministero per i beni e le attivit culturali, e alle connesse parti del disegno di legge finanziaria (vedi allegato 2), presentano profili di dubbia ammissibilit i seguenti emendamenti: gli emendamenti Calzolaio 6177/VII/1.74 (che stanzia risorse in favore dello Sferisterio di Macerata), Gasperoni 6177/VII/1.75 (che stanzia risorse per la celebrazione del V Centenario dell'Universit di Urbino) e Rugghia 6177/VII/1.76 (che stanzia risorse per la tutela dell'area territoriale Castelli-Appia Antica-Tuscolo) che recano norme onerose non direttamente finalizzate al sostegno o al rilancio dell'economia e di carattere localistico; l'emendamento Carlucci 6177/VII/1.78 (che interviene con misure diverse in materia di fondazioni lirico-sinfoniche), limitatamente al comma 153-quater, che reca norme di carattere ordinamentale prive di effetti finanziari, e le cui restanti disposizioni sono peraltro di prevalente competenza della XI Commissione; l'emendamento Carlucci 6177/VII/1.83 (che detta norme in ordine alle modalit procedurali per l'emanazione dei provvedimenti di riparto e erogazione delle risorse del Fondo unico per lo spettacolo), che reca norme di carattere ordinamentale prive di effetti finanziari; l'emendamento Carlucci 6177/VII/1.84 (che istituisce un Comitato nazionale per le celebrazioni del 150o anniversario dell'Unit d'Italia), che reca norme potenzialmente onerose ed privo di compensazione finanziaria, salvo che il Governo confermi il carattere non oneroso dell'intervento.
Invita i presentatori degli emendamenti richiamati a ritirarli, anche al fine di una loro eventuale riformulazione e ripresentazione presso la Commissione Bilancio.

Gabriella CARLUCCI (FI) ritira gli emendamenti 6177/VII/1.78, 6177/VII/1.83 e 6177/VII/1.84, di cui prima firmataria, riservandosi di ripresentarli, eventualmente riformulati, presso la Commissione Bilancio.

Fabio GARAGNANI (FI), relatore, invita al ritiro degli emendamenti Caparini 6177/VII/1.81 e Rodeghiero 6177/VII/1.82, 6177/VII/1.90 e 6177/VII/1.91, cui altrimenti contrario. Esprime parere contrario sui restanti emendamenti riferiti alla tabella 14.

Il sottosegretario Valentina APREA esprime parere conforme a quello del relatore.

Ferdinando ADORNATO, presidente, avverte che la Commissione riprender ora l'esame degli emendamenti riferiti alla tabella 7 e alle connesse parti del disegno di legge finanziaria, procedendo alle relative votazioni.

Giovanna GRIGNAFFINI (DS-U) e Antonio RUSCONI (MARGH-U), nel ribadire che i gruppi di opposizione non prenderanno parte ai lavori della Commissione per protesta contro le decisioni della maggioranza, abbandonano l'aula della Commissione.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori degli emendamenti Grignaffini 6178/VII/Tab. 7.2 e 6178/VII/Tab. 7.1 e Zara 6177/VII/1.100: si intende che vi abbiano rinunciato.

Nessuno chiedendo di intervenire, la Commissione approva l'emendamento 6177/VII/1.41 del relatore.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori dell'emendamento Martella 6177/VII/1.42: s'intende che vi abbiano rinunziato.

La Commissione, con distinte votazioni, approva gli emendamenti 6177/VII/1.43, 6177/VII/1.44, 6177/VII/1.45 del relatore.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori degli emendamenti Rusconi 6177/VII/1.46, Fatuzzo 6177/VII/1.47, Rusconi 6177/VII/1.48 e Tocci 6177/VII/1.49: s'intende che vi abbiano rinunziato.

Ernesto MAGGI (AN) ritira l'emendamento 6177/VII/1.50, di cui primo firmatario.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori degli emendamenti Santulli 6177/VII/1.51 e Colasio 6177/VII/1.52: s'intende che vi abbiano rinunziato.

La Commissione, con distinte votazioni, approva gli emendamenti 6177/VII/1.53, 6177/VII/1.55, 6177/VII/1.54, 6177/VII/1.56 e 6177/VII/1.58 del relatore.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori degli emendamenti Grignaffini 6177/VII/1.61 e Colasio 6177/VII/1.62: s'intende che vi abbiano rinunziato.

La Commissione approva l'emendamento 6177/VII/1.63 del relatore.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori dell'emendamento Palumbo 6177/VII/1.64, degli identici emendamenti Bimbi 6177/VII/1.65 e Tocci 6177/VII/1.66 e degli emendamenti Bimbi 6177/VII/1.67, Rusconi 6177/VII/1.68 e Gasperoni 6177/VII/Tab.A.1: s'intende che vi abbiano rinunziato.

La Commissione approva l'emendamento 6177/VII/Tab. A.2 del relatore.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori dell'emendamento Tocci 6177/VII/Tab.A.3: s'intende che vi abbiano rinunziato.

La Commissione approva l'emendamento 6177/VII/Tab.A.4 del relatore.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori dell'emendamento Grignaffini 6177/VII/Tab.A.5: s'intende che vi abbiano rinunziato.

