LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DECRETO 29 luglio 2005 Individuazione del patrimonio dell'Agenzia del demanio
2005-07-29
Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 7 del 10-01-2006

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, di riforma
dell'organizzazione di Governo a norma dell'art. 11 della legge
15 marzo 1997, n. 59, e successive modificazioni;
Viste in particolare le modifiche al decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 300, apportate dall'art. 1 del decreto legislativo 3 luglio
2003, n. 173;
Visto l'art. 61, comma 1 del citato decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 300, che riconosce all'Agenzia del demanio la natura
giuridica di ente pubblico economico;
Visto l'art. 65, comma 2-bis del citato decreto legislativo
30 luglio 1999, n. 300;
Visto lo statuto dell'Agenzia del demanio deliberato dal comitato
di gestione il 19 dicembre 2003 e approvato in data 28 gennaio 2004;
Visto il regolamento di amministrazione e di contabilita'
dell'Agenzia del demanio deliberato dal comitato di gestione il
12 febbraio 2004 e approvato in data 26 marzo 2004;
Visto in particolare l'art. 3 del citato Statuto dell'Agenzia del
demanio concernente il patrimonio dell'ente;
Vista la legge 3 aprile 1997, n. 94, recante norme di contabilita'
generale dello Stato in materia di bilancio;
Visto il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, recante il
Codice dei beni culturali e del paesaggio ai sensi dell'art. 10 della
legge 6 luglio 2002, n. 137;
Visto il decreto del Ministro dell'economia e delle finanze
5 febbraio 2002, con il quale e' stata disposta a decorrere dal
1 gennaio 2001 l'assegnazione dei beni immobili e mobili di
proprieta' dello Stato alle agenzie fiscali ai sensi e per gli
effetti dell'art. 73, comma 5 del decreto legislativo n. 300/1999;
Visto l'art. 3, comma 5 del citato decreto legislativo 3 luglio
2003, n. 173, a norma del quale Tutti gli atti connessi alle
operazioni di trasformazione dell'Agenzia del demanio in ente
pubblico economico sono esclusi da ogni tributo e diritto e vengono
pertanto effettuati in regime di neutralita' fiscale;
Decreta:
Art. 1.
1. Il patrimonio dell'Agenzia del demanio - ente pubblico economico
- e' costituito da beni mobili e immobili strumentali alla sua
attivita' e da un fondo di dotazione.

Art. 2.
1. Costituiscono patrimonio dell'Agenzia del demanio i beni
immobili strumentali all'attivita' dell'ente individuati nell'elenco
allegato sub A, che forma parte integrante del presente decreto,
nonche' quelli destinati a sede degli uffici periferici della stessa
Agenzia di cui all'allegato sub C, individuati con successivo decreto
del Ministro dell'economia e delle finanze.
2. Il valore di trasferimento e di iscrizione nel bilancio
dell'Agenzia del demanio dei beni di cui all'art. 1, e' stabilito
nell'importo corrispondente alla valutazione effettuata dall'Agenzia
del territorio entro centoventi giorni dal presente decreto. Fino
alla completa definizione di tale valore, ai beni trasferiti e'
attribuito un valore provvisorio corrispondente a quello riportato
nelle scritture inventariali in possesso dell'Agenzia del demanio. Il
trasferimento non modifica il regime giuridico previsto dall'art. 823
del codice civile relativamente ai beni demaniali trasferiti ai sensi
del presente articolo.

Art. 3.
1. Oltre agli immobili di cui all'art. 2, sono attribuiti
all'Agenzia del demanio, in concessione d'uso a titolo gratuito, ai
fini dello svolgimento delle proprie attivita' istituzionali, gli
immobili di proprieta' dello Stato individuati negli elenchi allegati
sub B1 e sub B2 che formano parte integrante del presente decreto,
rispettivamente sub B1 per la durata di anni dodici e sub B2 per la
durata di anni due.
2. Il valore di iscrizione nel bilancio dell'Agenzia delle
concessioni relative ai suddetti beni e' stabilito nell'importo
corrispondente alla valutazione effettuata dall'Agenzia del
territorio entro centoventi giorni dal presente decreto.

Art. 4.
1. In considerazione della necessita' di assicurare all'Agenzia del
demanio la disponibilita' di uffici funzionali alla propria
attivita', i seguenti immobili, gia' ricompresi nell'elenco allegato
A, sono valutati tenendo in considerazione gli interventi di
manutenzione straordinaria e/o ristrutturazione, fmanziati con fondi
stanziati sul capitolo 7754 concernente i Programmi di investimento
immobiliare:
Emilia-Romagna - Bologna - via Azzogardino, 61 - sede filiale
regionale dell'Agenzia del demanio;
Lazio - Roma - via Piacenza, 3 - sede filiale regionale
dell'Agenzia del demanio e sede Demanio Servizi SpA;
Lazio - Roma - via Barberini, 38 - ex uffici della Presidenza del
Consiglio dei Ministri;
Lombardia - Milano - Corso Monforte - sede filiale regionale
dell'Agenzia del demanio
Marche - Ancona - via Fermo, 1 - sede filiale regionale
dell'Agenzia del demanio;
Toscana - Firenze - via Laura, 64 - sede filiale regionale
dell'Agenzia del demanio.

Art. 5.
1. Costituiscono patrimonio dell'Agenzia del demanio i beni mobili
strumentali gia' conferiti dal Ministro dell'economia e delle finanze
in data 5 febbraio 2002.

Art. 6.
1. Il fondo di dotazione dell'Agenzia del Demanio e' pari a
complessivi Euro 56.449.000,00 ed e' cosi' composto:
a) Euro 22.449.000,00 quali somme gia' versate dall'Agenzia a
titolo di contributo per spese di investimento non ancora impegnate;
b) Euro 34.000.000,00 corrispondenti al valore di massima e
provvisorio degli immobili non strumentali attribuiti all'Agenzia del
demanio, individuati nell'elenco allegato sotto la lettera D. La
definitiva valutazione di detti beni ai fini del loro trasferimento
ed iscrizione nel bilancio dell'Agenzia del demanio e' effettuata
dall'Agenzia del territorio entro centoventi giorni dal presente
decreto. L'ammontare complessivo del fondo di dotazione sara'
aggiornato in funzione di detta definitiva valutazione.

Art. 7.
1. Il presente decreto costituisce titolo per la trascrizione
immobiliare e voltura catastale degli immobili in favore dell'Agenzia
del demanio.
Le suddette operazioni sono esenti da ogni tributo e diritto.
Il presente decreto e' trasmesso agli organi di controllo per la
registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.

Roma, 29 luglio 2005

Il Ministro: Siniscalco

Registrato alla Corte dei conti il 7 dicembre 2005
Ufficio di controllo atti Ministeri economico-finanziari, registro n.
6 Economia e finanze, foglio n. 71

----> Vedere Allegato A pag. 31 della G.U. <----

----> Vedere Allegato B1 a pag. 32 della G.U. <----

----> Vedere Allegato B2 a pag. 33 della G.U. <----

----> Vedere Allegato C a pag. 34 della G.U. <----

----> Vedere Allegato D a pag. 35 della G.U. <----





news

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

15-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 OTTOBRE 2017

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

Archivio news