LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DIRETTIVE PER LA SOCIETA’ PATRIMONIO DELLO STATO S.P.A.
2002-12-19

DIRETTIVE PER LA SOCIETA’ PATRIMONIO DELLO STATO S.P.A.


I L C I P E.

VISTO il decreto legge 15 aprile 2002, n.63, convertito con modificazioni nella legge 15 giugno 2002, n.112, che all’art. 7, comma 1, istituisce, per la valorizzazione, gestione ed alienazione del patrimonio dello Stato e nel rispetto dei requisiti e delle finalità propri dei beni pubblici la Società Patrimonio dello Stato S.p.A.;

VISTO il successivo comma 4 del citato art. 7 il quale stabilisce che la Società Patrimonio dello Stato S.p.A. opera secondo gli indirizzi strategici stabiliti dal Ministero dell’economia e delle finanze, previa definizione da parte di questo Comitato delle relative direttive di massima;

CONSIDERATO che l’Assemblea della Società, nella seduta del 31 ottobre 2002, ha approvato lo statuto della predetta Società e ne ha nominato gli organi sociali;

RITENUTO OPPORTUNO definire le direttive di massima di cui al sopracitato art.7, comma 4, prima che la Società consegua la propria piena operatività;

SU PROPOSTA del Ministero dell’economia e delle finanze;


EMANA LA SEGUENTE DIRETTIVA


La Società Patrimonio dello Stato S.p.A. (di seguito denominata “la Società”) persegue l’obiettivo di valorizzare, gestire con efficienza ed alienare il patrimonio dello Stato nel rispetto dei requisiti, dei vincoli e delle finalità proprie dei beni pubblici e dell’intero sistema di tutele esistente su di essi.

In relazione al perseguimento dei propri obiettivi, possono essere trasferiti alla Società, secondo le modalità previste dalla legge, crediti, concessioni, beni immateriali, beni immobili e mobili nonché ogni altra componente dell’attivo dello Stato ivi incluse quote di partecipazioni dello Stato in società, solo se esse hanno ad oggetto sociale lo svolgimento di attività nel settore immobiliare.

L’eventuale trasferimento alla Società di beni pubblici di particolare valore storico, artistico, culturale ed ambientale non modifica in alcun modo i vincoli gravanti sugli stessi. La Società può, quindi, alienare tali beni nei soli casi in cui la normativa vigente lo consente ed alle condizioni previste dalla predetta normativa; in ogni caso occorre l’autorizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali ovvero del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio.

La Società osserva tutte le forme di tutela che la legislazione vigente prevede per la difesa del demanio e del patrimonio indisponibile, assicurando il rispetto del ruolo di ogni Amministrazione competente per la tutela specifica del bene.
La Società assicura altresì particolare attenzione alla gestione e tutela dei beni di valore artistico, storico, paesistico ed ambientale, operando nel rispetto dei ruoli del Ministero per i beni e le attività culturali e del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio ed in stretta collaborazione con essi, ai quali viene, inoltre, periodicamente fornita una relazione dettagliata in ordine alle attività svolte relative a tali beni.

La Società persegue il proprio oggetto sociale attraverso una struttura operativa snella, utilizzando le strutture dell’Amministrazione pubblica, ove disponibili, anche attraverso la definizione di apposite convenzioni ed avvalendosi di servizi di terzi.
Nello svolgimento della propria attività la Società si uniforma a principi di imparzialità, trasparenza, efficienza ed economicità.

La Società predispone un proprio Codice etico di comportamento ed una relazione annuale di sintesi sull’attività svolta nell’espletamento delle proprie finalità istituzionali che, attraverso il Dipartimento del tesoro, presenterà a questo Comitato per il successivo inoltro al Parlamento.

Nello svolgimento di tutte le sue attività, la Società opera in stretta collaborazione, per i rispettivi ambiti di competenza, con il Ministero dell’economia e delle finanze, il Ministero per i beni e le attività culturali ed il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e con le altre Amministrazioni centrali dello Stato nonché con l’Agenzia del demanio e con gli Enti locali coinvolti.

Roma, 19 dicembre 2002


IL SEGRETARIO DEL CIPE IL PRESIDENTE DELEGATO
Mario BALDASSARRI Giulio TREMONTI

http://wwwdb.tesoro.it/delibere_in_rete/E020124.doc


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news