Il sottosegretario Valentina APREA accetta l'ordine del giorno Maggi 0/6177/VII/1. Non accetta invece gli ordini del giorno Grignaffini 0/6177/VII/2, Tocci 0/6177/VII/3 e Martella 0/6177/VII/4.

Ferdinando ADORNATO, presidente, prende atto che il deputato Maggi non insiste per la votazione del suo ordine del giorno. Constata quindi l'assenza dei presentatori dei restanti ordini del giorno: si intende che vi abbiano rinunziato.
Avverte che, con riferimento alla tabella 7, sono state presentate una proposta di relazione favorevole con condizioni, da parte del relatore (vedi allegato 3), e una proposta di relazione contraria, da parte dei deputati Grignaffini ed altri (vedi allegato 4). Avverte che si proceder prima alla votazione della proposta del relatore e che, in caso di approvazione, risulter preclusa la proposta di relazione alternativa, presentata dai deputati Grignaffini ed altri.

La Commissione approva la proposta di relazione sullo stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca (Tabella n. 7) e sulle connesse parti del disegno di legge finanziaria formulata dal relatore e delibera di nominare il deputato Garagnani quale relatore presso la Commissione bilancio sulla medesima tabella.

Ferdinando ADORNATO, presidente, avverte che risulta pertanto preclusa la proposta di relazione presentata dai deputati Grignaffini ed altri.
Avverte quindi che la Commissione passer ora alle votazioni relative agli emendamenti riferiti alle parti del disegno di legge finanziaria connesse alla Tabella 14, recante stato di previsione del Ministero per i beni e le attivit culturali (vedi allegato 2), sui quali sono stati precedentemente espressi i pareri.
Constata l'assenza dei presentatori degli emendamenti Lolli 6177/VII/1.77, Calzolaio 6177/VII/1.74, Gasperoni 6177/VII/1.75, Rugghia 6177/VII/1.76 e Colasio 6177/VII/1.80: s'intende che vi abbiano rinunziato.

Flavio RODEGHIERO (LNFP) sottoscrive l'emendamento Caparini 6177/VII/1.81 e lo ritira. Ritira inoltre il suo emendamento 6177/VII/1.82.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori degli emendamenti Colasio 6177/VII/1.86 e 6177/VII/1.87 e Grignaffini 6177/VII/1.88 e 6177/VII/1.89: s'intende che vi abbiano rinunziato.

Flavio RODEGHIERO (LNFP) ritira i suoi emendamenti 6177/VII/1.90 e 6177/VII/1.91.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori degli emendamenti Carli 6177/VII/Tab.A.6, Colasio 6177/VII/Tab.A.7, 6177/VII/Tab.A.8 e 6177/VII/Tab.A.9, Chiaromonte 6177/VII/Tab.A.10 e Colasio 6177/VII/Tab.B.11: s'intende che vi abbiano rinunziato.

Il sottosegretario Valentina APREA non accetta gli ordini del giorno Grignaffini 0/6177/VII/5, Chiaromonte 0/6177/VII/6 e Carli 0/6177/VII/7.

Ferdinando ADORNATO, presidente, constata l'assenza dei presentatori dei suddetti ordini del giorno: si intende che vi abbiano rinunziato.
Avverte quindi che i deputati Grignaffini e altri hanno presentato una proposta di relazione contraria sulle parti connesse alla tabella 14 (vedi allegato 5).

Fabio GARAGNANI (FI), relatore, formula una proposta di relazione favorevole sullo stato di previsione del Ministero per i beni e le attivit culturali (Tabella n. 14) e sulle connesse parti del disegno di legge finanziaria.

Ferdinando ADORNATO, presidente, avverte che si proceder prima alla votazione della proposta del relatore e che, in caso di approvazione, risulter preclusa la proposta di relazione alternativa, presentata dai deputati Grignaffini ed altri.
La Commissione approva la proposta di relazione sullo stato di previsione del Ministero per i beni e le attivit culturali (Tabella n. 14) e sulle connesse parti del disegno di legge finanziaria formulata dal relatore e delibera di nominare il deputato Garagnani quale relatore presso la Commissione bilancio sulla medesima tabella.
Ferdinando ADORNATO, presidente, avverte che risulta pertanto preclusa la proposta di relazione presentata dai deputati Grignaffini ed altri.
Rinvia il seguito dell'esame congiunto alla seduta di domani, gioved 24 novembre 2005.

La seduta termina alle 15.


TESTO AGGIORNATO AL 24 NOVEMBRE 2005

ALLEGATO 1

Legge finanziaria per l'anno 2006 (C. 6177 Governo, approvato dal Senato).

Bilancio dello Stato per l'anno 2006 e bilancio pluriennale per il triennio 2006-2008 e relative note di variazioni (C. 6178 Governo, approvato dal Senato, C. 6178-bis e C. 6178-ter).

Tabella n. 7: Stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca per l'anno 2006.


EMENDAMENTI E ORDINI DEL GIORNO
Alla tabella 7, stato di previsione del Ministero dell'istruzione dell'universit e della ricerca, apportare le seguenti variazioni:
UPB 2.1.5.5 (Scuole non statali):
CP: - 284.647.492;
CS: - 284.647.492.

