LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII Commissione Cultura - seduta dell'8 febbraio 2006 (Beni culturali e ambientali posti sotto la tutela dell'UNESCO)
2006-02-08

VII Commissione - Resoconto di mercoledì 8 febbraio 2006

SEDE LEGISLATIVA
Mercoledì 8 febbraio 2006. - Presidenza del presidente Ferdinando ADORNATO. - Interviene il sottosegretario di Stato per i beni e le attività culturali Nicola Bono.

La seduta comincia alle 9.35.

Beni culturali e ambientali posti sotto la tutela dell'UNESCO.
C. 5614, approvata dal Senato, C. 4509 Vigni e 5896 Perrotta.
(Seguito della discussione e approvazione).

La Commissione prosegue la discussione, rinviata, da ultimo, il 7 febbraio 2006.

Ferdinando ADORNATO, presidente, ricorda che nella seduta di ieri la Commissione ha approvato, in linea di principio, l'emendamento 4.51 (seconda versione) del relatore (vedi allegato a pagina 118 del Bollettino delle Giunte e della Commissioni parlamentari del 7 febbraio 2006). Avverte che su tale emendamento la V Commissione ha testé espresso parere favorevole. La Commissione deve quindi ora procedere alla votazione definitiva degli emendamenti del relatore approvati in linea di principio nelle sedute del 2 e del 7 febbraio 2006, nonché a quelle relative agli articoli. Ricorda che sugli emendamenti del relatore approvati in linea di principio il Governo, nelle suddette sedute, aveva espresso parere favorevole.
Nessuno chiedendo di intervenire, la Commissione, con distinte votazioni, approva l'emendamento 1.50 del relatore, l'articolo 1, come modificato, l'articolo 2, l'emendamento 3.50 del relatore, l'articolo 3, come modificato, gli emendamenti 4.50 e 4.51 (seconda versione) del relatore, l'articolo 4, come modificato, l'emendamento 5.50 del relatore e l'articolo 5, come modificato. Respinge quindi l'articolo 6, cui è riferito il solo emendamento 6.50 del relatore, soppressivo dell'articolo stesso.

Fabrizio VIGNI (DS-U), intervenendo per dichiarazione di voto, annuncia il voto favorevole e la soddisfazione del suo gruppo per il fatto che la Commissione giunga ad approvare, sia pure «sul filo di lana», questo importante provvedimento che, frutto della convergenza di proposte di legge presentate da gruppi di maggioranza e di opposizione, per la prima volta dà riconoscimento ai numerosi siti italiani che fanno parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Nell'augurarsi che il Senato riesca ad approvare definitivamente il provvedimento prima dello scioglimento delle Camere, ribadisce il giudizio complessivamente positivo su di esso, pur sottolineando che esso non ha tutte le caratteristiche auspicate dal suo gruppo, soprattutto in relazione alle risorse finanziarie destinate agli interventi previsti. Esprime comunque la convinzione che la sua approvazione possa costituire il primo passo per ulteriori interventi volti alla tutela e alla valorizzazione delle punte di eccellenza del patrimonio culturale e ambientale italiano.

Aldo PERROTTA (FI), intervenendo per dichiarazione di voto, saluta con soddisfazione l'ormai prossima approvazione all'unanimità del provvedimento in titolo, in cui confluiscono i contenuti di una proposta di legge di cui egli stesso è primo firmatario.

Il sottosegretario Nicola BONO esprime il suo personale ringraziamento e quello del Governo per il contributo assicurato da tutti i gruppi parlamentari ai fini della positiva conclusione dell'iter del provvedimento in titolo. Sottolinea che esso ha una importanza fondamentale ai fini della tutela dei siti italiani facenti parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO, ricordando che l'Italia ha la «leadership» mondiale in questo campo e sottolineando che, con l'intervento in esame, si giunge per la prima volta a disciplinare lo strumento dei «piani di gestione» dei siti, previsto dall'UNESCO, ma non ancora regolamentato nel dettaglio nemmeno a livello sovranazionale. Con la «codificazione» dei piani di gestione si dà copertura amministrativa ai necessari interventi di tutela e valorizzazione dei siti italiani UNESCO, individuando le modalità con cui procedere alla ordinaria gestione delle punte di eccellenza del nostro patrimonio culturale e ambientale. Conclusivamente, si dichiara convinto che il Senato riuscirà ad approvare definitivamente il provvedimento prima della conclusione della legislatura.

Giuseppe GIULIETTI (DS-U), intervenendo a titolo personale, nell'esprimere soddisfazione per l'approvazione del provvedimento in titolo, chiede chiarimenti al rappresentante del Governo in relazione all'iter per la definizione, a livello sovranazionale e nazionale, della normativa concernente le modalità di tutela dei beni culturali immateriali, auspicando che - indipendentemente dagli esiti delle ormai prossime elezioni - si giunga sollecitamente alla definizione di una disciplina organica in materia.

Il sottosegretario Nicola BONO, in relazione ai chiarimenti richiesti dal deputato Giulietti, informa che, in sede di UNESCO, si è già giunti alla definizione di una convenzione volta a disciplinare le modalità per la tenuta di una lista dei beni culturali immateriali, ai fini della loro tutela e valorizzazione, le cui disposizioni non potranno peraltro entrare in vigore prima che siano state ratificate da almeno trenta paesi aderenti all'UNESCO. Quanto all'Italia, informa che sono state avviate le procedure per giungere alla relativa ratifica, e che nel frattempo il Governo ha già promosso i primi provvedimenti organizzativi per assicurare la tempestiva attuazione della nuova disciplina.

Emerenzio BARBIERI (UDC-CCD-CDU), relatore, richiama l'attenzione della Commissione sulla seguente correzione di forma, da apportare al testo in esame ai sensi dell'articolo 90, comma 2, del regolamento: nel titolo, dopo la parola: «siti» è inserita la seguente: «italiani».

La Commissione approva la correzione di forma testé illustrata.

Autorizzata la presidenza al coordinamento formale del testo approvato, la Commissione, con votazione nominale finale, approva la proposta di legge n. 5614, come modificata dagli emendamenti approvati, risultando conseguentemente assorbite le proposte di legge n. 4509 e 5896.

La seduta termina alle 9.55.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news