LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DDL Modifiche al d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE, in materia di conservazione dei beni del patrimonio culturale
2006-09-29

SENATO DELLA REPUBBLICA

XV LEGISLATURA


DISEGNO DI LEGGE diniziativa dei senatori BATTAGLIA Giovanni,
Modifiche al Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE, in materia di conservazione dei beni del patrimonio culturale.





RELAZIONE

Onorevoli senatori! - L'evoluzione delle tecnologie applicate al campo del restauro e della conservazione dei beni culturali ed architettonici ha portato, negli ultimi anni, a un profondo ripensamento sugli esiti di molti restauri promossi da amministrazioni pubbliche e privati. Da questo punto di vista rimane valida la riflessione compiuta in un classico testo dal professor Giuseppe Rocchi che, nelle sue Istituzioni di restauro dei beni architettonici ed ambientali, scriveva: "Nonostante vi sia sempre stata concordanza tra gli autori a cominciare da Viollet Le Duc nel sottolineare l'indispensabilit delle pi accurate indagini preliminari, nella pratica , e quindi nella maggior parte dei casi, i lavori di restauro hanno inizio ben prima che sia raggiunta una conoscenza soddisfacente dell'oggetto da restaurare. La ridottissima quantit di informazioni sia preventive sia consuntive - che caratterizza qualunque restauro - induce a insistere con forza su questo punto di arretratezza della metodologia del restauro (...) cosicch d'ordinario, la fase accertativa (e quindi la diagnosi) viene svolta durante l'intervento, con tutti gli imprevisti e improvvisazioni del caso: una completa negazione di quella che dovrebbe essere la moderna metodologia del restauro".
La modernizzazione della tecnica del restauro, che permette innanzitutto una pi profonda conoscenza del manufatto da restaurare e quindi l'adozione di interventi pi appropriati e approfonditi, passa oggi attraverso tecniche di termografia, di indagine con ultrasuoni, di sondaggi elettromagnetici, radar, fotografia a infrarosso e microfotografia.
Il presente disegno di legge interviene, nello specifico sul contenuto del Nuovo codice degli appalti che, nel recepire le direttive europee, ha sostituto la legge quadro sugli appalti pubblici del 1994. Nel merito si prevede che, qualora nella realizzazione di opere pubbliche oggetto di appalto si debba intervenire sul patrimonio culturale ed architettonico del Paese, le misure di conservazione di tali beni devono essere adottate nel rispetto e ai sensi dellarticolo 29 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, ovvero del Codice dei beni culturali e del paesaggio.
A tal fine, il progetto definitivo per la realizzazione dellopera pubblica oggetto dellappalto, deve essere corredato da apposite indagini diagnostiche sui beni oggetto di conservazione, realizzate da laboratori pubblici e privati specializzati nellutilizzo delle pi avanzate tecnologie per la conservazione dei beni del patrimonio culturale. L'obbligatoriet di tale indagine diagnostica, oltre a garantire una migliore conservazione del patrimonio culturale del Paese, pu determinare le condizioni favorevoli allo sviluppo occupazionale di una branca della tutela dei beni culturali come quella della diagnostica che trova una crescente espansione nei corsi di laurea di tutela e gestione dei beni culturali. La legge, al pari del testo sul quale interviene, entra in vigore sessanta giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Per i motivi esposti, i promotori auspicano un esame e un'approvazione in tempi rapidi del disegno di legge.


DISEGNO DI LEGGE


Art. 1

1. All'articolo 93 del Decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163, dopo il quarto comma aggiunto il seguente:

4-bis. Qualora la realizzazione delle opere contenute nel progetto definitivo di cui al comma 4 comportino interventi su beni del patrimonio culturale ed architettonico del Paese, le misure di conservazione di tali beni sono adottate nel rispetto e ai sensi dellarticolo 29 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42. A tal fine, al progetto definitivo di cui al comma 4, sono allegati gli esiti delle indagini diagnostiche sui beni oggetto di conservazione, realizzate da laboratori pubblici e privati specializzati nellutilizzo delle pi avanzate tecnologie per la conservazione dei beni del patrimonio culturale, nonch la descrizione compiuta delle modalit di intervento per la conservazione dei medesimi, necessari ai fini del rilascio delle autorizzazioni ed approvazioni per la realizzazione delle opere .


Art. 2

La presente legge entra in vigore 60 giorni successivi a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Posta della Redazione


news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news