Conseguentemente, alla tabella 2, stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze, approvare le seguenti variazioni:
UPB 4.2.3.19 (Fondo per l'attuazione del federalismo amministrativo):
CP: + 284.647.492;
CS: + 284.647.492;
6178/VII/Tab. 7. 2. Grignaffini, Sasso, Tocci, Capitelli, Carli, Martella, Lolli, Chiaromonte, Giulietti, Buffo.

Alla tabella 7, stato di previsione del Miur, apportare le seguenti variazioni di competenza e di cassa:
UPB 7.1.2.1 (scuole non statali): - 51.095.337;
UPB 8.1.2.1 (scuole non statali): - 14.590.281;
UPB 9.1.2.1 (scuole non statali): - 6.636.224;
UPB 10.1.2.1 (scuole non statali): - 29.162.500;
UPB 11.1.2.1 (scuole non statali): - 19.265.677;
UPB 12.1.2.1 (scuole non statali): - 4.432.646;
UPB 13.1.2.1 (scuole non statali): - 12.255.560;
UPB 14.1.2.1 (scuole non statali): - 1.940.496;
UPB 15.1.2.1 (scuole non statali): - 25.101.161;
UPB 16.1.2.1 (scuole non statali): - 3.361.264;
UPB 17.1.2.1 (scuole non statali): - 729.496;
UPB 18.1.2.1 (scuole non statali): - 3.432.686;
UPB 19.1.2.1 (scuole non statali): - 15.090.713;
UPB 20.1.2.1 (scuole non statali): - 34.808.712;
UPB 21.1.2.1 (scuole non statali): - 1.272.833;
UPB 22.1.2.11 (scuole non statali): - 11.473.000;
UPB 23.1.2.11 (scuole non statali): - 4.937.446;
UPB 24.1.2.1 (scuole non statali): - 7.068.903.

Conseguentemente, alla tabella 2, stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni:
CP: + 246.654.935;
CS: + 246.654.935.
6178/VII/Tab. 7. 1Grignaffini, Sasso, Tocci, Capitelli, Carli, Martella, Lolli, Chiaromonte, Buffo.

All'elenco 1 allegato al comma 5, voce Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca 4.1.1.2: Accademie ed istituti superiori musicali, coreutici e per le industrie artistiche, apportare le seguenti variazioni:
2006: + 7.055;
2007: + 683;
2008: + 482.

Conseguentemente, al medesimo elenco 1, voce, Ministero della difesa 3.1.1.5, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 7.055;
2007: - 683;
2008: - 482.
6177/VII/1. 100Zara, Provera, Gambini, Nieddu.

Al comma 90, sostituire le parole da: dai consorzi interuniversitari fino a: accordi di programma con le seguenti: , a decorrere dal 2006, autorizzata l'ulteriore spesa di 1,5 milioni di euro in favore del consorzio interuniversitario di studi avanzati di cui al decreto del Ministro dell'istruzione, dell'universit e della ricerca 8 agosto 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 200 del 29 agosto 2003, e di 1,5 milioni di euro in favore del consorzio interuniversitario Istituto italiano di scienze umane di cui al decreto del Ministro dell'istruzione, dell'universit e della ricerca 30 gennaio 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2003, ferma restando l'attuazione di quanto previsto negli accordi di programma stipulati.
6177/VII/1. 41Il Relatore.

Al comma 90, sostituire le parole: a decorrere dall'anno 2006 con le seguenti: annui per il triennio 2006-2008 e aggiungere, in fine, le parole; subordinatamente al parere favorevole del CNVSU.
6177/VII/1. 42Martella, Grignaffini, Tocci, Sasso, Capitelli, Carli, Chiaromonte, Giulietti, Lolli, Buffo.

Dopo il comma 90, aggiungere il seguente:
90-bis. In applicazione dell'articolo 94, comma 9, della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e fermi restando i criteri e le modalit di concessione dei contributi in favore delle imprese previste nel decreto del Ministro dell'economia e delle finanze n. 90402 del 10 ottobre 2003, a partire dal 1o gennaio 2006, tutti gli interventi previsti dal decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 297, e da altre disposizioni vigenti a valere sul Fondo per le agevolazioni alla ricerca, sono gestiti sulla contabilit speciale intestata allo stesso fondo, che mantiene le caratteristiche del fondo di rotazione, a condizione che la percentuale delle complessive disponibilit, con esclusione di quelle provenienti dai fondi comunitari, assegnate nella forma del contributo nella spesa, non superi il 20 per cento delle disponibilit del fondo stesso annualmente ripartite ai sensi dell'articolo 6, comma 4, del predetto decreto legislativo n. 297 del 1999.
6177/VII/1. 43.Il Relatore.

Dopo il comma 90, aggiungere il seguente:
90-bis. Al fine di assicurare continuit ed economicit all'azione amministrativa in materia di ricerca, le somme non impegnate alla chiusura dell'esercizio finanziario 2005 sul capitolo 7310 dell'unit previsionale di base 3.2.3.34 - Ricerca Scientifica - dello stato di previsione della spesa del Ministero dell'economia e delle finanze, sono mantenute in bilancio per essere versate all'entrata dello Stato e successivamente riassegnate con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze al capitolo 7254 dell'unit previsionale di base 4.2.3.5 - Ricerca Applicata - dello stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca.
6177/VII/1. 44Il Relatore.

