LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DPC 23 febbraio 2006, Approvazione dei modelli per il rilevamento dei danni, a seguito di eventi calamitosi, ai beni appartenenti al patrimonio culturale.
2006-02-23


DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 febbraio 2006


IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Vista la legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Visto il decreto del Ministro dell'interno delegato per il
coordinamento della protezione civile n. 4236 del 24 novembre 1999
con il quale e' stato istituito il gruppo di lavoro per la
prevenzione dei beni culturali dai rischi naturali;
Visto il decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile
della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 8 del 7 gennaio 2005
con il quale e' stato costituito il gruppo di lavoro per la
salvaguardia e la prevenzione dei beni culturali dai rischi naturali,
composto da rappresentanti del medesimo Dipartimento della protezione
civile, del Ministero per i beni e le attivita' culturali e del
Ministero dell'interno;
Considerato che tra i compiti affidati al gruppo di lavoro e'
prevista la predisposizione di modelli di rilevamento e censimento
dei danni e della vulnerabilita' del patrimonio culturale nazionale;
Ritenuto che l'attivita' di rilevazione dei danni derivanti da
eventi calamitosi deve essere eseguita tempestivamente e sulla base
di criteri uniformi;
Ravvisata la necessita' di dotare le strutture
tecnico-amministrative dello Stato, delle regioni, delle province
autonome di Trento e Bolzano e degli enti locali di apposite schede
per la rilevazione dei danni ai beni immobili e mobili di interesse
storico-artistico appartenenti al patrimonio culturale nazionale;
Visto il decreto interministeriale 3 maggio 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 21 maggio 2001, n.
116, con il quale sono stati approvati i modelli per il rilevamento
dei danni alle chiese ed ai beni mobili;
Considerata la necessita' di integrare gli strumenti di rilevazione
con un ulteriore modello di scheda per il rilievo del danno ai
palazzi di interesse storico artistico;
Considerato che il gruppo di lavoro ha verificato l'idoneita' del
predetto modello per il rilievo del danno post-sisma in occasione
delle emergenze degli ultimi anni e in particolare dell'eruzione
dell'Etna del 27 ottobre 2002, del sisma del Molise - Puglia del
31 ottobre 2002, del sisma nell'Appennino tosco-emiliano del
14 settembre 2003, del sisma nella provincia di Brescia del
24 novembre 2004 e in occasione dell'esercitazione internazionale
Eurosot 2005 svoltasi nella Sicilia sud-orientale nel mese
di ottobre 2005;
Considerato che il censimento dei danni effettuato con il predetto
modello comprende il rilievo dell'agibilita', la quantificazione dei
danni nonche' l'individuazione delle opere provvisionali
indispensabili alla salvaguardia del bene danneggiato, e che i dati
raccolti hanno costituito la base della programmazione pluriennale,
predisposta dalle regioni a seguito degli eventi calamitosi, per il
ripristino dei danni subiti dal patrimonio culturale;
Vista la scheda elaborata dal citato gruppo di lavoro per la
salvaguardia dei beni culturali dei rischi naturali, predisposta con
la collaborazione della comunita' scientifica e d'intesa con gli
organismi tecnici interessati;
Ritenuto di aggiornare la scheda Chiese, allegata al predetto
decreto interministeriale del 3 maggio 2001, prevedendo in
particolare l'aumento da 18 a 28 dei meccanismi di danno;
Ritenuto di confermare la validita' della scheda Beni mobili
presente nel predetto decreto;
Vista la nota del 4 gennaio 2006 del Dipartimento della protezione
civile, con la quale sono stati trasmessi al Ministero per i beni e
le attivita' culturali i modelli destinati al rilievo del danno a
seguito di sisma ad edifici di interesse storico-artistico e a
chiese, predisposti in collaborazione con il medesimo Ministero e con
la comunita' scientifica;
Vista la nota del 17 gennaio 2006 del Ministero per i beni e le
attivita' culturali;
Acquisita l'intesa del Ministro per i beni e le attivita' culturali
con nota del 30 gennaio 2006;
Su proposta del Capo del Dipartimento della protezione civile della
Presidenza del Consiglio dei Ministri;
Decreta:

1. Sono approvate le allegate schede di rilevamento dei danni alle
chiese (modello A-DC) e ai palazzi (modello B-DP) appartenenti al
patrimonio culturale nazionale.
2. Le amministrazioni dello Stato, le regioni, le province autonome
di Trento e Bolzano e gli enti locali sono tenuti a dotare le proprie
strutture delle allegate schede che dovranno essere compilate in
occasione di eventi calamitosi.
Il presente decreto verra' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 23 febbraio 2006
Il Presidente: Berlusconi

Allegato



news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news