Al comma 121, dopo il primo periodo aggiungere il seguente: Sono escluse dai predetti limiti di spesa le assunzioni effettuate dalle universit mediante contratti di diritto privato a tempo determinato ai sensi dell'articolo 1, comma 14, della legge 4 novembre 2005, n. 230, nell'ambito delle proprie risorse finanziarie e senza oneri aggiuntivi per il bilancio dello Stato.
6177/VII/1. 45.Il relatore.

Dopo il comma 122, aggiungere il seguente:
122-bis. Tutte le nomine a tempo determinato del personale docente, effettuate per l'anno scolastico 2005-2006 sulla base delle graduatorie provinciali permanenti, sono trasformate con la medesima decorrenza, ai fini giuridici ed economici, a tempo indeterminato. Nell'anno scolastico 2005-2006 le sedi definitive e le eventuali nuove nomine, sono assegnate sulla base delle graduatorie provinciali permanenti e delle vigenti graduatorie del concorso per titoli ed esami. Il personale gi nominato a tempo indeterminato, a cui non possa essere assegnata la sede definitiva sulla base dei posti disponibili, rimane in servizio a tempo indeterminato e collocato negli organici di istituto. A decorrere dall'anno scolastico 2006-2007 sono assegnati a tempo indeterminato il 70 per cento dei posti vacanti all'inizio dell'anno scolastico corrispondente. Le disposizioni di cui al presente comma si applicano anche al personale ATA.

Conseguentemente, dopo il comma 387 aggiungere il seguente:
387-bis. Sono stabilite nella misura del 19 per cento le aliquote, che risultino inferiori a tale misura, relative ai redditi di capitale di cui alle seguenti disposizioni:
a) articoli 26, 26-ter e 27 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600;
b) articolo 1 del decreto-legge 2 ottobre 1981, n. 546, convertito, con modificazioni, dalla legge 1o dicembre 1981, n. 692;
c) articolo 9 della legge 23 marzo 1983, n. 77;
d) articoli 5 e 11-bis del decreto-legge 30 settembre 1983, n. 512, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 novembre 1983, n. 649;
e) articolo 14 del decreto legislativo 25 gennaio 1992, n. 84;
f) articolo 2 del decreto legislativo 1o aprile 1996, n. 239;
g) articoli 5 e 7 del decreto legislativo 21 novembre 1997, n. 461.
6177/VII/1. 46.Rusconi, Colasio, Bimbi, Carra, Volpini, Gambale.

Dopo il comma 122, aggiungere il seguente:
122-bis. A decorrere dal 1o gennaio 2006, nei confronti dei dirigenti scolastici passati di ruolo dal 1o settembre 2004 a seguito di concorso riservato che abbiano fruito, in sede di prima applicazione, di uno stipendio inferiore a quello previsto per la qualifica di preside incaricato prima del passaggio di ruolo, garantita la differenza tra i relativi trattamenti mediante un adeguamento di 300 euro mensili al netto delle ritenute fiscali e previdenziali. Gli oneri finanziari derivanti dall'attuazione del presente comma sono quantificati complessivamente in 5.850.000 euro netti per l'anno 2006.
6177/VII/1. 47.Fatuzzo.

Al comma 122, aggiungere, in fine, il semente periodo: Al comma 129 dell'articolo 1 della legge 30 dicembre 2004, n. 311, le parole: e di 565 milioni a decorrere dall'anno 2006 sono soppresse.

Conseguentemente dopo il comma 387, aggiungere il seguente:
387-bis. Sono stabilite nella misura del 19 per cento le aliquote, che risultino inferiori a tale misura, relative ai redditi di capitale di cui alle seguenti disposizioni:
a) articoli 26, 26-ter e 27 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600;
b) articolo 1 del decreto-legge 2 ottobre 1981, n. 546, convertito, con modificazioni, dalla legge 10 dicembre 1981, n. 692;
c) articolo 9 della legge 23 marzo 1983, n. 77;
d) articoli 5 e 11-bis del decreto-legge 30 settembre 1983, n. 512, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 novembre 1983, n. 649;
e) articolo 14 del decreto legislativo 25 gennaio 1992, n. 84;
f) articolo 2 del decreto legislativo 1o aprile 1996, n. 239;
g) articoli 5 e 7 del decreto legislativo 21 novembre 1997, n. 461.
6177/VII/1. 48.Rusconi, Colasio, Bimbi, Carra, Volpini, Gambale.

Dopo il comma 171, aggiungere il seguente:
171-bis. Al comma 95 dell'articolo 1 della legge 30 dicembre 2004, n. 311, le parole: agli enti di ricerca sono soppresse.
6177/VII/1. 49.Tocci, Grignaffini, Martella, Sasso, Capitelli, Carli, Giulietti, Lolli, Chiaromonte, Buffo.

Dopo il comma 181, aggiungere il seguente:
181-bis. Il Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca provvede, entro il 31 marzo 2006, all'indizione del corso-concorso per dirigenti scolastici di cui all'articolo 1-sexies del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005, n. 43, nel limite del 50 per cento dei posti vacanti e disponibili alla data del 1o settembre 2006, fatta salva l'applicazione dell'articolo 3-bis del decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 agosto 2005, n. 168.
6177/VII/1. 50.Maggi, Ranieli, Liscastro Scardino, Rodeghiero, Rositani, Palmieri, Butti, Angela Napoli, Emerenzio Barbieri.

Dopo il comma 233, aggiungere i seguenti:
233-bis. Ferma restando la gratuit dei libri di testo fino all'assolvimento dell'obbligo scolastico, una quota pari al 30 per cento del fondo di cui all'articolo 233 destinata al sostegno delle famiglie a basso reddito per l'acquisto di libri di testo e materiali didattici, anche su supporto elettronico secondo le modalit di cui ai commi 2 e 3.
233-ter. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze di concerto con il Ministro dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, da emanarsi entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono individuati l'importo e le modalit di erogazione, alle famiglie con almeno un figlio in et scolare di et non superiore a 18 anni nelle condizioni di cui al comma 233-quater, di un assegno annuo per l'acquisto di libri di testo e materiali didattici anche su supporto elettronico.
233-quater. L'assegno di cui al comma 233-ter spetta qualora il nucleo familiare risulti in possesso di risorse economiche non superiori ai valori dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, tabella 1, pari a 20 mila euro annui con riferimento ai nuclei familiari monoreddito con tre componenti. Per i nuclei familiari con diversa composizione detto requisito economico riparametrato sulla base della scala di equivalenza prevista dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, tenendo conto delle maggiorazioni ivi previste.
6177/VII/1. 51.Santulli.

Dopo il comma 238, aggiungere i seguenti:
238-bis. Ferma restando la disciplina della gratuit dei libri di testo fino all'assolvimento dell'obbligo scolastico, una quota non inferiore al 30 per cento del fondo di cui all'articolo 44 destinata al sostegno alle famiglie a basso reddito per l'acquisto dei libri di testo di libri e materiali didattici, anche su supporto elettronico, secondo le modalit di cui ai commi 238-ter e 238-quater.
238-ter. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, da emanarsi entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono individuati l'importo e le modalit di erogazione, alle famiglie con almeno un figlio in et scolare di et non superiore a 18 anni nelle condizioni di cui al comma 238-quater, di un assegno annuo per l'acquisto dei libri di testo di libri e materiali didattici, anche su supporto elettronico.
238-quater. L'assegno di cui al comma 238-ter spetta qualora il nucleo familiare risulti in possesso di risorse economiche non superiori ai valori dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, tabella 1, pari ad euro 20.000 annui con riferimento a nuclei familiari monoreddito con tre componenti. Per nuclei familiari con diversa composizione detto requisito economico riparametrato sulla base della scala di equivalenza prevista dal predetto decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, tenendo anche conto delle maggiorazioni ivi previste.

Conseguentemente, dopo il comma 387, aggiungere il seguente:
387-bis. A decorrere dall'anno 2007 sono stabilite nella misura del 23 per cento le aliquote, che risultino inferiori a tale misura, relative ai redditi di capitale di cui alle seguenti disposizioni:
a) articoli 26, 26-ter e 27 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600;
b) articolo 1 del decreto-legge 2 ottobre 1981, n. 546, convertito, con modificazioni, dalla legge 1o dicembre 1981, n. 692;
c) articolo 9 della legge 23 marzo 1983, n. 77;
d) articoli 5 e 11-bis del decreto-legge 30 settembre 1983, n. 512, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 novembre 1983, n. 649;
e) articolo 14 del decreto legislativo 25 gennaio 1992, n. 84;
f) articolo 2 del decreto legislativo 1o aprile 1996, n. 239;
g) articoli 5 e 7 del decreto legislativo 21 novembre 1997, n. 461.

2. Per i titoli emessi dallo Stato, le disposizioni di cui al comma 1 si applicano esclusivamente per le emissioni successive alla data di entrata in vigore della presente legge.
6177/VII/1. 52. Colasio, Bimbi, Rusconi, Carra, Volpini, Gambale.

Dopo il comma 239, aggiungere il seguente:
239-bis. Per l'attuazione del piano programmatico, di cui all'articolo 1, comma 3, della legge 28 marzo 2003, n. 53, autorizzata, a decorrere dall'anno 2006, l'ulteriore spesa complessiva di 157 milioni di euro per assicurare la realizzazione del diritto-dovere di istruzione e formazione. Tale somma ripartita con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell'istruzione, dell'universit e della ricerca.

Conseguentemente, alla tabella A, voce Ministero della salute, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 157.000;
2007: - 157.000;
2008: - 157.000.
6177/VII/1. 53. Il Relatore.

Dopo il comma 239, aggiungere il seguente:
239-bis. Per la prosecuzione dell'erogazione del contributo alle famiglie per l'attivit educativa presso le scuole paritarie, di cui all'articolo 2, comma 7, della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni, autorizzata la spesa di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2006, 2007 e 2008.

Conseguentemente, alla tabella A, voce Ministero della salute, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 50.000;
2007: - 50.000;
2008: - 50.000.
6177/VII/1. 55. Il Relatore.

Dopo il comma 239, aggiungere il seguente:
239-bis. Il contributo di cui all'articolo 1, comma 14, della legge 10 marzo 2000, n. 62, finalizzato ad assicurare gli interventi di sostegno previsti dalla legge 5 febbraio 1992, n. 104, nelle istituzioni scolastiche paritarie che accolgono alunni con handicap, incrementato di una somma pari a 100 milioni di euro per ciascuno degli anni 2006, 2007 e 2008.

Conseguentemente, alla tabella A, voce Ministero della salute, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 100.000;
2007: - 100.000;
2008: - 100.000.
6177/VII/1. 54. Il Relatore.

Dopo il comma 239, aggiungere il seguente:
239-bis. Il contributo di cui all'articolo 1, comma 13, della legge 10 marzo 2000, n. 62, per il mantenimento delle scuole elementari parificate incrementato di una somma pari a 40 milioni di euro a decorrere dall'anno 2006.

Conseguentemente, alla tabella A, voce Ministero della salute, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 40.000;
2007: - 40.000;
2008: - 40.000.
6177/VII/1. 56. Il Relatore.

Al comma 252, sopprimere le parole: per il finanziamento della ricerca.
6177/VII/1. 58. Il Relatore.

Dopo il comma 321 aggiungere il seguente:
321-bis. Per finanziare misure adatte a migliorare l'accoglienza degli studenti stranieri e ad aumentare l'attrattivit delle universit italiane nei confronti dei paesi emergenti, a decorrere dal 2006 stanziato un apposito fondo di 20 milioni di euro. Il fondo ripartito annualmente tra gli atenei con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'universit e della ricerca, sentiti il Consiglio nazionale degli studenti universitari (CNSU), la conferenza dei rettori delle universit italiane (CRUI) e il Comitato per la valutazione del sistema universitario (CNVSU).

Conseguentemente, alla Tabella A, Ministero degli affari esteri, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 20.000;
2007: - 20.000;
2008: - 20.000.
6177/VII/1. 61. Grignaffini, Tocci, Martella, Sasso, Capitelli, Lolli, Carli, Chiaromonte, Giulietti, Buffo.

Dopo il comma 331, aggiungere il seguente:
331-bis. Nello stato di previsione della spesa del Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca istituito un fondo per il finanziamento di tutte le spese di funzionamento degli istituti di alta cultura di cui alla legge 21 dicembre 1999, n. 508. La dotazione del fondo determinata in 30 milioni di euro per l'anno 2006 e in 40 milioni di euro a decorrere dall'anno 2007.

Conseguentemente, dopo il comma 394 aggiungere il seguente:
394-bis. Il quarto comma dell'articolo 8 della legge 2 agosto 1982, n. 528, e successive modificazioni, sostituito dal seguente: A decorrere dal 1o gennaio 2006, ai premi del gioco del lotto si applica la ritenuta del 15 per cento.
6177/VII/1. 62. Colasio, Bimbi, Rusconi, Carra, Volpini, Gambale.

Al comma 372, sostituire le parole: Ministero dell'economia e delle finanze con le seguenti: Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca.
6177/VII/1. 63. Il Relatore.

Dopo il comma 373, aggiungere il seguente:
373-bis. All'articolo 13, sesto comma, primo periodo, del decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 382, le parole: essi mantengono il solo elettorato attivo per la formazione delle commissioni di concorso e per l'elezione delle cariche accademiche previste dal precedente secondo comma sono sostituite dalle seguenti: essi mantengono, ferma restando l'incompatibilit di cui al primo comma, numero 1), l'elettorato attivo e passivo per la formazione delle commissioni di concorso e per l'elezione delle cariche accademiche previste dal precedente secondo comma.
6177/VII/1. 64. Palumbo.

Dopo il comma 394, aggiungere il seguente:
394-bis. A decorrere dal 1o gennaio 2006, con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze sono aumentate le aliquote di cui all'allegato I del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, relative ai prodotti alcolici intermedi e all'alcole etilico al fine di assicurare un maggior gettito complessivo pari a 100 milioni di euro annui.

Conseguentemente alla tabella C, voce: Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, Legge n. 537 del 1993: Interventi correttivi di finanza pubblica: Art. 5, comma 1: Spese per il funzionamento delle universit (4.1.2.11 - Finanziamento ordinario delle universit statali - cap. 1694), apportare le seguenti variazioni:
2006: + 100.000;
2007: + 100.000;
2008: + 100.000.
*6177/VII/1. 65. Bimbi, Colasio, Rusconi, Carra, Volpini, Gambale.

Dopo il comma 394, aggiungere il seguente:
394-bis. A decorrere dal 1o gennaio 2006, con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, sono aumentate le aliquote di cui all'allegato I del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, relative ai prodotti alcolici intermedi e all'alcole etilico al fine di assicurare un maggior gettito complessivo pari a 100 milioni di euro annui.

Conseguentemente, alla tabella C voce: Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, Legge n. 537 del 1993: Interventi correttivi di finanza pubblica: Articolo 5, comma 1: Spese per il funzionamento delle universit (4.1.2.11 - Finanziamento ordinario delle universit statali - cap. 1694), apportare le seguenti variazioni:
2006: + 100.000;
2007: + 100.000;
2008: + 100.000.
6177/VII/1. 66. Tocci, Grignaffini, Martella, Sasso, Capitelli, Carli, Chiaromonte, Giulietti, Lolli, Buffo.

Dopo il comma 394, aggiungere il seguente:
394-bis. A decorrere dal 1o gennaio 2006, con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, sono aumentate le aliquote di cui all'allegato I del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, relative ai prodotti alcolici intermedi e all'alcole etilico al fine di assicurare gettito complessivo paria 100 milioni di euro annui.

Conseguentemente, alla tabella C, voce: Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, Legge n. 537 del 1993: Interventi correttivi di finanza pubblica: - Art. 5, comma 1: Spese per il funzionamento delle universit (4.1.2.11 - Finanziamento ordinario delle universit statali - cap. 1694), apportare le seguenti variazioni:
2006: + 200.000;
2007: + 200.000;
2008: + 200.000.
6177/VII/1. 67. Bimbi, Colasio, Rusconi, Carra, Volpini, Gambale.

Dopo il comma 394, aggiungere il seguente:
394-bis. A decorrere dal 1o gennaio 2006, con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, sono aumentate le aliquote di cui all'allegato I del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, relative ai prodotti alcolici intermedi e all'alcole etilico al fine di assicurare un maggior gettito complessivo pari a 60 milioni di euro annui.

Conseguentemente, alla Tabella C, voce: Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, Legge n. 440 del 1997 e legge n. 144 del 1999 (articolo 68, comma 4, lettera B): Fondo per l'ampliamento dell'offerta formativa (2.1.5.2 - Fondo per il funzionamento della scuola - cap. 1270/p), apportare le seguenti variazioni:
2006: + 60.000.
6177/VII/1. 68. Rusconi, Colasio, Bimbi, Carra, Volpini, Gambale.

TABELLA A
Alla Tabella A, voce Ministero degli affari esteri, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 1.500.

Conseguentemente, alla Tabella A, voce: Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, apportare le seguenti variazioni:
2006: + 1.500.
6177/VII/Tab. A1. Gasperoni, Lusetti, Armando Cossutta.

Alla tabella A, voce Ministero della salute, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 190.000;
2007: - 190.000;
2008: - 190.000.

Conseguentemente, alla tabella C, voce Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, Legge n. 537 del 1993: Interventi correttivi di finanza pubblica: Art. 5, comma 1, lettera a): Spese per il funzionamento delle universit (4.1.2.11 - Finanziamento ordinario delle universit statali - cap. 1694): apportare le seguenti variazioni:
2006: + 190.000;
2007: + 190.000;
2008: + 190.000.
6177/VII/Tab. A2. Il Relatore.

Alla tabella A, voce: Ministero della salute, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 29.000.

Conseguentemente, alla Tabella D, voce: Ministero dell'istruzione, universit e ricerca inserire la seguente voce:
legge n. 266 del 1997, articolo 5 comma 3 - Programma Antartide (settore 13) (4.2.3.8):
2006: + 29.000.
6177/VII/Tab. A3. Tocci, Martella, Grignaffini, Sasso, Capitelli, Chiaromonte, Carli, Lolli, Giulietti, Buffo.

Alla tabella A, voce Ministero della salute, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 15.000.

Conseguentemente, alla tabella D, voce Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, aggiungere la seguente legge:
Legge n. 266 del 1997: Interventi urgenti per l'economia: - Art. 5, comma 3: Programma nazionale di ricerca in Antartide (settore 13) (4.2.3.8 - Fondo unico da ripartire - Investimenti universit e ricerca - cap. 7302/p):
2006: + 15.000;
2007: -;
2008: -.
6177/VII/Tab. A4. Il Relatore.

Alla tabella A, voce: Ministero della salute, apportare le seguenti variazioni:
2006: - 60.000;
2007: - 60.000;
2008: - 60.000.

Conseguentemente, alla tabella F, Settore 27 (Interventi diversi) aggiungere la seguente voce: legge n. 362 del 1998 - Edilizia scolastica - Art. 1:
2006: + 60.000;
2007: + 60.000;
2008: + 60.000.
6177/VII/Tab. A5. Grignaffini, Sasso, Tocci, Capitelli, Carli, Martella, Lolli, Chiaromonte, Giulietti, Buffo.


ORDINI DEL GIORNO

La VII Commissione della Camera dei deputati,
premesso che:
l'articolo 1-sexies del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005, n. 43, prevede che sia indetto un apposito corso-concorso per dirigenti scolastici per la copertura dei posti vacanti nell'anno scolastico 2006-2007, riservato a coloro che abbiano maturato, entro l'anno scolastico 2005-2006, almeno un anno di incarico di presidenza;
l'articolo 3-bis del decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 agosto 2005, n. 168, ha successivamente stabilito che i posti vacanti di dirigente scolastico all'inizio dell'anno scolastico 2006-2007 siano riservati, in via prioritaria, al conferimento di nomine agli aspiranti inclusi nelle graduatorie del corso-concorso come rideterminate ai sensi dell'articolo 1-octies del citato decreto-legge n. 7 del 2005, fino ad esaurimento delle graduatorie stesse, e, per la parte residua, all'indizione del corso-concorso di cui all'articolo l-sexies del medesimo decreto-legge n. 7 del 2005;
considerata l'esigenza di assicurare la pi tempestiva copertura dei posti vacanti;


impegna il Governo

ad assumere tutte le iniziative idonee ad assicurare che il corso-concorso di cui all'articolo 1-sexies del medesimo decreto-legge n. 7 del 2005, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 43 del 2005, sia indetto entro il 31 marzo 2006.
0/6177/VII/1. Maggi, Ranieli, Licastro, Rodeghiero, Rositani, Palmeri, Butti, Angela Napoli, Emerenzio Barbieri.

La VII Commissione della Camera dei deputati,
in sede di esame delle parti di competenza del disegno di legge finanziaria per l'anno 2006;
premesso che:
nella Tabella C, alla rubrica Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, prevista una riduzione di pi di 60 milioni di euro delle risorse per il Fondo per il finanziamento ordinario delle universit statali (U.P.B. 4.1.2.11 - cap. 1694) per l'anno 2006 rispetto a quanto previsto dalla legge finanziaria per il 2005;
negli ultimi esercizi finanziari c' sempre stato un incremento, seppur lentissimo e insufficiente, del suddetto Fondo;
la riduzione delle risorse destinate al Fondo per il finanziamento ordinario delle universit statali rischia di mettere sempre pi in grave crisi il funzionamento degli atenei e, di conseguenza, di rendere il nostro Paese sempre meno competitivo rispetto a quei Paesi che hanno il loro punto di forza nella larghezza di investimenti destinati all'universit e alla ricerca scientifica;


impegna il Governo

ad adottare iniziative, anche normative volte a prevedere un significativo incremento annuo del Fondo di finanziamento ordinario delle universit statali al fine di ovviare alle inevitabili conseguenze ed ai gravi problemi di funzionamento derivanti dalle suddette riduzioni di spesa.
0/6177/VII/2. Grignaffini, Tocci, Martella, Sasso, Capitelli, Carli, Chiaromonte, Giulietti, Lolli, Buffo.

La VII Commissione della Camera dei deputati,
in sede di esame delle parti di competenza del disegno di legge finanziaria per l'anno 2006, premesso che:
nella Tabella C, alla rubrica Ministero dell'istruzione, dell'universit e della ricerca, sono stanziati 181 milioni di euro per ciascuno degli anni 2006, 2007 e 2008 per II Fondo per l'ampliamento dell'offerta formativa;
continua la diminuzione dei finanziamenti originariamente previsti per il sostegno all'autonomia scolastica;
le disponibilit complessive dei Fondo negli anni precedenti ammontavano a 237,44 milioni di euro nel 2002, a 225,04 milioni di euro nel 2003, a 203,72 milioni di euro nel 2004 e a 198,72 milioni di euro nel 2005;
rispetto all'esercizio precedente, la disponibilit complessiva del Fondo registra, pertanto, una notevole riduzione di stanziamento;


impegna il Governo:

ad adottare iniziative anche normative volte a reperire risorse adeguate al rifinanziamento del Fondo per l'ampliamento dell'offerta formativa almeno al livelli previsti dalla legge finanziaria 2005.
0/6177/VII/3. Tocci, Grignaffini, Martella, Sasso, Capitelli, Carli, Chiaromonte, Giulietti, Lolli, Buffo.

La VII Commissione della Camera dei deputati,
considerato che:
nello stato di previsione del Miur per il 2006 viene ignorato che la competenza amministrativa di erogare tutti .1 finanziamenti per le scuole non statali, attualmente previsti dalle leggi dello Stato, in base al comma 2 dell'articolo 138 del decreto-leggevo. n. 112/98 deve essere trasferita alle regioni;
in conseguenza di tale scelta tutti fondi a tale titolo sono presenti nella Tabella 7 devono essere trasferiti alla Tabella 2 cio al bilancio di previsione del Tesoro, Fondo per il federalismo amministrativo;
il regolamento di riforma del Miur entrato in vigore il 6 novembre 2000(decreto del Presidente della Repubblica 347); la sua modifica l'11 agosto 2003 (decreto del Presidente della Repubblica 310);
il Governo sostiene che debba essere considerata questa ultima data;
rilevato che in tal modo trasferisce all'Esecutivo la possibilit di non applicare in permanenza la legge perch ulteriori modifiche saranno sempre possibili;
con la sentenza n. 423 del 29 dicembre 2004 la Corte Costituzionale ha stabilito che gi prima della riforma del Titolo V Particolo 138, comma 1, lettera e), del decreto legislativo n. 112 del 1998 aveva conferito alle Regioni le funzioni amministrative relative a i contributi alle scuole non statali, nel cui ambito devono essere ricomprese anche le scuole paritarie (sentenza n. 177 del 2004);
in presenza di tale scelta, per il quarto anno, si verifica una gravissima riproposizione di un nuovo centralismo ministeriale da parte di chi sbandiera in ogni istante il federalismo e fantomatiche devolution;


impegna il Governo:

a realizzare tale trasferimento a decorrere dalla prossima legge di assestamento del bilancio.
0/6177/VII/4. Martella, Grignaffini, Tocci, Sasso, Capitelli, Carli, Chiaromonte, Giulietti, Lolli, Buffo.




news

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

15-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 DICEMBRE 2017

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

Archivio news